Apri il menu principale

Gli Ergoniani, secondo Michele del Re (membro della loggia massonica P2), erano un gruppo religioso che si ritenevano discendenti di Atlantide, raccoltosi attorno a Marcello Creti[1],

Nel 1998, il Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell'Interno invia un documento alla Commissione affari costituzionali in cui, tra gli altri, vengono citati gli Ergoniani, scrivendo testualmente su di loro:"Estremamente sui generis" .. La definizione "ergoniani" deriva dal greco ergon, che vuol dire "opera", ed energhes, che significa "attivo"; ed infatti si prefigge lo scopo di preparare "superuomini e superdonne", seguendo l'ideologia dell'ERGOS - Energia Radiante Governante Ogni Scienza. A tal fine il fondatore sostiene di aver creato un impianto atto a rilevare "l'irradiazione bioenergetica" dei corpi (misurata in ergon), costituito da una grande sonda con due apparati captatori, che, confrontando l'energia emanata dagli emisferi cerebrali, permetterebbero di capire se una determinata persona è "equilibrata.... " (prosegue).

Il loro inserimento nel rapporto del Dipartimento di sicurezza è evidenziato anche nel giornale "La Repubblica" con un articolo della Giornalista M. Cavallieri che ne riporta il contenuto.

NoteModifica

  1. ^ Michele Del Re, Le nuove sette religiose, 1997, ISBN 978-88-7742-107-4. URL consultato il 30 giugno 2009.

BibliografiaModifica

  • Maria Immacolata Macioti, Emanuela Del Re, Profeti senza Bibbia Sciamani del duemila, 1995, ISBN 978-88-7144-460-4. - Capitolo terzo: Il figlio di Ergos

Collegamenti esterniModifica

  Portale Religioni: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di religioni