Apri il menu principale
Erio Castellucci
arcivescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Erio Castellucci.svg
Adiutores gaudii vestri
 
TitoloModena-Nonantola
Incarichi attuali
 
Nato8 luglio 1960 (59 anni) a Forlì
Ordinato presbitero5 maggio 1984 dal vescovo Giovanni Proni
Nominato arcivescovo3 giugno 2015 da papa Francesco
Consacrato arcivescovo12 settembre 2015 dal vescovo Lino Pizzi
 

Erio Castellucci (Forlì, 8 luglio 1960) è un arcivescovo cattolico e teologo italiano, dal 3 giugno 2015 arcivescovo-abate di Modena-Nonantola e dal 26 giugno 2019 amministratore apostolico di Carpi.

Indice

BiografiaModifica

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Diplomato alle magistrali, entra in seminario nel 1978; completati gli studi presso il seminario regionale di Bologna, è ordinato presbitero per la diocesi di Forlì-Bertinoro il 5 maggio 1984. Prosegue gli studi presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, conseguendo nel 1985 la licenza in teologia dogmatica e nel 1988 il dottorato con una tesi sulla Dimensione cristologica ed ecclesiologica del presbitero nel Concilio Vaticano II.

Dal 1988 è docente di materie teologiche presso la Facoltà Teologica dell'Emilia-Romagna, dove svolge anche le funzioni di preside di facoltà nel periodo 2005-2009, e insegna in altri istituti di scienze religiose a Forlì, Rimini e Pesaro. Negli stessi anni, inizia la pubblicazione di articoli e saggi su alcuni temi di teologia e di ecclesiologia, dedicando particolare attenzione al ministero del presbitero.

Dal 2009 al 2015 è parroco a Forlì, presso la parrocchia di San Giovanni Evangelista.

Ministero episcopaleModifica

Il 3 giugno 2015 papa Francesco lo nomina arcivescovo-abate di Modena-Nonantola[1]; succede ad Antonio Lanfranchi, deceduto il 17 febbraio. Il 29 giugno riceve il pallio, nella basilica di San Pietro in Vaticano, dallo stesso papa[2]. Il 12 settembre riceve l'ordinazione episcopale, nel PalaGalassi a Forlì, dal Vescovo Lino Pizzi, coconsacranti i vescovi Vincenzo Zarri e Enrico Solmi. Il 13 settembre prende possesso dell'arcidiocesi, nella cattedrale di Modena; durante la stessa celebrazione il nunzio apostolico Adriano Bernardini gli impone il pallio. Il giorno seguente entra a Nonantola.

Attualmente è membro della commissione episcopale per l'educazione cattolica, la scuola e l'università[3].

Il 7 maggio 2016 celebra nella cattedrale di Modena i funerali del suo predecessore alla guida dell'arcidiocesi di Modena-Nonantola, Benito Cocchi. Il 13 novembre 2016 nella cattedrale di Modena viene nominato grande ufficiale dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Il 1º aprile 2017 papa Francesco lo nomina consultore della Congregazione per il clero.

Il 22 maggio 2018, nel corso della 71ª Assemblea generale della Conferenza Episcopale Italiana, è nominato presidente della Commissione episcopale per la dottrina della fede, incarico dalla durata quinquennale[4].

Dal 26 giugno 2019 ricopre anche l'ufficio di amministratore apostolico della diocesi di Carpi, in seguito all'accettazione della rinuncia del vescovo Francesco Cavina.

Genealogia episcopaleModifica

OpereModifica

Ha pubblicato vari libri su temi di teologia del ministero, ecclesiologia, teologia delle religioni ed escatologia.

  • Noi Chiesa. Introduzione all'ecclesiologia (con Sandro Panizzolo), Paoline Editoriale Libri, 1989
  • Nella pienezza della gioia pasquale. La centralità dell'ermeneutica nell'escatologia cristiana, Edizioni Studio Domenicano, 1998
  • Il ministero ordinato, Queriniana, 2002 (2006, II ed.; 2010, III ed.; 2014, IV ed.)
  • Davvero il Signore è risorto. Indagine teologico-fondamentale sulla risurrezione di Gesù, Cittadella, 2005
  • La spiritualità diocesana, San Paolo Edizioni, 2007
  • Annunciare Cristo alle genti, Edizioni Dehoniane Bologna, 2008
  • La famiglia di Dio nel mondo. Manuale di ecclesiologia, Cittadella, 2008
  • (a cura di) Chiesa domestica: la Chiesa famiglia nella dinamica della missione cristiana. Un profilo unitario a più voci, (con Rinaldo Fabris) Edizioni San Paolo, 2009
  • La vita trasformata. Saggio di escatologica, Cittadella, 2010
  • Dieci pasti con Gesù. Eucaristia e missione, i commensali raccontano, (con Mirko Santandrea) Emi, 2011
  • "Non temere, piccolo gregge". Le "piccole comunità" per la nuova evangelizzazione, Cittadella, 2013
  • La tua parola è giustizia e carità. Spunti e riflessioni su Cristo e la Chiesa, il Concilio e l'uomo nell'anno della fede, Il Ponte Vecchio, 2013
  • La bellezza della fede. 1.Per ritrovare la gioia di credere, (con Dino Dozzi e Davide Brighi), Pazzini Editore, 2013
  • Solo con l'altro. Il cristianesimo, un'identità in relazione, Emi, 2018

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Rinunce e nomine. Nomina dell'Arcivescovo di Modena-Nonantola (Italia), Bollettino. Sala stampa della Santa Sede. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  2. ^ "Coraggio, non avere paura". In Vaticano la consegna del pallio a mons. Erio Castellucci da parte di papa Francesco, che ha rivolto alcune parole al nuovo arcivescovo di Modena-Nonantola Archiviato il 23 dicembre 2015 in Internet Archive., in Nostro Tempo. Settimanale cattolico modenese, 5 luglio 2015.
  3. ^ Vescovi CEI - S.E. Mons. ERIO CASTELLUCCI, su www.chiesacattolica.it. URL consultato il 23 ottobre 2015.
  4. ^ forlitoday.it, http://www.forlitoday.it/cronaca/nomina-don-erio-castellucci-presidente-commissione-episcopale-cei.html.
  5. ^ Consegna delle insegne all'Arcivescovo di Modena, su ordinedimaltaitalia.org. URL consultato il 6 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2017).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN15029165 · ISNI (EN0000 0000 7844 0090 · SBN IT\ICCU\CFIV\116444 · GND (DE136405096 · BNF (FRcb14637915k (data) · WorldCat Identities (EN15029165