Ermenegildo Zegna (imprenditore 1955)

Ermenegildo Zegna (Torino, 30 settembre 1955) è un imprenditore italiano, amministratore delegato dell'azienda d'abbigliamento Ermenegildo Zegna.

BiografiaModifica

Infanzia e formazioneModifica

Nato a Torino ma cresciuto a Biella,[1] è conosciuto con il diminutivo Gildo.[2] È nipote omonimo del fondatore della celebre azienda specializzata nell’abbigliamento di lusso maschile Ermenegildo Zegna, e figlio di Angelo Zegna, che oggi ricopre il ruolo di Presidente onorario.

Si laurea in economia nel 1978 presso l’Università di Londra per poi frequentare un master in management presso la Harvard Business School.[3][2]

Sposato con Elena Capra, ha due figli: Edoardo e Angelo.[1][4]

CarrieraModifica

L’ingresso nell’azienda di famiglia avviene nel 1982 nel ruolo di presidente della Ermenegildo Zegna Corporation, divisione che controlla la distribuzione dei prodotti Zegna negli Stati Uniti e in Canada,[2] mentre dal 1986 al 1989 si occupa della distribuzione in Spagna come amministratore delegato di Italco.[3]

Dal 1989 fa parte del consiglio di amministrazione del Gruppo Ermenegildo Zegna; ne diviene amministratore delegato nel 1997.[2]

Sotto la sua guida, insieme al cugino Paolo Zegna nel ruolo di presidente, l’azienda porta avanti una strategia di verticalizzazione ed espansione del brand, oltre a inaugurare una lunga serie di acquisizioni di importanti marchi, come Agnona nel 1999, che segna il debutto del Gruppo Zegna nell’abbigliamento femminile;[5] l’azienda tessile vicentina Bonotto nel 2016;[6] il brand indiano Raghavendra Rathore Jodhpur e l’americana Thom Browne nel 2018;[7][8] l’azienda emiliana Dondi nel 2019.[9]

Nei primi anni Duemila, Zegna guida anche il debutto dell’azienda nel settore delle fragranze.[10]

Nel 2011 Gildo Zegna è insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.[11]

Oltre a ricoprire il ruolo di amministratore delegato dell’azienda di famiglia, Gildo Zegna è membro del Comitato Strategico e consigliere della Camera Nazionale della Moda Italiana e fa parte del Consiglio per le Relazioni fra Italia e Stati Uniti. Dal 2014 è nel consiglio di amministrazione di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e dal 2016 è consigliere di Tom Ford International.[2][3][12]

Ha ricevuto il Premio Leonardo 2015 dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per essersi distinto nella promozione del Made in Italy nel mondo.[13][14]

OnorificenzeModifica

  Cavaliere del lavoro
— 30 maggio 2011[15]

NoteModifica

  1. ^ a b max, Zegna — Milano Fashion Global Summit, su www.fashionsummit.it. URL consultato il 28 agosto 2019.
  2. ^ a b c d e mffashion.com, https://www.mffashion.com/news/the-next/the-next-100-italy-alessandro-sartori-e-gildo-zegna-201806121236312818.
  3. ^ a b c FashionNetwork com, Elena Passeri, A Gildo Zegna il Premio Leonardo, su FashionNetwork.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  4. ^ Family business: i 16 eredi delle 8 famiglie della moda italiana, su Forbes Italia, 18 giugno 2019. URL consultato il 28 agosto 2019.
  5. ^ GRUPPO ERMENEGILDO ZEGNA: ACQUISIZIONE CONTROLLO AGNONA, su www1.adnkronos.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  6. ^ La manifattura Bonotto passa al gruppo Zegna: insieme per creare tessuti innovativi e per l’arredo, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 28 agosto 2019.
  7. ^ mffashion.com, https://www.mffashion.com/news/livestage/zegna-investe-nell-indiano-rathore-201806291602549345.
  8. ^ repubblica.it, https://www.repubblica.it/economia/rubriche/fashion-e-finance/2018/08/28/news/ermenegildo_zegna_sbarca_negkui_usa_e_acquista_thom_brown-205115723/.
  9. ^ corriere.it, https://www.corriere.it/moda/news/19_luglio_08/zegna-compra-dondi-rafforza-sua-filiera-tessile-13fe76de-a184-11e9-acbd-9b1ee12e8baf.shtml.
  10. ^ pambianconews.com, https://www.pambianconews.com/2003/02/21/zegna-lancer-224-ad-aprile-il-primo-profumo-uomo-1569/.
  11. ^ Boglione, Paglieri e Zegna nuovi cavalieri del lavoro - Torino - Repubblica.it, su Torino - La Repubblica. URL consultato il 28 agosto 2019.
  12. ^ 2015 - Ermenegildo Zegna, su Comitato Leonardo. URL consultato il 28 agosto 2019.
  13. ^ ll presidente Mattarella assegna i premi Leonardo 2015: vincitore Ermenegildo Zegna, su Adnkronos. URL consultato il 28 agosto 2019.
  14. ^ DUESSE COMMUNICATION S.r.l, A Ermenegildo Zegna il Premio Leonardo 2015, su Business People. URL consultato il 28 agosto 2019.
  15. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato, su quirinale.it. URL consultato il 9 gennaio 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie