Apri il menu principale
Ernest Feydeau

Ernest-Aimé Feydeau (Parigi, 16 marzo 1821Parigi, 29 ottobre 1873) è stato uno scrittore francese.

Indice

BiografiaModifica

Figlio di un ufficiale napoleonico, sposò nel 1847 Agnès-Octavie Blanqui, figlia del noto rivoluzionario, la quale morì nel 1859 e Feydeau si risposò con una donna «galante», Léocadie Bogaslawa Zelewska, nipote del visconte di Calonne. Durante il loro matrimonio nacquero Georges (1862-1921), futuro commediografo di successo, e Valentine, nel 1866. Sembra che il padre naturale dei suoi figli fosse in realtà il duca de Morny.[1]

Ernest Feydeau ha legato la sua fama ai romanzi Fanny, un'analisi della gelosia, e Souvenirs d'une cocodette, écrits par elle-même, pubblicato postumo, che fecero scandalo. Descrisse anche i costumi delle popolazioni arabe colonizzate, secondo il gusto orientalizzante allora in voga.

Morì nel 1873 e fu sepolto nel cimitero di Montmartre. La vedova si risposò nel 1876 con Henry Fouquier.

ScrittiModifica

  • Fanny, Paris, Amyot, 1858
  • Les quatre saisons, Paris, Didier et compagnie, 1858
  • Alger, Paris, Michel Lévy Frères, 1862
  • Monsieur de Saint-Bertrand, Paris, Michel Lévy Frères, Paris, 1863
  • Le Secret du bonheur, Paris, Michel Lévy Frères, 1864
  • Histoire des usages funèbres et des sépultures des peuples anciens, Paris, Gide Libraire-éditeur, 1866
  • La Comtesse de Chablis, Paris, Michel Lévy Frères, 1868
  • Théophile Gautier. Souvenirs intimes, Paris, E. Plon et Cie, 1874
  • Souna. Moeurs arabes, Paris, Calmann Lévy, 1876
  • Mémoires d'une demoiselle de bonne famille, Bruxelles, Société des bibliophiles, chez Henry Kistemaeckers, 1877; 2a ristampa con il titolo Souvenirs d'une cocodette, écrits par elle-même, Bruxelles, Gay et Doucé, 1878

NoteModifica

  1. ^ Agnès de Noblet, Un univers d'artistes, 2003, p. 130.

BibliografiaModifica

  • Agnès de Noblet, Un univers d'artistes, Paris, L'Harmattan, 2003

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN76360292 · ISNI (EN0000 0001 2140 1418 · SBN IT\ICCU\SBLV\190966 · LCCN (ENno2001053944 · GND (DE117737119 · BNF (FRcb12182552c (data) · NLA (EN36187382 · CERL cnp00391246 · WorldCat Identities (ENno2001-053944