Apri il menu principale

Ernesto Valverde

allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo
Ernesto Valverde Tejedor
Шахтер-Атлетик (1).jpg
Valverde nel 2014
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 173 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Barcellona
Ritirato 1997 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1982-1983 Alavés B ? (?)
1982-1985 Alavés ? (?)
1985-1986 Sestao Sport 32 (6)
1986-1988 Espanyol 72 (16)
1988-1990 Barcellona 22 (8)
1990-1996 Athletic Bilbao 170 (44)
1996-1997 Mallorca 18 (2)
Nazionale
1986 Spagna Spagna U-21 1 (0)
1990 Spagna Spagna 1 (0)
Carriera da allenatore
1997-2000 Athletic Bilbao Giovanili
2000-2002 Athletic Bilbao Vice
2002-2003 Bilbao Athletic
2003-2005 Athletic Bilbao
2006-2008 Espanyol
2008-2009 Olympiakos
2009-2010 Villarreal
2010-2012 Olympiakos
2012-2013 Valencia
2013-2017 Athletic Bilbao
2017- Barcellona
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 maggio 2017

Ernesto Valverde Tejedor (Viandar de la Vera, 9 febbraio 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo, di ruolo attaccante, tecnico del Barcellona.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Giocò negli anni ottanta e novanta con Deportivo Alavés e Sestao, giungendo alla definitiva affermazione calcistica con la maglia dell'Espanyol e nel Barcellona. Con l'Espanyol firmò nel 1986 e raggiunse, perdendo, la finale della Coppa UEFA 1987-1988. Nel 1988 si trasferì al Barcellona, con cui vinse una Coppa delle Coppe e una Coppa di Spagna. Due anni dopo si trasferì all'Athletic Bilbao, dove rimase fino al 1996 e formò una valida coppia d'attacco con Cuco Ziganda, segnando 50 gol in 188 partite.

NazionaleModifica

Il 10 ottobre 1990 giocò la prima e ultima partita con la Nazionale spagnola, subentrando a venti minuti dal termine in una partita delle qualificazioni al campionato d'Europa 1992 vinta 2-1 contro l'Islanda a Siviglia.

AllenatoreModifica

Iniziò ad allenare nel settore giovanile dell'Athletic Club, per poi guidare la prima squadra tra il 2003 e il 2005. Dal 2006 al 2008 allenò l'Espanyol, con cui raggiunse la finale della Coppa UEFA 2006-2007, perdendo nuovamente. Nell'estate del 2008 ha firmato un contratto di due anni con l'Olympiakos, che ha condotto alla vittoria del campionato greco di calcio, ma subito dopo il club ha deciso di non rinnovargli il contratto per una disputa di natura economica.

Nella stagione 2009-2010 Valverde è stato poi assunto dal Villarreal, ma dopo la partita persa 2-0 contro l'Osasuna del 31 gennaio 2010 viene esonerato.[1] Il 7 agosto 2010 ritorna sulla panchina dell'Olympiakos,[2] con cui vince altri due campionati greci. Il 19 aprile 2012 annuncia le sue dimissioni per motivi personali.[3]

Il 3 dicembre 2012 viene ingaggiato dal Valencia in sostituzione di Mauricio Pellegrino, firmando un contratto fino al termine della stagione. Prende la squadra al dodicesimo posto in classifica, col bilancio gol fatti/gol subiti negativo, e la porta fino a giocarsi il quarto posto - l'ultimo valido per qualificarsi in Champions League - all'ultima giornata. Solo la sconfitta 4-3 contro il Siviglia e la contemporanea vittoria della Real Sociedad sul Deportivo La Coruña ferma la marcia del Valencia, che deve accontentarsi dell'Europa League. Amato dai tifosi del Valencia, che gli chiedono più volte di restare, lascia a fine stagione per tornare al suo amore di sempre: l'Athletic Bilbao.

Ritorna così nella squadra basca, otto anni dopo la sua prima esperienza, per sostituire Marcelo Bielsa. Al primo anno arriva 4º in campionato qualificandosi per la UEFA Champions League 2014-2015: dopo aver superato i preliminari contro il Napoli, arriverà 3° nel girone dietro a Porto e Šachtar e dall'Europa League uscirà subito ai Sedicesimi per mano del Torino. Il 30 maggio 2015 perde la finale di Coppa del Re contro il Barcellona per 1-3 ma si rifà il 14 agosto vincendo la Supercoppa contro i blaugrana per 4-0. Nelle stagioni seguenti seguono un 7°, un 5° e un altro 7º posto in campionato, un'eliminazione ai Quarti di Europa League 2015-2016 per mano del Siviglia e una ai Sedicesimi nel 2016-2017 per mano dell'APOEL Nicosia.

Dalla stagione 2017-18 è l'allenatore del Barcellona. Dopo aver perso la Supercoppa di Spagna contro il Real Madrid, chiude l'annata d'esordio con la vittoria della Coppa del Re superando in finale il Siviglia e del campionato con 14 punti di distacco dall'Atlético Madrid, mentre dalla Champions League è eliminato dalla Roma ai quarti di finale. Nell'estate del 2018 si aggiudica la Supercoppa sempre contro il Siviglia. Il 28 ottobre 2018 vince il "classico" contro i rivali del Real Madrid per 5-1 (nella stagione precedente aveva vinto la partita di andata per 0-3 e al ritorno era finita 2-2). Vincerà anche la partita di ritorno per 0-1 e anche la sfida contro i madrileni valida per la semifinale di ritorno della Coppa del Re per 0-3 (1-1 all'andata), per poi perdere la finale con il Valencia. In questa stagione Valverde guida i suoi alla vittoria della Liga con netto distacco da Atlético e Real, mentre in Champions è eliminato in semifinale per mano del Liverpool, che ribalta il 3-0 del Camp Nou con uno storico 4-0 ad Anfield Road.

StatisticheModifica

Statistiche da allenatoreModifica

Statistiche aggiornate al 25 maggio 2019. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazz.
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2003-2004   Athletic Bilbao PD 38 15 11 12 CR 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 39 15 11 13 38,46
2004-2005 PD 38 14 9 15 CR 8 4 2 2 CU 8 4 1 3 - - - - - 54 22 12 20 40,74
2006-2007   Espanyol PD 38 12 13 13 CR 2 0 1 1 CU 15 11 4 0 SS 2 0 0 2 57 23 18 16 40,35 11º
2007-mag. 2008 PD 38 13 9 16 CR 4 1 3 0 - - - - - - - - - - 42 14 12 16 33,33 12º
Totale Espanyol 76 25 22 29 6 1 4 1 15 11 4 0 2 0 0 2 99 37 30 32 37,37
2008-mag. 2009   Olympiakos SL 30 23 5 2 CG 7 4 2 1 UCL+CU 2+8 1+4 0+0 1+4 - - - - - 47 32 7 8 68,09
2009-gen. 2010   Villarreal PD 20 7 5 8 CR 4 1 2 1 UEL 8 5 0 3 - - - - - 32 13 7 12 40,63 Eson.
ago. 2010-2011   Olympiakos SL 30 24 1 5 CG 4 2 1 1 UEL 0 0 0 0 - - - - - 34 26 2 6 76,47
2011-2012 SL 30 23 4 3 CG 6 5 1 0 UCL+UEL 6+4 3+3 0+0 3+1 - - - - - 46 34 5 7 73,91
Totale Olympiakos 90 70 10 10 17 11 4 2 20 11 0 9 - - - - 127 92 14 21 72,44
dic. 2012-2013   Valencia PD 24 14 5 5 CR 4 2 1 1 UCL 2 0 1 1 - - - - - 30 16 7 7 53,33
2013-2014   Athletic Bilbao PD 38 20 10 8 CR 6 2 0 4 - - - - - - - - - - 44 22 10 12 50,00
2014-2015 PD 38 15 10 13 CR 9 4 3 2 UCL+UEL 8+2 3+0 2+1 3+1 - - - - - 57 22 16 19 38,60
2015-2016 PD 38 18 8 12 CR 6 4 0 2 UEL 14 8 3 3 SS 2 1 1 0 60 31 12 17 51,67
2016-2017 PD 38 19 6 13 CR 4 3 0 1 UEL 8 4 1 3 - - - - - 50 26 7 17 52,00
Totale Athletic Bilbao 228 101 54 73 34 17 5 12 40 19 8 13 2 1 1 0 304 138 68 98 45,39
2017-2018   Barcellona PD 38 28 9 1 CR 9 7 1 1 UCL 10 6 3 1 SS 2 0 0 2 59 41 13 5 69,49
2018-2019 PD 38 26 9 3 CR 9 5 1 3 UCL 12 8 3 1 SS 1 1 0 0 60 40 13 7 66,67
Totale Barcellona 77 54 18 5 17 12 2 3 22 14 6 2 3 1 0 2 119 81 26 12 68,07
Totale carriera 515 271 114 130 82 44 18 20 107 60 19 28 7 2 1 4 711 377 152 182 53,02

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Villarreal: esonerato Valverde, in ANSA, 31 gennaio 2010. URL consultato il 17 giugno 2012.
  2. ^ (EN) Valverde returns to troubled Olympiakos, in AFP, 7 agosto 2010. URL consultato il 17 giugno 2012.
  3. ^ UFFICIALE: Olympiakos, Valverde lascia: "È difficile per me", in Tutto Mercato Web, 19 aprile 2012. URL consultato il 17 giugno 2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica