Apri il menu principale

Ernst Happel

allenatore di calcio e calciatore austriaco
Ernst Happel
Ernst Happel 1978.jpg
Nazionalità Austria Austria
Altezza 178 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1959 - giocatore
1992 - allenatore
Carriera
Giovanili
1938-1942 Rapid Vienna
Squadre di club1
1943-1954Rapid Vienna177 (8)
1954-1956RC Parigi42 (9)
1956-1959Rapid Vienna63 (17)
Nazionale
1946-1958 Austria Austria 51 (5)
Carriera da allenatore
1962-1969 ADO Den Haag
1967 [1]S.F. Gales
1969-1973 Feyenoord
1973-1975 Siviglia
1975-1978 Bruges
1977-1978 Paesi Bassi Paesi Bassi
1979KRC Harelbeke
1979-1981 Standard Liegi
1981-1987 Amburgo
1987-1992 Swarovski Tirol
1992 Austria Austria
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Bronzo Svizzera 1954
Argento Argentina 1978
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ernst Happel (Vienna, 29 novembre 1925Innsbruck, 14 novembre 1992) è stato un allenatore di calcio e calciatore austriaco, di ruolo difensore.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Happel entrò giovanissimo nel settore giovanile del Rapid Vienna con cui debuttò nel 1942 a soli 17 anni. Atletico e abile nel palleggio divenne presto un beniamino dei tifosi che lo soprannominarono "Aschyl", per la somiglianza ad un attore turco, e "der Zauberer", il mago. Con i viennesi vinse i primi titoli, il campionato e la coppa nazionale, nel 1946, le prime manifestazioni organizzate dalla ricostituzione dell'Austria dopo il conflitto mondiale. Un suo gol al 90° valse l'affermazione nella finale di Mitropa Cup del 1951.

Fu convocato 51 volte per giocare nella Nazionale austriaca, con la quale disputò due fasi finali dei mondiali. Raggiunse il terzo posto ai Mondiali 1954 in Svizzera. In patria, dopo il bruciante 1-6 in semifinale contro i tedeschi occidentali, fu ingiustamente accusato di essere stato comprato, assieme all'amico portiere Zeman, e per tre anni rinunciò alle chiamate della nazionale. A fine carriera disputò anche i Mondiali 1958 in Svezia.

A livello di club giocò per 14 anni nel Rapid Vienna, dal 1943 al 1954 e dal 1956 al 1959, vincendo il campionato austriaco per ben 7 volte e costituendo un formidabile duo difensivo con Hanappi agendo prima da stopper e poi da battitore libero. Dal 1954 al 1956 Happel invece giocò nel Racing Parigi in Francia.

AllenatoreModifica

Dopo il ritiro dall'attività, Happel divenne uno dei migliori allenatori di sempre. Vinse il campionato nazionale in quattro paesi diversi, primo in Europa e unico insieme a Giovanni Trapattoni, Tomislav Ivić, José Mourinho e Carlo Ancelotti. Inoltre portò due squadre diverse alla vittoria in Coppa dei Campioni, anche in questo caso primo in Europa, eguagliato poi da Ottmar Hitzfeld, José Mourinho, Jupp Heynckes e Carlo Ancelotti. Nonostante la finale persa con il Bruges nel 1978, a tutt'oggi è l'unico allenatore ad aver disputato tre finali di Coppa dei Campioni con tre squadre diverse (Feyenoord, Bruges ed Amburgo). Infine condusse i Paesi Bassi al secondo posto ai Mondiali 1978. La sua prima squadra fu l'ADO Den Haag, nel 1962, club che portò alla vittoria in KNVB beker nel 1968 contro l'Ajax di Rinus Michels (alla quarta finale raggiunta).


Nel 1967, con l'ADO Den Haag nelle vesti del San Francisco Golden Gate Gales, partecipa all'unica edizione del campionato dell'United Soccer Association, lega calcistica nordamericana che poteva fregiarsi del titolo di campionato di Prima Divisione su riconoscimento della FIFA, nel 1967: quell'edizione della Lega fu disputata utilizzando squadre europee e sudamericane in rappresentanza di quelle USA, che non avevano avuto tempo di riorganizzarsi dopo la scissione che aveva dato vita al campionato concorrente della National Professional Soccer League. I Golden Gate Gales non superarono le qualificazioni per i play-off, chiudendo la stagione al secondo posto della Western Division.[2][3]

Dopo il Den Haag allenò il Feyenoord, campione d'Olanda e reduce dal "double" del 1968-1969, conducendolo alla vittoria della Coppa dei Campioni nel 1970 e la Coppa Intercontinentale nello stesso anno. Con la squadra di Rotterdam vinse anche il campionato nel 1971.

Ai Mondiali 1978 in Argentina, Happel fu il commissario tecnico della nazionale olandese con la quale raggiunse la finale contro l'Argentina, poi persa. Sempre uomo di poche parole, si dice che il discorso d'incoraggiamento nel pre-partita della finale 1978 sia stato solo: «signori, due punti». Curioso il fatto che egli fu il giustiziere proprio della nazionale del suo paese, l'Austria, sconfitta dalla sua Olanda con un sonoro 5-1.

Nella sua carriera come allenatore Happel lavorò per diversi club, tra i quali il Siviglia, il Bruges, con il quale vinse il campionato belga tre volte e raggiunse la finale di Coppa UEFA nel 1975-1976 e quella di Coppa dei Campioni nel 1977-1978, entrambe perse contro il Liverpool; e l'Amburgo, dal 1981 al 1987, vincendo la Bundesliga nel 1981-1982 e nel 1982-1983, la Coppa di Germania nel 1986-1987 e, nel 1982-1983, di nuovo la Coppa dei Campioni, 13 anni dopo il trionfo col Feyenoord. Nel 1987 Happel ritornò in Austria come allenatore dello Swarovski Tirol. Con questi vinse il campionato austriaco altre due volte (1989 e 1990) prima di diventare CT dell'Austria nel 1992; nello stesso anno, però, scomparve, stroncato da un cancro, all'età di 66 anni. Dopo la sua morte il più grande stadio d'Austria, il Prater-Stadion di Vienna, è stato ridenominato in suo onore Ernst Happel Stadion.

Nel 1999 i tifosi del Rapid Vienna lo hanno eletto come 2° miglior giocatore del secolo (Rapidler des Jahrhunderts).

StatisticheModifica

ClubModifica

In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie % Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
1962-1963   ADO Den Haag E 30 9 10 11 CO 5 4 0 1 - - - - - - - - - - 35 14 14 12 40,00 10º
1963-1964 E 30 12 6 12 CO 6 5 1 0 - - - - - - - - - - 36 17 7 12 47,22 10º
1964-1965 E 30 13 7 10 CO 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 32 14 7 11 43,75
1965-1966 E 30 15 9 6 CO 7 6 0 1 - - - - - - - - - - 37 21 9 7 56,76
1966-1967 E 34 18 10 6 CO 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 36 19 10 7 52,78
1967   G.G. Gales USA 14 5 3 4 - - - - - - - - - - - - - - - 14 5 3 4 35,71
1967-1968   ADO Den Haag E 34 15 11 8 CO 7 7 0 0 - - - - - - - - - - 41 22 11 8 53,66
1968-1969 E 34 12 13 9 CO 3 2 1 0 CdC 4 2 0 2 - - - - - 41 16 14 11 39,02
Totale ADO Den Haag 222 94 66 62 32 26 2 4 4 2 0 2 - - - - 258 122 68 68 47,29
1969-1970   Feyenoord E 34 22 11 1 CO 1 0 0 1 CC 9 5 2 2 CI 2 1 1 0 46 28 14 4 60,87
1970-1971 E 34 26 5 3 CO 4 2 1 1 CC 2 0 2 0 - - - - - 40 28 8 4 70,00
1971-1972 E 34 26 3 5 CO 2 1 1 0 CC 6 5 0 1 - - - - - 42 32 4 6 76,19
1972-1973 E 34 27 4 3 CO 3 2 0 1 CU 4 3 0 1 - - - - - 41 32 4 5 78,05
Totale Feyenoord 136 101 23 12 10 5 2 3 21 13 4 4 2 1 1 0 169 120 30 19 71,01
ago.-dic. 1973   Siviglia SD 14 5 4 5 CG 1 1 0 0 - - - - - - - - - - 15 6 4 5 40,00 Eson.
gen.-giu. 1974   Bruges DI 16[4] 7 2 7 CB+CLB 2+4 1+1 0+1 1+2 - - - - - - - - - - 22 9 3 10 40,91
1974-1975 DI 38 19 11 8 CB+CLB 2+2 1+1 1+0 0+1 - - - - - - - - - - 42 21 12 9 50,00
1975-1976 DI 36 22 8 6 CO 5 3 1 1 CU 12 6 2 4 - - - - - 53 31 11 11 58,49
1976-1977 DI 34 23 6 5 CO 6 6 0 0 CC 6 2 3 1 - - - - - 46 31 9 6 67,39
1977-1978 DI 34 22 7 5 CO 5 3 1 1 CC 9 5 0 4 - - - - - 50 29 11 10 58,00
lug.-ott. 1978 DI 10[5] 3 2 5 CO 2 2 0 0 CC 2 1 0 1 - - - - - 14 6 2 6 42,86 Eson.
Totale Club Bruges 168 96 36 36 28 18 4 6 29 14 5 10 - - - - 225 128 45 52 56,89
gen.-giu. 1979   KRC Harelbeke D2 30 11 2 17 - - - - - - - - - - - - - - - 30 11 2 17 36,67 11º
1979-1980   Standard Liegi DI 34 20 9 5 CO 7 4 2 1 CU 6 3 1 2 - - - - - 47 27 12 8 57,45
1980-1981 DI 34 18 6 10 CO 8 8 0 0 CU 8 4 3 1 - - - - - 50 30 9 11 60,00
Totale Standard Liegi 68 38 15 15 15 12 2 1 14 7 4 3 - - - - 87 57 21 19 65,52
1981-1982   Amburgo B 34 18 12 4 CG 6 5 0 1 CU 12 5 1 6 - - - - - 52 28 13 11 53,85
1982-1983 B 34 20 12 2 CG 4 2 1 1 CC 9 6 2 1 - - - - - 47 28 15 4 59,57
1983-1984 B 36 22 8 6 CG 5 3 1 1 CC 2 1 0 1 - - - - - 43 26 9 8 60,47
1984-1985 B 34 14 9 11 CG 1 0 0 1 CU 6 4 1 1 - - - - - 41 18 10 13 43,90
1985-1986 B 34 17 5 12 CG 1 0 0 1 CU 2 1 0 1 - - - - - 37 18 5 14 48,65
1986-1987 B 34 19 9 6 CG 6 6 0 0 - - - - - - - - - - 40 25 9 6 62,50
Totale Amburgo 206 110 55 41 23 16 2 5 31 17 4 10 - - - - 260 143 61 56 55,00
1987-1988   Swarovski Tirol 1D 36 11 15 10 CG 7 6 0 1 CdC 2 1 0 1 SA 1 0 0 1 46 18 15 13 39,13
1988-1989 1D 36 24 7 5 CG 7 5 1 1 - - - - - - - - - - 47 31 9 7 65,96
1989-1990 1D 36 23 9 4 CG 4 3 0 1 CC 4 2 1 1 SA 1 0 0 1 45 28 10 7 62,22
1990-1991 1D 36 21 9 6 CG 3 2 0 1 CC 4 2 1 1 SA 1 0 0 1 42 18 10 14 42,86
lug.-dic. 1991 1D 22 12 5 5 CG 1 0 0 1 CU 5 3 1 1 - - - - - 37 18 5 14 48,65 Eson.
Totale Swarovski Tirol 166 91 45 30 22 16 1 5 15 8 3 4 3 0 0 3 206 115 49 42 55,83
Totale carriera 1010 542 243 225 131 94 13 24 114 61 20 33 5 1 1 3 1 260 698 277 285 55,40

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ L'ADO Den Haag fu interamente ingaggiato per disputare il campionato USA 1967 nelle veci dei San Francisco Golden Gate Gales.
  2. ^ Happel’s “Monster” Dutchmen Take San Francisco By Storm, su Thesoccerobserver.com. URL consultato il 19 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2015).
  3. ^ San Francisco Gales Rosters, su Nasljerseys.com. URL consultato il 19 luglio 2015.
  4. ^ Dal primo gennaio 1974; 15° turno, cfr. (EN) Belgium » Eerste klasse A 1973/1974 » 14. Round, worldfootball.net.
  5. ^ Fino al 31 ottobre 1978; 10° turno, cfr. (EN) Belgium » Eerste klasse A 1978/1979 » 10. Round, worldfootball.net.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN77118237 · ISNI (EN0000 0000 1068 5710 · GND (DE119100169