Apri il menu principale

Erwin Ding-Schuler

chirurgo tedesco
Erwin Oskar Ding-Schuler

Erwin Oskar Ding-Schuler (Bitterfeld, 19 settembre 1912Freising, 11 agosto 1945) è stato un medico e chirurgo tedesco, un ufficiale delle Waffen-SS che raggiunse il grado di Sturmbannführer (maggiore).

È noto per aver eseguito esperimenti sui detenuti del campo di concentramento di Buchenwald.

CarrieraModifica

Ding-Schuler si unì al NSDAP nel 1932 e alle SS nel 1936. Nel 1937 si laureò e superò il suo secondo esame di stato in medicina. Autore di pubblicazioni scientifiche, nel 1939 divenne medico di campo a Buchenwald e capo della divisione per la febbre maculata e ricerca virale dell'Istituto di igiene Waffen-SS a Weimar-Buchenwald. Nel luglio del 1939 Ding-Schuler uccise il pastore Paul Schneider con un'overdose.[1][2] Fino al 1945 condusse ampi esperimenti medici (su circa 1.000 detenuti, molti dei quali persero la vita) nel Blocco 46 della Stazione Sperimentale, usando vari veleni e agenti infettivi per la febbre maculata, la febbre gialla, il vaiolo, il tifo e la colera.[3]

Erwin Ding-Schuler fu arrestato dalle truppe americane il 25 aprile 1945 e si suicidò l'11 agosto 1945.[4][5][6]

NoteModifica

  1. ^ Walter Poller:Arztschreiber in Buchenwald, Offenbach a. M.: Verlag Das Segel, 1960; (zitiert aus/nach: Prediger in der Hölle, Gedenkheft zur 25. Wiederkehr des Todestages von Paul Schneider, Verlag Kirche und Mann, Gütersloh)
  2. ^ Gedenkstätte Deutscher Widerstand - Home
  3. ^ Zenter, Christian and Bedürftig, Friedemann (1991). Encyclopedia of the Third Reich, p. 199. New York: Macmillan. ISBN 0-02-897502-2
  4. ^ Ernst Klee: Das Personenlexikon zum Dritten Reich. 2007, p. 111.
  5. ^ Eugen Kogon: Der SS-Staat. Das System der deutschen Konzentrationslager. 1974, p. 320.
  6. ^ Eugen Kogon, The Theory and Practice of Hell (1998) p. 265.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN52598079 · GND (DE123492270 · WorldCat Identities (EN52598079

Scrisse un libro contenente tutti gli esperimenti che faceva nei campi di concentramento, chiamato "Diario di ricerca del dott. Erwin Ding".

Schuler