Esperanza mía

serie televisiva

Esperanza mía è una telenovela argentina, i protagonisti di questa sono interpretati da Lali Espósito e Mariano Martinez. Viene trasmessa in Argentina dal 6 aprile 2015 sul canale El Trece.

Esperanza mía
logo della serie
Titolo originaleEsperanza mía
PaeseArgentina
Anno2015-2016
Formatoserial TV
Generetelenovela
Stagioni1
Puntate192
Durata45 minuti circa
Lingua originalespagnolo
Rapporto16:9, 1080p HD, 4K UHD
Crediti
Interpreti e personaggi
  • Lali Espósito: Julia "Esperanza" Albarracín
  • Mariano Martinez: Tomas Ortiz
  • Gabriela Toscano: Suor Clara
  • Ana Maria Picchio: Madre Superiora Concepción
  • Federico D'Elía: Jorge Correa
  • Ángela Torres: Lola Fiore
  • Tomas Fonzi: Máximo Ortiz
  • Natalie Pérez: Eva Monti
  • Carola Reyna: Suor Beatriz
  • Rita Cortese: Suor Genoveva
  • Alejandro Fiore: Pereyra
  • Michel Noher: Nicolás Aguilera
  • Mónica Cabrera: Juana
  • Karina K: Suor María
  • Laura Cymer: Suor Diana
  • Gipsy Bonafina: Suor Suplicio
  • Vanesa Butera: Suor Carmela
  • Leticia Siciliani: Suor Nieves
  • Franco Masini: Pedro Correa
  • Margarita Molfino: Corina
  • Stéfano de Gregorio: Federico Mineli
  • Florencia Ortiz: Alicia Correa
Casa di produzionePol-ka Producciones
Prima visione
Dal6 aprile 2015
Al14 gennaio 2016
Rete televisivaEl Trece

TramaModifica

Esperanza mia è una storia romantica che racconta la vita di Julia Albarracín, una ragazza cresciuta in un piccolo paesino con la sua madre adottiva, Blanca, che muore a causa delle sostanze tossiche usate nella fabbrica dove lavora. Julia è innamorata di Padre Tomas e per frequentarlo fingerà di essere una giovane novizia chiamata Esperanza. I due si conoscono casualmente a bordo di un bus in quanto Esperanza (alias Julia) è in fuga dalla sua città perché in possesso di prove riguardanti l'impresa dove sua madre lavorava. Di fatto la madre di Julia muore a causa dei materiali tossici usati dall'impresa stessa, il cui proprietario è proprio il fratello di Padre Tomas (il quale, ovviamente, non è a conoscenza delle malefatte del fratello).

Subito tra i due nasce una forte attrazione, che entrambi non prendono in considerazione perché estranei e, soprattutto, perché Julia scopre che Tomas è un prete (inizialmente crede stia andando a una festa in costume). Arrivata a Buenos Aires, l'unico appoggio di Julia è l'amica di sua madre, ovvero la Madre Superiora del Convento Santa Rosa (costruito dai genitori di Padre Tomas). Questa consiglia a Julia di nascondersi nel convento e farsi passare per una novizia, al fine d'incastrare gli assassini di sua madre. Nel convento, la vita per Julia, ovvero Esperanza, non è facile dato che deve adattarsi alla nuova vita e rispettare le regole del convento. Con l'aiuto di altre novizie (sue compagne di stanza) riesce a cambiare radicalmente la vita del convento e l'idea di una chiesa arcaica, rivoluzionando soprattutto il coro del convento stesso e portandolo persino alla vittoria in un concorso canoro.

Ma in convento Julia trova anche dei nemici, come il gruppo delle "Suore cospiratrici" - guidato da Suor Genoveva che cercano di mettere i bastoni fra le ruote alla novizia. Provano soprattutto a scoprire la verità al fine di controllare il convento e ristabilire un loro ordine, cacciare la Madre Superiora e anche Padre Tomas, che hanno una diversa concezione della fede. Per questo non si fermeranno fino a scoprire la verità su Esperanza/Julia e sulla sua falsa vocazione, oltre al suo amore per Tomas. Contemporaneamente, si sviluppano anche le storie degli alunni del collegio di Santa Rosa: tra questi vi sono Lola, Pedro, Fede ed altri che si intrecciano alla storia dei nostri protagonisti. Ma i guai non sono finiti qui, perché un'altra antagonista è proprio Eva, fidanzata ufficiale di Maximo, fratello di Padre Tomas nonché sua ex-fidanzata, ancora innamorata di lui, che lo perseguita e lo provoca continuamente (suscitando la gelosia di Esperanza/Julia). È proprio in questo complicato scenario che iniziano le avventure di Esperanza/Julia la quale, insieme a padre Tomas (che diventa in seguito il parroco del convento), rivoluziona la chiesa, scopre la verità sul suo passato (ovvero che è stata adottata e che la sua vera madre è una suora del convento, Suor Clara) e infine che sconvolge la vita di tutti con allegria, musica e soprattutto con l'amore.

Dopo varie peripezie, Tomas capisce di essere innamorato di Esperanza e vuole lasciare l'abito talare, così si reca a Roma in viaggio sacerdotale per lasciare la chiesa, mentre Nicolas si avvicina sempre di più a Esperanza, tanto da fare in modo che lei pensi che Tomas si sia dimenticato di lei, facendole recapitare lettere false. Nicolas dopo un po' di tempo chiede ad Esperanza di sposarlo e lei accetta pensando che Tomas l'abbia, appunto, dimenticata.

Ma Tomas, appena scopre del matrimonio, torna immediatamente a Buenos Aires per impedire le nozze. Il matrimonio doveva essere celebrato da Padre Joaquin, ma Tomas ne prende il posto, smascherando Nicolas. All'inizio della celebrazione nuziale, quando Esperanza vede Tomas non può credere ai suoi occhi, e nel momento che avrebbe dovuto pronunciare il "sì", fugge dalla chiesa inseguita da Tomas. Dopo questa scena piena di emozioni, Tomas scopre che Nicolas aveva inviato delle false lettere a Esperanza e, una volta scoperto l'inganno, Tomas le chiede finalmente la mano.

Il giorno stesso del loro matrimonio, Esperanza decide andare a trovare Blanca, sua madre, al cimitero, ma Nicolas, ancora fuggitivo, ne approfitta per rapirla. Appena Tomas lo scopre, la cerca dappertutto insieme a Jorge. Alla fine trovano Esperanza, mentre Nicolas finisce in prigione.

Dopo qualche giorno Esperanza e Tomas si sposano, e qualche mese dopo Esperanza capisce di essere rimasta incinta, per giunta di due gemelli.

Dopo tante difficoltà, finalmente Esperanza e Tomas vivono una vita felice con le loro due bambine gemelle.

Dopo un po' di tempo Esperanza comunica a tutti di aspettare 3 gemelli.

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV Argentina Prima TV Italia
Prima stagione 192 2015-2016 inedita

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione