Apri il menu principale
Esterino Montino

Sindaco di Fiumicino
In carica
Inizio mandato 11 giugno 2013
Predecessore Mario Canapini

Presidente della Regione Lazio
(ad interim)
Durata mandato 27 ottobre 2009 –
16 aprile 2010
Predecessore Piero Marrazzo
Successore Renata Polverini

Vice Presidente della Regione Lazio
Durata mandato 5 maggio 2008 –
24 ottobre 2009
Presidente Piero Marrazzo
Predecessore Massimo Pompili
Successore Luciano Ciocchetti

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIV e XV
Gruppo
parlamentare
DS-l'Ulivo, L'Ulivo-Partito Democratico
Incarichi parlamentari
  • Membro della 8ª Commissione permanente (Lavori pubblici e comunicazioni) del Senato
  • Membro della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Professione Libero professionista

Esterino Montino (Roma, 6 aprile 1948) è un politico italiano, dal 2013 sindaco di Fiumicino ed ex senatore.

CarrieraModifica

Eletto senatore per il partito dei Democratici di Sinistra nella XIV Legislatura (2001-2006), è stato confermato nella XV Legislatura (2006-2008) nelle liste dell'Ulivo.

È stato membro della 8ª Commissione permanente Lavori pubblici, comunicazioni del Senato. Membro della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

È stato dal maggio 2005 al marzo 2007 segretario della Federazione Romana dei Democratici di Sinistra. È stato Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma nell'anno del Giubileo.

Il 13 marzo 2008 diventa vicepresidente ed Assessore all'Urbanistica della Regione Lazio, prendendo il posto di Massimo Pompili.

Il 24 ottobre 2009 riceve da Piero Marrazzo, autosospesosi dall'incarico di Presidente della Regione Lazio perché coinvolto in uno scandalo, la delega per tutte le competenze in carico al presidente regionale.[1][2][3][4][5]

Il provvedimento è stato contestato da alcuni esponenti del Popolo della Libertà, in quanto l'autosospensione «non è prevista dallo statuto» regionale.[6][7] Il 27 ottobre a seguito delle dimissioni ufficiali di Marrazzo e il giorno dalla carica di Presidente della regione, si è aperta la strada alle elezioni anticipate.[8]

È stato Capogruppo PD della regione Lazio e dall'11 giugno 2013 è sindaco del comune di Fiumicino, rieletto nel giugno 2018 con il 57,22% dei voti.[9]

Vita privataModifica

È enologo, ha quattro figli ed è sposato in terze nozze con Monica Cirinnà,[10] consigliera comunale a Roma dal 1993 al 2013 e senatrice dal 2013.

NoteModifica

  1. ^ Lo stesso condominio del sequestro Moro, in La Repubblica, 24 ottobre 2009. URL consultato il 26 ottobre 2009.
  2. ^ "Siamo stati usati per ricattarlo" (La Stampa), 25 ottobre 2009. URL consultato il 26 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2009).
  3. ^ «Marrazzo, per l'incontro con il trans 5mila euro e una banconota arrotolata», su corriere.it. URL consultato il 28 ottobre 2009.
  4. ^ Marrazzo lascia: "Mi autosospendo. Una debolezza della mia vita privata", in La Repubblica, 24 ottobre 2009. URL consultato il 26 ottobre 2009.
  5. ^ "Lazio, Marrazzo si autosospende "È stata una debolezza privata"», in La Stampa, 24 ottobre 2009. URL consultato il 26 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2009).
  6. ^ Caso Marrazzo, il Pdl chiede elezioni. «Autosospensione incostituzionale», in Corriere della Sera, 25 ottobre 2009. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  7. ^ Marrazzo autosospeso, è polemica Gasparri: "Pronti ad azioni legali", Repubblica.it, 25 ottobre 2009. URL consultato il 28 ottobre 2009.
  8. ^ Marrazzo, ufficializzate le dimissioni. «Basta, voglio chiudere con la politica», in Corriere della Sera, 27 ottobre 2009. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  9. ^ Fiumicino, è Montini-bis, su romatoday.it. URL consultato il 5 giugno 2019.
  10. ^ Mi presento..., Monica Cirinnà. URL consultato il 1º aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2012).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica