Eteocle (figlio di Evippe)

re di Orcomeno nella mitologia greca, figlio di Andreo

Eteocle (in greco antico: Ἐτεοκλῆς, Eteoklḕs) è un personaggio della mitologia greca. Fu re di Orcomeno[1].

Eteocle
Nome orig.Ἐτεοκλῆς
Caratteristiche immaginarie
Sessomaschio
Luogo di nascitaOrcomeno
Professionere di Orcomeno

GenealogiaModifica

Sua madre fu Evippe[1] mentre la paternità è incerta poiché Pausania non specifica se il padre sia Andreo o Cefiso, il dio del fiume attico Cefiso[2].

Eteocle morì senza aver avuto figli.

MitologiaModifica

Re di Orcomeno, fu considerato il fondatore di due tribù di Atene ed assegnò un po' della sua terra ad Almo, figlio di Sisifo, che si crede sia l'eponimo del villaggio Olmonas in quanto "Almones" era la presunta forma originale del nome.

Eteocle probabilmente fu anche il primo ad offrire sacrifici alle Cariti e ad aver riconosciuto in tre l'esatto numero delle dee[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c Pausania, Periegesi della Grecia IX, 34.9 e IX, 35.1
  2. ^ Pausania, Periegesi della Grecia IX, 34.9
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca