Apri il menu principale
Ettore Falconieri
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica leggera
Canzone napoletana
Rock
Periodo di attività musicale1954 – 1974

Ettore Falconieri (Capri, 13 novembre 1934) è un musicista italiano.

Soprannominato Bebè, è stato per anni il batterista del cantante Peppino Di Capri.

Indice

BiografiaModifica

Inizia la sua carriera attorno al 1954 fondando con l'amico d'infanzia Di Capri il duo caprese e in quei primi anni riscuotono molto successo nei vari locali notturni di Capri, Procida e Ischia[1]. Nel 1956 i due si esibiscono per la prima volta in televisione nella trasmissione Primo appaluso condotta da Enzo Tortora, esibendosi con Cry di Kohlman, si classificano primi ma al momento non ottengono contratti discografici[2]. Nel 1958 in seguito alla fondazione dei Rockers, Falconieri accompagnerà Di Capri in tutte le esibizioni live e le incisioni del cantante, anche successivamente al 1968 quando con il cambiamento di alcuni musicisti la denominazione cambierà in I new rockers[3]. Il batterista accompagnerà Di Capri fino al 1974, dopo oltre vent'anni di collaborazione. Verrà sostituito da Luciano Gargiulo. Si ritirerà a vita privata e attualmente vive ancora a Capri, alla Marina Piccola.

NoteModifica

  1. ^ Gianni Valentino, Magnifique Peppino Di Capri osa piano e big band come a Las Vegas, in La Repubblica.it, 22 maggio 2013. URL consultato il 15 agosto 2015.
  2. ^ Giuseppe Spasiano, A Los Angeles premiato Peppino Di Capri, in telestreetarcobaleno.tv= 24 febbraio 2012. URL consultato il 15 agosto 2015.
  3. ^ Giacomo Giogi, Uova strapazzate: Storia di un giorno duro con i Beatles, Lampi di stampa, 2014, ISBN 9788848816625.

BibliografiaModifica

  • Peppino di Capri, il sognatore Geo Nocchetti, Edizioni Rai/Eri, 2004
  • Peppino di Capri e i suoi Rockers Gianmarco Cilento, Graus edizioni, 2018
  • Peppino di Capri, la canzone napoletana si veste di Rock!, Fernando Fratarcangeli, pubblicato in Raro!, 1998
  • Peppino di Capri, i long playing Carisch, Fernando Fratarcangeli, pubblicato in Raro!, 2013
  • 1944-1963, i complessi musicali italiani, Maurizio Maiotti, Maiotti editore, 2010

Collegamenti esterniModifica