Apri il menu principale

Eugenio Boegan

esploratore e speleologo italiano
Eugenio Boegan

Eugenio Boegan (Trieste, 18751939) è stato un esploratore e speleologo italiano.

Inizia già da ragazzo l'esplorazione delle grotte del Carso, assieme ad altri coetanei con i quali costituisce il Club Alpino dei Sette. Alcuni anni dopo il gruppo confluisce nella Commissione Grotte della Società Alpina delle Giulie, della quale nel 1904 Boegan viene eletto presidente, ed ove porrà le basi di quello che successivamente diverrà il Catasto delle Grotte.

Numerosi i suoi studi e le sue pubblicazioni sia sulle cavità che sull'idrologia carsica, tra le quali quelle su varie grotte del Carso, sulle sorgenti di Aurisina e sul fiume sotterraneo Timavo.

La sua maggiore opera è però il libro Duemila grotte (sottotitolo Quarant'anni di esplorazioni nella Venezia Giulia), scritto assieme a Luigi Vittorio Bertarelli, all'epoca primo presidente del Touring Club Italiano, ed edito per la prima volta nel 1926 a cura dello stesso Touring Club Italiano. Il libro costituì un punto di riferimento nella speleologia moderna e rimane ancora oggi un esempio insuperato di monografia speleologica regionale.

La commissione grotte gli fu successivamente intitolata, ed oggi si chiama Commissione Grotte Eugenio Boegan.

BibliografiaModifica

  • Luigi Vittorio Bertarelli – Eugenio Boegan, Duemila Grotte, seconda ed., B & MM Fachin - Trieste, 1986.

Collegamenti esterniModifica

  • Biografia, su caisag.ts.it. URL consultato il 22 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2009).
  • Catasto grotte, su catastogrotte.it. URL consultato il 22 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2008).
Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 3493 512X
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie