Apri il menu principale

Eunomia (politica)

Il termine Eunomia (dal greco èu, buono, e nòmos, legge e quindi traducibile con "buon governo") è usato per indicare un sistema amministrativo, in cui gli enti pubblici sono rispettosi dei tempi di pubblicazione dei bilanci e consentono l'applicazione dei principi della trasparenza e del controllo da parte dei cittadini.

Storia del termineModifica

Il legislatore ateniese Solone utilizzò per la prima volta il termine nel suo Discorso sul buon governo, tenuto ad Atene nel 594 a.C. Nella politica soloniana, il termine indica il buon ordinamento che avrebbe consentito alla comunità della polis di vivere in pace e stabilità, evitando le guerre civili causate dall'ingiustizia e dall'abuso di potere, soprattutto da parte degli aristocratici. Solone scrisse anche un'opera chiamata Eunomia, in cui narrava gli esiti sulla popolazione del buongoverno e del malgoverno.

Altri progettiModifica