Euphorbia ankarensis

specie di piante
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Euforbia ankarensis
Euphorbia ankarensis ies.jpg
Euphorbia ankarensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Ordine Malpighiales
Famiglia Euphorbiaceae
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Euphorbiales
Famiglia Euphorbiaceae
Genere Euphorbia
Specie E. ankarensis
Nomenclatura binomiale
Euphorbia ankarensis
Boiteau, 1942

Euforbia ankarensis Boiteau, 1942 è una pianta della famiglia delle Euphorbiaceae, endemica del Madagascar.[2]

DescrizioneModifica

È una pianta succulenta con fusto non ramificato, alto sino a 70 cm.

Ha foglie caduche lanceolate, disposte a corona all'apice del fusto, di colore verde sulla faccia superiore e rosso-brunastre su quella inferiore, ricoperte da una fine peluria lanuginosa.

L'infiorescenza è un ciazio con brattee di colore dal rosa al verde, che formano un involucro a coppa attorno a un fiore femminile centrale, circondato da 5 fiori maschili.

Distribuzione e habitatModifica

L'areale di E. ankarensis è ristretto a tre località del Madagascar nord-occidentale.[1]

Il suo habitat tipico sono gli tsingy, caratteristiche formazioni rocciose calcaree di aspetto a guglia.

ConservazioneModifica

La IUCN Red List, per la ristrettezza e la frammentazione del suo areale, classifica E. ankarensis come specie in pericolo di estinzione (Endangered).[1]

Parte del suo areale ricade nella riserva speciale dell'Ankarana e nella riserva speciale di Analamerana.

La specie è inserita nella Appendice II della Convention on International Trade of Endangered Species (CITES)[3]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Haevermans, T. 2004, Euphorbia ankarensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ Euforbia ankarensis, in World Checklist of Selected Plant Families, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 16 aprile 2012.
  3. ^ CITES - Appendices I, II and III (PDF), in Convention On International Trade In Endangered Species Of Wild Fauna And Flora, International Environment House, 2011 (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2012).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica