Euphorbia balsamifera

specie di piante

Euphorbia balsamifera Aiton, 1789 è una pianta della famiglia delle Euphorbiaceae.[1]

Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Euphorbia balsamifera
Euphorbia balsamifera (Garafía) 01.jpg
Euphorbia balsamifera
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Ordine Malpighiales
Famiglia Euphorbiaceae
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Euphorbiales
Famiglia Euphorbiaceae
Genere Euphorbia
Specie E. balsamifera
Nomenclatura binomiale
Euphorbia balsamifera
Aiton, 1789

DescrizioneModifica

La pianta varia molto in altezza. Può essere descritto sia come cespuglio che cresce delicatamente sul terreno, sia come albero di dimensioni medie di 5 metri. Anche la forma degli stami e delle foglie differisce.

Il gambo della pianta misura 1 centimetro di diametro, essa è semisucculenta e non ha spine. È ricoperta di cicatrici fogliari trasversali. Il colore degli steli varia da grigio a terracotta. Sono frondosi alla base, diventando gradualmente più nodosi e molto grossi.

Le foglie sono lunghe 80 millimetri e larghe 4–8 millimetri. Sono verdi e lucidi, sessili, di forma variabile da lineare-lanceolata a lunga e ovale, raggruppate in cima agli steli.

Le infiorescenze sono cime terminali, di solito ridotte ad un singolo ciazio semi-sessile ampio 6 millimetri posto su ciascuno stelo. Il colore degli pseudo-petali è di un verde giallastro.

Il frutto della pianta è una grossa capsula verde lunga 10 millimetri e larga 9 millimetri, rosata-rossastra-verde quando matura. Ha dei lobi leggeri, è liscio o peloso e semi-sessile.

Il lattice lattiginoso dell’Euphorbia balsamifera è velenoso come in altre specie di euphorbia, ma non è così caustico. È ampiamente usato dai dentisti come anestetico per il trattamento della polpite dentale.

Distribuzione e habitatModifica

È diffusa dalla Penisola Araba al Sahara e alle Isole Canarie.

NoteModifica

  1. ^ Euphorbia balsamifera, in World Checklist of Selected Plant Families, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 29 gennaio 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica