Europa Verde

partito politico italiano

Europa Verde, ufficialmente Europa Verde - Verdi, è un partito politico ambientalista italiano. Il suo portavoce e leader è Angelo Bonelli, leader di lunga data della Federazione dei Verdi.

Europa Verde - Verdi
PresidenteFiorella Zabatta
Marco Boato
PortavoceAngelo Bonelli
StatoBandiera dell'Italia Italia
SedeVia Valenziani, 5 Roma
AbbreviazioneVerdi; EV
Fondazione5 aprile 2019 (lista)
10 luglio 2021 (partito)
Derivato daFederazione dei Verdi
IdeologiaAmbientalismo[1][2]
Europeismo[1][2]
Femminismo[1]
Progressismo[1]
CollocazioneCentro-sinistra[3][4]
CoalizioneAVS (dal 2022)
Partito europeoPartito Verde Europeo
Gruppo parl. europeoVerdi/ALE
Affiliazione internazionaleGlobal Greens
Seggi Camera
5 / 400
Seggi Senato
1 / 200
Seggi Europarlamento
0 / 76
[5]
Seggi Consigli regionali
7 / 896
TestataEcologica
Organizzazione giovanileGiovani Europeisti Verdi[6]
ColoriVerde
Sito webwww.europaverde.it

È stata istituita originariamente come lista elettorale in funzione delle elezioni europee del 2019.[7] I suoi soci fondatori sono stati la Federazione dei Verdi, Possibile, Green Italia e i Verdi del Sudtirolo/Alto Adige. In seguito, il cartello elettorale è stato riproposto in diverse elezioni regionali e locali. Diviene a tutti gli effetti partito politico il 10 luglio 2021, come trasformazione della Federazione dei Verdi e a seguito dell'Assemblea costituente svoltasi a Chianciano Terme.[8][9][10]

Dal luglio 2022 è alleato con Sinistra Italiana nella federazione politica Alleanza Verdi e Sinistra di ispirazione ambientalista e socialista democratica[11].

Storia modifica

Elezioni europee del 2019 modifica

Inizialmente la Federazione dei Verdi aveva trovato un accordo col movimento Italia in Comune di Federico Pizzarotti per le elezioni europee del 2019, ma successivamente naufraga per la decisione dello stesso Pizzarotti di sfilarsi dall'accordo per correre con +Europa di Emma Bonino[12][13]. Successivamente i Verdi hanno stretto un accordo elettorale con Possibile di Beatrice Brignone, che ha sottoposto l'alleanza a un voto interno tra i suoi membri agli Stati generali del 1º aprile 2019.[14][15]

Tuttavia, dopo che un articolo de Il Foglio ha riportato che due candidate della lista (Giuliana Farinaro ed Elvira Maria Vernengo) facevano parte del Fronte Verde (guidato da Vincenzo Galizia, ex leader della sezione giovanile del Movimento Sociale Fiamma Tricolore), Giuseppe Civati ha ritirato a mezzo stampa (seppur non formalmente) la sua candidatura[16][17][18].

Alle elezioni europee del 2019 la lista ottiene il 2,32% dei voti, risultato non sufficiente a superare la soglia di sbarramento del 4% imposta dalla legge elettorale, dove Civati è risultato il candidato più votato della lista con 12.247 preferenze[19].

Elezioni amministrative e regionali del 2020 modifica

Europa Verde si presenta in molte delle regioni al voto nel 2020, a sostegno dei candidati di centro-sinistra:

  • Alle elezioni regionali in Emilia-Romagna la lista di Europa Verde contribuisce alla vittoria di Stefano Bonaccini, raccogliendo 42.156 voti, pari all’1,95% ed eleggendo un consigliere regionale.
  • In occasione delle elezioni regionali in Toscana presenta la lista Europa Verde Progressista Civica a sostegno di Eugenio Giani, raccogliendo l'1,7% dei voti e non riuscendo ad eleggere alcun consigliere.
  • In Veneto presenta la lista Europa Verde - Lorenzoni Presidente, ottenendo l'1,69% dei voti e un seggio.
  • In Puglia presenta la lista Puglia Solidale Verde - insieme a Sinistra Italiana e PSI - a sostegno del governatore uscente Michele Emiliano. La lista raccoglie il 3,8% dei voti, non eleggendo nessun consigliere.
  • In Campania presenta la lista Europa Verde Campania - DemoS a sostegno del governatore uscente Vincenzo De Luca, raccogliendo l'1,82% ed eleggendo un consigliere.
  • In Liguria presenta la lista Europa Verde - DemoS - Centro Democratico a sostegno di Ferruccio Sansa, raccogliendo l'1,47% dei voti e non eleggendo nessun consigliere.
  • Nelle Marche presenta la lista Rinasci Marche - con +Europa e Civici - a sostegno di Maurizio Mangialardi, ottenendo il 2,8% dei voti e un seggio.
  • In Valle d'Aosta presenta la lista Progetto Civico Progressista - con Rete Civica e Partito Democratico - che ottiene il 15,7% e 7 seggi, di cui però nessuno al partito.

Nuove adesioni e assemblea costituente del 2021 modifica

Il 12 aprile 2021 l'europarlamentare Eleonora Evi (eletta con il Movimento 5 Stelle) aderisce ad Europa Verde.[20][21][22]

Il 10-11 luglio 2021 si è svolta l'assemblea costituente che ha sancito la nascita ufficiale del partito col nome di Europa Verde - Verdi. Sono stati inoltre eletti Eleonora Evi e Angelo Bonelli alla carica di portavoce, i delegati del consiglio federale nazionale e Marco Boato e Fiorella Zabatta alla carica di presidenti.[23][24][25][26][27][28]

Alle elezioni amministrative del 2021 Europa Verde sostiene con una propria lista il candidato del centro-sinistra Roberto Gualtieri a Roma[29], mentre a Milano appoggia il sindaco uscente Giuseppe Sala, il quale aveva dichiarato la propria adesione al Partito Verde Europeo nel marzo precedente[30]. Alle stesse elezioni il partito elegge 57 consiglieri in diverse città italiane, incluse Roma, Bologna, Napoli e Milano.[31]

Ingresso in Parlamento e alleanza con Sinistra Italiana modifica

All'inizio del 2022 Europa Verde, in vista dell'elezione del Presidente della Repubblica, sigla un patto di consultazione con Sinistra Italiana[32], presentato dai leader dei due partiti il 10 gennaio alla Camera.[33]

Il 23 gennaio 2022 i deputati Paolo Romano, Elisa Siragusa e Devis Dori si iscrivono al partito[34], mentre il 9 febbraio aderisce anche il deputato Cristian Romaniello[35], mentre il giorno successivo viene annunciata la costituzione della componente del gruppo misto alla Camera dei deputati "Europa Verde-Verdi Europei".[36][37]

Il 12 e 13 marzo a Roma si tiene la conferenza programmatica del partito “Italia senza Veleni[38][39]. Mentre il 30 dello stesso mese aderisce a EV anche la deputata espulsa del M5S Rosa Menga.[40]

In vista delle elezioni politiche anticipate del 25 settembre Europa Verde e Sinistra Italiana decidono di allearsi, dopo l’esperimento fatto alle amministrative di giugno, e così il 26 luglio, presso il Caffè della Casa del Cinema a Roma, i co-portavoce dei Verdi Eleonora Evi e Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, presentano il simbolo della lista rosso-verde “Alleanza Verdi e Sinistra”.[41] La lista raccoglierà il 3,63% alla Camera con 12 deputati eletti (6 di Europa Verde, 4 di Sinistra Italiana, 1 del Partito Progressista e 1 indipendente) che formano un proprio gruppo parlamentare e il 3,53% al Senato con 4 senatori eletti (2 di SI, 1 di EV e 1 indipendente) che formano una componente nel gruppo misto nella XIX legislatura.

A gennaio 2023 a sorpresa Angelo Bonelli annuncia il superamento dell'alleanza per far posto a un nuovo cartello elettorale in vista delle elezioni europee 2024.[42]

Elezioni regionali del 2023 e abbandono di Eleonora Evi modifica

Alle elezioni regionali del 2023 la lista Alleanza Verdi e Sinistra sostiene l'europarlamentare Pierfrancesco Majorino in Lombardia[43], raccogliendo il 3,2% dei voti ed eleggendo un consigliere regionale, Massimo Moretuzzo in Friuli Venezia-Giulia, raccogliendo il 2,03% ed elegge una consigliera di Sinistra Italiana, e il sindaco di Campobasso M5S Roberto Gravina in Molise, raccogliendo il 4,77% ma non eleggendo nessuno, e il sindaco di Rovereto Francesco Valduga alle elezioni provinciali in Trentino, eleggendo un consigliere per EV, ma nel Lazio si spacca: Europa Verde forma una lista con Possibile e Italia in Comune a sostegno del candidato del Partito Democratico e Azione - Italia Viva Alessio D’Amato, raccogliendo il 2,7% ed elegge uno in quota Sinistra Civica Ecologista, mentre Sinistra Italiana forma una lista a sostegno del candidato del Movimento 5 Stelle Donatella Bianchi.[44]

Il 30 novembre 2023 Eleonora Evi si dimette da co-portavoce del partito e lo abbandona, accusando, in una lettera aperta, il suo contitolare Angelo Bonelli di personalismo, paternalismo e pinkwashing; egli replica che il motivo invece è per divergenze politiche.[45][46][47]

Elezioni regionali del 2024 modifica

Alle elezioni regionali del 2024 AVS si ripresenta unita nella coalizione di centro-sinistra in Sardegna, Abruzzo (con Democrazia Solidale) e Basilicata (con Partito Socialista Italiano e Basilicata Possibile), ottenendo rispettivamente il 4,7% dei voti, eleggendo quattro consiglieri regionali di cui due di Europa Verde[48][49], il 3,57%, ottenendo l'elezione di un consigliere regionale in quota Europa Verde, e il 5,79%, elegendo un consigliere appartenente però al PSI.[50]

Struttura modifica

Portavoce modifica

Presidenti del Consiglio federale modifica

  • Marco Boato (dal 10 luglio 2021)
  • Fiorella Zabatta (dal 10 luglio 2021)

Tesoriere modifica

  • Francesco Maria Alemanni (dal 10 luglio 2021)

Comitato etico e scientifico modifica

Direzione nazionale modifica

È composta, oltre che dal co-portavoce, dai co-presidenti e dal tesoriere, da: Luana Zanella, Francesco Emilio Borrelli, Elena Grandi, Filiberto Zaratti, Fulvia Gravame, Gianluca Carrabs, Eleonora Evi, Domenico Lomelo, Sandra Giorgetti, Donato Lettieri, Elisa Romano, Alessandro Ronchi e Maurizia Punginelli. È composta anche dai portavoce dei Giovani Europeisti Verdi Francesca Cucchiara e Luca Boccoli.

Presidenti dei gruppi parlamentari modifica

Camera dei deputati modifica

Senato della Repubblica modifica

Nelle istituzioni modifica

Camera dei deputati modifica

Gruppo Alleanza Verdi e Sinistra

XIX legislatura
5 deputati

Senato della Repubblica modifica

Gruppo misto componente Alleanza Verdi e Sinistra

XIX legislatura
1 senatore

Risultati elettorali modifica

Elezione Voti % Seggi
Europee 2019 621.492 2,32
0 / 76
Politiche 2022 Camera In Alleanza Verdi e Sinistra
6 / 400
Senato In Alleanza Verdi e Sinistra
1 / 200

Note modifica

  1. ^ a b c d Europa Verde, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ a b (EN) Italy, su europeelects.eu. URL consultato il 2 ottobre 2022.
  3. ^ (EN) A Crowded and Complex Picture: Local Elections in Italy
  4. ^ (EN) Irene Landini e Aldo Paparo, Italy: Complete overturn among government partners – the League doubles, the M5S is halved, su cise.luiss.it.
  5. ^ L'eurodeputata Eleonora Evi rinuncia al seggio al Parlamento europeo perché eletta alla Camera dei Deputati il 13 ottobre 2022.
  6. ^ https://europaverde.it/2020/07/07/nascono-i-giovani-europeisti-verdi/
  7. ^ Europa Verde: un progetto comune di Verdi e Possibile per le Europee -, su Federazione Nazionale dei Verdi, 5 aprile 2019. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  8. ^ Criteri organizzativi di EUROPA VERDE (PDF), su europaverde.it. URL consultato il 25 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2021).
  9. ^ Iscrizione a Europa Verde, su europaverde.it.
  10. ^ Nasce Europa Verde,"rilanciamo ambientalismo politico" - Ambiente & Energia, su ANSA.it, 11 luglio 2021.
  11. ^ (EN) Italy, su parties-and-elections.eu. URL consultato il 29 settembre 2022.
  12. ^ Europee, Italia in Comune di Pizzarotti cambia idea: lascia i Verdi e fa l'alleanza con PiùEuropa. E correrà al fianco del Pd, su Il Fatto Quotidiano, 26 marzo 2019. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  13. ^ Andrea Gagliardi, Pizzarotti «lascia» i Verdi e si schiera con +Europa: in arrivo la lista per Strasburgo, su Il Sole 24 ORE, 26 marzo 2019. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  14. ^ Elezioni europee | Monica Frassoni (Verdi): “Andiamo oltre i luoghi comuni: l’ambientalismo non è (solo) di sinistra”, su Linkiesta.it, 5 aprile 2019. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  15. ^ La comunità di Possibile sceglie l'alleanza con i Verdi alle Europee, su Possibile, 31 marzo 2019. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  16. ^ Scissioni e liti. Il Foglio manda in tilt il fronte dei Verdi, su ilfoglio.it. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  17. ^ Civati si ritira dalle europee, «due di destra in lista», su il manifesto, 11 maggio 2019. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  18. ^ Europee, Civati ferma la campagna elettorale: "Due candidate di destra in lista con me. Poca chiarezza dai Verdi", su Il Fatto Quotidiano, 11 maggio 2019. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  19. ^ Franco Stefanoni, Elezioni europee, chi ha preso più preferenze: Salvini 2,2 milioni, Berlusconi 594 mila, Meloni 434 mila. Tutti i più votati, su Corriere della Sera, 27 maggio 2019. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  20. ^ HO TROVATO CASA, su eleonoraevi.com.
  21. ^ Ue: eurodeputata Evi (Verdi-Ale) aderisce a Europa Verde, su ansa.it.
  22. ^ L'eurodeputata Eleonora Evi eletta co-portavoce dei Verdi Europa Verde, su eunews.it.
  23. ^ L'eurodeputata Eleonora Evi eletta co-portavoce dei Verdi Europa Verde
  24. ^ Verdi italiani, congresso a Chianciano. Bonelli e l'ex 5s Evi co portavoce
  25. ^ Verdi: sì Assemblea a nascita Europa Verde-Verdi
  26. ^ Europa Verde, Bonelli ed Evi eletti nuovi co-portavoce al congresso di Chianciano
  27. ^ Nasce Europa Verde,"rilanciamo ambientalismo politico", su ANSA.
  28. ^ L’Assemblea costituente ha eletto i co-portavoce di Europa Verde-Verdi, su europaverde.it.
  29. ^ Europa Verde, Bonessio-Calcerano: al fianco di Gualtieri per apertura campagna elettorale, su RomaDailyNews, 2 settembre 2021. URL consultato il 3 settembre 2021.
  30. ^ L’addio al Pd. Il sindaco di Milano Beppe Sala passa ai Verdi europei, su L'Inkiesta, 12 marzo 2021.
  31. ^ Sorpresa: i Verdi tornano nei consigli comunali, su L'HuffPost, 20 ottobre 2021. URL consultato il 15 gennaio 2022.
  32. ^ Un patto di consultazione con Sinistra Italiana per il futuro Presidente della Repubblica dall’alta moralità, su Europa Verde, 10 gennaio 2022. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  33. ^ Quirinale, Verdi e Sinistra italiana: "No a Berlusconi presidente. Ora un campo largo col Pd", su la Repubblica, 10 gennaio 2022. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  34. ^ Per il Quirinale ritornano i Verdi, ecco chi sono i deputati che voteranno, su editorialedomani.it, 23 gennaio 2022. URL consultato il 23 gennaio 2022.
  35. ^ 9Colonne | CAMERA, ROMANIELLO ADERISCE A EUROPA VERDE
  36. ^ XVIII Legislatura - Deputati e Organi Parlamentari - Composizione Gruppi parlamentari
  37. ^ Alla camera dei deputati nasca la componente Europa Verde-Verdi Europei
  38. ^ Italia senza veleni - La Conferenza programmatica di Europa Verde, su Europa Verde, 28 febbraio 2022. URL consultato il 31 marzo 2022.
  39. ^ Giornata della Terra. La transizione è sempre più a rischio
  40. ^ Rosa Menga aderisce a Europa Verde - Verdi Europei, “Bella notizia che rafforza il nostro partito”
  41. ^ AMP | Anche la colomba arcobaleno nel simbolo unitario di Verdi e Sinistra italiana per le politiche, su rainews.it. URL consultato il 26 luglio 2022.
  42. ^ Angelo Bonelli e il dibattito sugli ambientalisti: “Alle Europee nuova lista dei Verdi aperta a chi produce", su Repubblica.it, 8 gennaio 2023. URL consultato il 9 gennaio 2023.
  43. ^ Facebook, su www.facebook.com. URL consultato il 23 aprile 2024.
  44. ^ I partiti hanno ufficializzato i loro candidati in Lombardia e Lazio, su Pagella Politica. URL consultato il 23 aprile 2024.
  45. ^ Eleonora Evi lascia la guida dei Verdi e si scaglia contro Bonelli: "Maschilista, io oscurata in gravidanza", su notizie.virgilio.it, 2 dicembre 2023. URL consultato il 4 dicembre 2023.
  46. ^ Verdi, Angelo Bonelli dopo l'addio di Eleonora Evi: «Patriarcato? Il motivo è politico», su Corriere della Sera, 1º dicembre 2023. URL consultato il 4 dicembre 2023.
  47. ^ Eleonora Evi si dimette da portavoce di Europa Verde: "E' un partito personale e patriarcale". Bonelli: "La parità? Non c'entra col suo addio", su Il Fatto Quotidiano, 30 novembre 2023. URL consultato il 23 aprile 2024.
  48. ^ Antonio Piu e Diego Loi
  49. ^ Sardegna, 36 seggi al centrosinistra e 24 al centrodestra, su Corriere della Calabria, 27 febbraio 2024. URL consultato il 27 febbraio 2024 (archiviato il 5 marzo 2024).
  50. ^ https://elezioni.interno.gov.it/regionali/scrutini/20240310/scrutiniRI130000000000
  51. ^ Nasce Europa Verde,"rilanciamo ambientalismo politico", su ansa.it, 11 luglio 2021. URL consultato il 6 settembre 2021.
  52. ^ Capogruppo di Alleanza Verdi e Sinistra alla Camera dei deputati.
  53. ^ Vice-capogruppo del Misto al Senato della Repubblica.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica