Apri il menu principale
Europop
ArtistaEiffel 65
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 novembre 1999Germania
30 novembre 1999 Stati Uniti
14 dicembre 1999 Canada
21 febbraio 2000 Regno Unito
Durata65:26
Dischi1
Tracce14
GenereEurodance[1][2]
Europop[1][2]
Italodance[1]
Dance[2]
Dance pop[2]
Eurodisco[3]
EtichettaUptown Records, Universal
Registrazione1998/1999
Certificazioni
Dischi d'oroArgentina Argentina[4]
(vendite: 30 000+)
Australia Australia[5]
(vendite: 35 000+)
Italia Italia[6]
(vendite: 50 000+)
Danimarca Danimarca[7]
(vendite: 25 000+)
Finlandia Finlandia[8]
(vendite: 21 712[9])
Polonia Polonia[10]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platinoCanada Canada[11]
(vendite: 100 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[12]
(vendite: 15 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[13]
(vendite: 3 000 000+)
Eiffel 65 - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2001)
Singoli
  1. Blue (Da Ba Dee)
    Pubblicato: 15 gennaio 1999
  2. Move Your Body
    Pubblicato: 26 ottobre 1999
  3. Too Much of Heaven
    Pubblicato: 20 marzo 2000
  4. My Console
    Pubblicato: 2000

Europop è l'album di esordio della band italiana eurodance Eiffel 65.

Indice

L'albumModifica

L'album, pubblicato in varie edizioni a seconda del paese, è interamente caratterizzato dall'utilizzo del vocoder e delle sonorità eurodisco[3] ed è stato supportato dall'estrazione di quattro singoli, i quali hanno riscosso un notevolissimo successo commerciale: "Blue (Da Ba Dee)", "Move Your Body", "Too Much of Heaven" e "My Console".

L'album riscosse un ottimo successo raggiungendo la posizione numero 4 della classifica americana Billboard 200 e entrando nella top 25 in numerosi paesi. Ha avuto molto successo anche in Nuova Zelanda.

TracceModifica

AmericaModifica

  1. Blue (Da Ba Dee) – 3:29
  2. Too Much of Heaven – 5:17
  3. Dub in Life – 3:57
  4. Living in a Bubble – 5:03
  5. Move Your Body – 4:28
  6. My Console – 4:13
  7. Your Clown – 4:09
  8. Another Race – 4:34
  9. The Edge – 4:20
  10. Now Is Forever – 5:44
  11. Silicon World – 4:31
  12. Europop – 5:28
  13. Hyperlink (Deep Down) – 4:57
  14. Blue (Da Ba Dee) (extended mix) – 4:43

EuropaModifica

  1. Too Much of Heaven (album mix) – 5:17
  2. Dub In Life (album edit) – 3:57
  3. Blue (Da Ba Dee) (DJ Gabry Ponte radio edit) – 4:43
  4. Living in a Bubble (album mix) – 5:03 (feat. Papa Winnie)
  5. Move Your Body (DJ Gabry Ponte original radio edit) – 4:28
  6. My Console (DJ Gabry Ponte Console mix) – 4:13
  7. Your Clown (Slow mix) – 4:09
  8. Another Race (album edit) – 4:34
  9. The Edge (album mix) – 4:20
  10. Now Is Forever (Electronic Ballad mix) – 5:44
  11. Silicon World (Main mix) – 4:31
  12. Europop (Album Kraft mix) – 5:26
  13. Hyperlink (Deep Down) (album cut) – 4:57
  14. Blue (Da Ba Dee) (extended mix) – 4:43

Disco bonus australianoModifica

  1. Nick Skitz Eiffel 65 Megamix - 7:35
  2. Blue (Da Ba Dee) (extended mix) - 6:29
  3. Blue (Da Ba Dee) (Molinaro Parade German cut) - 2:48
  4. Blue (Da Ba Dee) (TJM Bluemax 04 Extension remix) - 6:37
  5. Move Your Body (Paris remix) - 7:04
  6. Move Your Body (Claywork remix) - 6:28
  7. Europop (Parade mix) - 5:14

CuriositàModifica

  • Al minuto 0:40 della traccia Now Is Forever si può udire lo stesso effetto sonoro presente all'inizio della canzone Behind the Wheel dei Depeche Mode, contenuta nell'album Music for the Masses.
  • Il brano Now Is Forever è stato poi ripreso dal gruppo nel 2002 per realizzare una versione italiana intitolata Cosa resterà.

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Europop su Discogs
  2. ^ a b c d (EN) Europop, su AllMusic, All Media Network.
  3. ^ a b (EN) Chris Massey, Europop, PopMatters (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2009).
  4. ^ (ES) Gold & Platinum Discs, su CAPIF. URL consultato il 12 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2011).
  5. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2000 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 12 dicembre 2014.
  6. ^ positivalive.com, http://www.positivalive.com/portfolio/eiffel-65/.
  7. ^ (DA) Listen - Danmarks Officielle Hitliste - Udarbejdet af AIM Nielsen for IFPI Danmark - Uge 13, Ekstra Bladet, 2 aprile 2000.
  8. ^ Kultalevyjen myöntämisrajat, Musiikkituottajat. URL consultato il 7 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2015).
  9. ^ Eiffel 65, Musiikkituottajat.
  10. ^ (PL) Przyznane w 2000 roku, ZPAV. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  11. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 12 dicembre 2014.
  12. ^ (EN) Dean Scapolo, The Complete New Zealand Music Charts: 1966–2006, Wellington, Dean Scapolo and Maurienne House, 2007, ISBN 978-1-877443-00-8.
  13. ^ (EN) Europop – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 12 agosto 2016.
  14. ^ a b c d e f g h (NL) Eiffel 65 - Europop, Ultratop. URL consultato il 23 febbraio 2016.
  15. ^ a b (EN) Allmusic (Eiffel 65 charts & awards), All Music Guide.
  16. ^ a b c (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World, vol. 112, nº 12, Billboard, p. 53, ISSN 0006-2510 (WC · ACNP).
  17. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 27 February 2000 - 04 March 2000, Official Charts Company. URL consultato il 23 febbraio 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica