Apri il menu principale
Eurovision Song Contest 1977
ESC 1977 logotyp.png
EdizioneXXII (22ª)
PeriodoFinale
7 maggio 1977
SedeWembley Conference Centre, Londra, Regno Unito Regno Unito
PresentatoreAngela Rippon
Trasmissione TVBBC in Eurovisione
Partecipanti18 (La Tunisia Tunisia si è ritirata all'ultimo momento)
Paesi debuttanti-
RitiriJugoslavia Jugoslavia
RitorniSvezia Svezia
VincitoreFrancia Francia (5°)
con la canzone:
L'oiseau et l'enfant
SecondoRegno Unito Regno Unito
TerzoIrlanda Irlanda
Cronologia
19761978

Il ventiduesimo Gran Premio Eurovisione della Canzone si tenne a Londra (Regno Unito) il 7 maggio 1977.

StoriaModifica

Il concorso del 1977 fu rimandato di cinque settimane a causa di uno sciopero dei tecnici e dei cameraman della BBC; doveva, infatti, tenersi il 2 aprile. La Jugoslavia non partecipò al concorso mentre la Svezia ritornò. In un primo momento anche la Turchia sarebbe dovuta rientrare, ma alla fine si ritirò. La regola della lingua fu reintegrata: tutti i partecipanti avrebbero dovuto esibirsi nella lingua o in una delle lingue del loro paese. Tuttavia, sia al Belgio che alla Germania fu permesso di portare una canzone in inglese poiché avevano scelto i loro brani prima che la regola fosse ristabilita.

Dopo tre allegre canzoni pop, vinse una ballata. La Francia, infatti, vinse il “Gran Premio dell'Eurovisione” con il brano L'oiseau et l'enfant eseguito da Marie Myriam, che divenne una grande star in Francia. Monaco ottenne il quarto posto con il brano Une petite Française della famosa Michèle Torr, alla sua seconda partecipazione. Il Regno Unito si piazza nei primi quattro posti, per l'undicesima volta consecutiva. A rappresentare l'Italia troviamo Mia Martini col brano Libera; otterrà il tredicesimo posto. Per la prima volta doveva partecipare la Tunisia, ma si ritirò prima della gara senza aver scelto né canzone né interprete.

Stati partecipantiModifica

 

     Stati partecipanti

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non nel 1977

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione
  Austria Schmetterlinge Boom Boom Boomerang Tedesco, Inglese Interno
  Belgio Dream Express A Million in One, Two, Three Inglese Eurosong 1977, 5 febbraio 1977
  Finlandia Monica Aspelund Lapponia Finlandese Euroviisukarsinta 1977, 22 gennaio 1977
  Francia Marie Myriam L'oiseau et l'enfant Francese Finale nazionale, 6 marzo 1977
  Germania Silver Convention Telegram Inglese Interno
  Grecia Paschalis, Marianna, Robert & Bessy Mathima Solfège Greco Interno
  Irlanda The Swarbriggs Plus Two It's Nice to Be in Love Again Inglese National Song Contest 1977, 20 febbraio 1977
  Israele Ilanit Ahava Hi Shir Lishnayim Ebraico Interno
  Italia Mia Martini Libera Italiano Interno
  Lussemburgo Anne-Marie B Frère Jacques Francese Interno
  Norvegia Anita Skorgan Casanova Norvegese Melodi Grand Prix 1977, 19 febbraio 1977
  Paesi Bassi Heddy Lester De mallemolen Olandese Nationaal Songfestival 1977, 2 febbraio 1977
  Portogallo Os Amigos Portugal no coração Portoghese Festival da Canção 1977, 26 febbraio 1977
  Principato di Monaco Michèle Torr Une petite française Francese Interno
  Regno Unito (organizzatore) Lynsey de Paul & Michael Moran Rock Bottom Inglese A Song For Europe 1977, 9 marzo 1977
  Spagna Micky Enséñame a cantar Spagnolo Interno
  Svezia Forbes Beatles Svedese Melodifestivalen 1977, 26 febbraio 1977
  Svizzera Pepe Lienhard Band Swiss Lady Tedesco Concours Eurovision 1977, 19 gennaio 1977

Struttura di votoModifica

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite. I voti vengono attribuiti non in ordine crescente da 1 a 12 come oggi ma seguendo l'ordine di apparizione.

OrchestraModifica

Diretta dai maestri: Alyn Ainsworth (Belgio), Johnny Arthey (Lussemburgo), Anders Berglund (Svezia), José Calvario (Portogallo), Raymond Donnez (Francia), Maurizio Fabrizio (Italia), George Hadjinassios (Grecia), Ronnie Hazlehurst (Germania e Regno Unito), Rafael Ibarbia (Spagna), Peter Jacques (Svizzera), Noel Kelehan (Irlanda), Carsten Klouman (Norvegia), Christian Kolonovits (Austria), Yvon Rioland (Monaco), Ossi Runne (Finlandia), Eldad Shrem (Israele) e Harry van Hoof (Paesi Bassi).

ClassificaModifica

Stato Cantante Canzone Punti Posizione
01   Irlanda The Swarbriggs Plus Two It's Nice To Be In Love Again 119 3
02   Monaco Michèle Torr Une petite Française 96 4
03   Paesi Bassi Heddy Lester De mallemolen 36 12
04   Austria Schmetterlinge Boom Boom Boomerang 13 17
05   Norvegia Anita Skorgan Casanova 18 14
06   Germania Ovest Silver Convention Telegram 56 8
07   Lussemburgo Anne-Marie B Frère Jacques 17 16
08   Portogallo Os Amigos Portugal no coração 18 14
09   Regno Unito Lynsey De Paul & Mike Moran Rock Bottom 122 2
10   Grecia Pascalis, Marianna, Robert & Bessy Mathima solfege 92 5
11   Israele Ilanit Ahava hi shir la-shnayim 50 11
12   Svizzera Pepe Lienhard Band Swiss Lady 71 6
13   Svezia Forbes Beatles 2 18
14   Spagna Micky Enséñame a cantar 52 9
15   Italia Mia Martini Libera 33 13
16   Finlandia Monica Aspelund Lapponia 51 10
17   Belgio Dream Express A Million in One, Two, Three 70 7
18   Francia Marie Myriam L'oiseau et l'enfant 136 1


12 punti

N. A Da
6   Regno Unito Austria, Belgio, Francia, Lussemburgo, Portogallo, Principato di Monaco
4   Irlanda Israele, Norvegia, Regno Unito, Svezia
3   Francia Finlandia, Germania, Svizzera
2   Principato di Monaco Grecia, Italia
1   Belgio Paesi Bassi
1   Finlandia Irlanda
1   Grecia Spagna

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica