Apri il menu principale
Eurovision Song Contest 1980
EdizioneXXV (25ª)
PeriodoFinale
19 aprile 1980
SedeCongresgebouw, L'Aia, Paesi Bassi Paesi Bassi
PresentatoreMarlous Fluitsma
Trasmissione TVNOS in Eurovisione
Partecipanti19
Paesi debuttantiMarocco Marocco
RitiriIsraele Israele
Monaco Principato di Monaco
RitorniTurchia Turchia
VincitoreIrlanda Irlanda (2°)
con la canzone:
What's Another Year
SecondoGermania Ovest Germania Ovest
TerzoRegno Unito Regno Unito
Cronologia
19791981

Il venticinquesimo Gran Premio Eurovisione della Canzone si tenne a L'Aia (Paesi Bassi) il 19 aprile 1980.

Indice

StoriaModifica

Avendo vinto il concorso del 1978 e, quindi, ospitato quello del 1979, Israele rifiutò di organizzare il “Gran Premio dell'Eurovisione” del 1980. Fu chiesto al Regno Unito di organizzare il concorso, ma anch'esso si rifiutò; i Paesi Bassi si assunsero quest'onore, sebbene non avessero avuto molto tempo per la preparazione; infatti utilizzarono alcune parti della sequenza d'apertura e della scenografia della precedente edizione da loro ospitata nel 1976.

La televisione olandese scelse il 19 aprile come data del concorso; questo giorno, in Israele è il giorno in memoria dell'Olocausto: per tal motivo si ritirò dal concorso. Anche il principato di Monaco si ritirò dal concorso per non tornarvi più sino al 2004. La Turchia, invece, scelse di ritornare. Ma la sorpresa piacevole di quell'anno fu la partecipazione di un paese africano, il Marocco, che vi prese parte per la prima ed ultima volta; il re del Marocco, Hassan II, a fine concorso, visto il basso piazzamento del suo paese, decise che non avrebbe mai più partecipato al concorso. Il numero di partecipanti quell'anno fu di 19.

Il noto artista Johnny Logan e Chorus & Sax vinsero il “Gran Premio” con il brano Whats another year, rappresentando l'Irlanda, che divenne un grande successo in Europa e numero uno nelle classifiche britanniche. Partecipando per la terza volta, Katja Ebstein fu seconda con il brano Theater, per la Germania Ovest. Ogni paese portò un proprio presentatore per introdurre la canzone nella propria lingua madre; per l'Italia fu Beatrice Cori. L'Italia è sesta col brano Non so che darei, interpretato da Alan Sorrenti.

Stati partecipantiModifica

 

     Stati partecipanti

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non nel 1980

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione
  Austria Blue Danube Du bist Musik Tedesco Interno
  Belgio Telex Euro-Vision Francese Eurosong 1980, 24 febbraio 1980
  Danimarca Bamses Venner Tænker altid på dig Danese Dansk Melodi Grand Prix 1980, 29 marzo 1980
  Finlandia Vesa-Matti Loiri Huilumies Finlandese Euroviisukarsinta 1980, 8 marzo 1980
  Francia Profil Hé, hé M'sieurs dames Francese Finale nazionale
  Germania Katja Ebstein Theater Tedesco Ein Lied für Den Haag, 20 marzo 1980
  Grecia Anna Vissi Autostop Greco Finale nazionale, 10 marzo 1980
  Irlanda Johnny Logan What's Another Year Inglese Finale nazionale, 9 marzo 1980
  Italia Alan Sorrenti Non so che darei Italiano Interno
  Lussemburgo Sophie & Magaly Papa Pingouin Francese Interno
  Marocco Samira Said Bitaqat Hub Arabo Interno
  Norvegia Sverre Kjelsberg & Mattis Hætta Sámiid ædnan Norvegese[1] Melodi Grand Prix 1980, 22 marzo 1980
  Paesi Bassi (organizzatore) Maggie MacNeal Amsterdam Olandese Interno
  Portogallo José Cid Um grande, grande amor Portoghese Festival da Canção 1980, 7 marzo 1980
  Regno Unito Prima Donna Love Enough for Two Inglese A Song For Europe 1980, 26 marzo 1980
  Spagna Trigo Limpio Quédate esta noche Spagnolo Interno
  Svezia Tomas Ledin Just nu! Svedese Melodifestivalen 1980, 8 marzo 1980
  Svizzera Paola del Medico Cinéma Francese Concours Eurovision 1980
  Turchia Ajda Pekkan Pet'r Oil Turco Interno per l'artista; Şarkı Yarışması 1980 per il brano, 24 febbraio 1980

Artisti ritornantiModifica

  • Paola del Medico (Svizzera 1969)
  • Katja Ebstein (Germania 1970, Germania 1971)
  • Maggie McNeal (Paesi Bassi 1974 - insieme a Mouth)

Struttura di votoModifica

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite.

OrchestraModifica

Diretta dai maestri: Anders Berglund (Svezia), Allan Botschinsky (Danimarca), Jean Claudric (Marocco), John Coleman (Regno Unito), Norbert Daum (Lussemburgo), Javier Iturralde (Spagna), Sigurd Jansen (Norvegia), Noel Kelehan (Irlanda), Jorge Machado (Portogallo), Jick Nakassian (Grecia), Del Newman (Italia), Richard Österreicher (Austria), Atilla Özdemiroglu (Turchia), Peter Reber (Svizzera), Wolfgang Rödelberger (Germania), Ossi Runne (Finlandia), Sylvano Santorio (Francia) e Rogier van Otterloo (Paesi Bassi). La canzone belga non ha utilizzato l'accompagnamento orchestrale.

 
Johnny Logan che esulta per la vittoria con Marlous Fluitsma, la presentatrice della serata
 
Katja Epstein, seconda classificata, durante le prove

ClassificaModifica

Stato Cantante Canzone Punti Posizione
01   Austria Blue Danube Du bist Musik 64 8
02   Turchia Ajda Pekkan Pet'r Oil 23 15
03   Grecia Anna Vissi & The Epikouri Autostóp 30 13
04   Lussemburgo Sophie & Magaly Papa pingouin 56 9
05   Marocco Samira Bensaïd Bitaqat khub 7 18
06   Italia Alan Sorrenti Non so che darei 87 6
07   Danimarca Bamses Venner Tænker altid på dig 25 14
08   Svezia Tomas Ledin Just nu! 47 10
09   Svizzera Paola Cinéma 104 4
10   Finlandia Vesa-Matti Loiri Huilumies 6 19
11   Norvegia Sverre Kjelsberg & Mattis Hætta Sámiid Ædnan 15 16
12   Germania Ovest Katja Ebstein Theater 128 2
13   Regno Unito Prima Donna Love Enough For Two 106 3
14   Portogallo José Cid Um grande, grande amor 71 7
15   Paesi Bassi Maggie MacNeal Amsterdam 93 5
16   Francia Profil Hé hé, m'sieurs, dames 45 11
17   Irlanda Johnny Logan What's Another Year 143 1
18   Spagna Trigo Limpio Quédate esta noche 38 12
19   Belgio Telex Euro-vision 14 17

12 punti

N. A Da
7   Irlanda Belgio, Danimarca, Germania, Grecia, Norvegia, Regno Unito, Svizzera
4   Paesi Bassi Austria, Francia, Lussemburgo, Turchia
3   Germania Italia, Paesi Bassi, Spagna
2   Svizzera Finlandia, Irlanda
1   Italia Portogallo
1   Turchia Marocco
1   Regno Unito Svezia

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  1. ^ Il brano contiene parti cantante in joik, un canto tradizionale Sami.