Apri il menu principale
Eurovision Song Contest 1989
EdizioneXXXIV (34ª)
PeriodoFinale
6 maggio 1989
SedePalais de Beaulieu, Losanna, Svizzera Svizzera
PresentatoreLolita Morena
Jacques Deshenaux
Trasmissione TVSSR in Eurovisione
Partecipanti22
Paesi debuttanti-
RitorniCipro Cipro
VincitoreJugoslavia Jugoslavia (1°)
con la canzone:
Rock Me
SecondoRegno Unito Regno Unito
TerzoDanimarca Danimarca
Cronologia
19881990

Il trentaquattresimo Gran Premio Eurovisione della Canzone si tenne a Losanna (Svizzera) il 6 maggio 1989.

Indice

StoriaModifica

 

     Stati partecipanti che hanno già scelto l'artista e/o la canzone

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non nel 1989

Nel 1989 tutti e 21 i paesi dell'anno precedente parteciparono al concorso, più Cipro che fece il suo ritorno, portando il numero dei partecipanti a 22. La partecipante francese, Nathalie Paque, aveva 11 anni, mentre uno dei cantanti israeliani, Gili, ne aveva 12; l'EBU nel 1990 introdurrà la regola secondo la quale, l'età minima per partecipare al “Gran Premio dell'Eurovisione” è di 16 anni. Un'altra regola che venne introdotta era quella che prevedeva, in caso di pareggio, la vittoria della nazione che aveva ricevuto più volte i 12 punti; nel caso ci fosse stato ancora una situazione di pareggio, avrebbe vinto la nazione con più 10 punti.

Céline Dion, ospite della manifestazione, interpretò due canzoni: Ne partez pas sans moi, con la quale aveva vinto l'anno precedente, e Where does my heart beat now. Il “Gran Premio” fu vinto, a sorpresa, dalla Jugoslavia con la canzone Rock me interpretata da Riva. L'Italia si esibisce per prima e si piazza al nono posto con Anna Oxa e Fausto Leali, che interpretano il brano Avrei voluto.

Canzoni, autori, cantanti e nazioni in ordine di uscitaModifica

  1.   Avrei voluto (Franco Fasano, Franco Ciani e Franco Berlincioni) Fausto Leali e Anna Oxa - Italia
  2.   Derech ha'melech (Shaike Paikov) Gili & Galit - Israele
  3.   The Real Me (Kiev Connoly) Kiev Connoly & The Missing Passengers - Irlanda
  4.   Blijf zoals je bent (Cat Music & Jan Kisjes) Justine Pelmelay - Paesi Bassi
  5.   Bana Bana (Timur Selçuk) Grup Pan - Turchia
  6.   Door de wind (Stef Bos) Ingerborg - Belgio
  7.   Why Do I Always Get It Wrong? (John Beeby & Brian Hodgson) Live Report - Regno Unito
  8.   Venners nærhet (Leiv Grøtte & Inge Enoksen) Britt Synnøve - Norvegia
  9.   Conquistador (Pedro Luís e Ricardo) Da Vinci - Portogallo
  10.   En dag (Tim Norell, Ola Häkansson & Alexander Bard) Tommy Nilsson - Svezia
  11.   Monsieur (Gast Walzing, Maggie Park, Bernard Loncheval et Yves Lacomblez) Park Café - Lussemburgo
  12.   Vi maler byen rød (Keld Heick & Søren Bundgaard) Birthe Kjær - Danimarca
  13.   Nur ein Lied (Joachim Horn-Bernges und Dieter Bohlen) Thomas Forstner - Austria
  14.   La dolce vita (Turkka Mali & Matti Puurtinen) Anneli Saaristo - Finlandia
  15.   J'ai volé la vie (Sylvain Lebel, G. G. Candy et Guy Mattoni) Nathalie Pâque - Francia
  16.   Nacida para amar (Juan Carlos Calderón) Nina - Spagna
  17.   Apópse as brethoúme (Efi Meletiou & Efi Meletiou) Fani Polyméri & Yiánnis Savvidákis - Cipro
  18.   Viver senza tei (Marie-Louise Werth) Furbaz - Svizzera
  19.   Tó dikó sou astéri (Villy Saniánou, Mariána & Yiánnis Kyris) Marianna - Grecia
  20.   Það sem enginn sér (Valgeir Guðjónsson) Daníel Ágúst - Islanda
  21.   Flieger (Joachim Horn-Bernges und Dieter Bohlen) Nino De Angelo - Germania
  22.   Rock Me (Stevo Cvkic & Rajko Dujmic) Riva - Jugoslavia

Artisti ritornantiModifica

Quest'anno, nessun artista aveva partecipato prima del concorso.

Struttura di votoModifica

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite.

OrchestraModifica

Diretta dai maestri: Haris Andreadis (Cipro), Anders Berglund (Svezia), Juan Carlos Calderón (Spagna), Luis Duarte (Portogallo), Ronnie Hazlehurst (Regno Unito), Nikica Kalogjera (Jugoslavia), Benoît Kaufman (Lussemburgo, Danimarca e Svizzera), Noel Kelehan (Irlanda), Pete Knutsen (Norvegia), Henrik Krogsgård (Danimarca), Guy Matteoni (Francia), Mario Natale (Italia), Giorgos Niarchos (Grecia), Shaike Paikov (Israele), Ossi Runne (Finlandia), Timur Selçuk (Turchia), Freddy Sunder (Belgio) e Harry Van Hoof (Paesi Bassi). Le canzoni austriache, islandesi e tedesche non hanno utilizzato l'accompagnamento orchestrale.

ClassificaModifica

Posizione Punti Canzone Artista Nazione
1. 137 Rock Me Riva   Jugoslavia
2. 130 Why Do I Always Get It Wrong? Live Report   Regno Unito
3. 111 Vi maler byen rød Birthe Kjær   Danimarca
4. 110 En dag Tommy Nilsson   Svezia
5. 97 Nur ein Lied Thomas Forstner   Austria
6. 88 Nacida para amar Nina   Spagna
7. 76 La dolce vita Anneli Saaristo   Finlandia
8. 60 J'ai volé la vie Nathalie Pâque   Francia
9. 56 Avrei voluto
Tó dikó sou astéri
Fausto Leali e Anna Oxa
Marianna
  Italia
  Grecia
11. 51 Apópse as brethoúme Fani Polyméri & Yiánnis Savvidákis   Cipro
12. 50 Derech ha'melech Gili & Galit   Israele
13. 47 Viver senza tei Furbaz   Svizzera
14. 46 Flieger Nino De Angelo   Germania
15. 45 Blijf zoals je bent Justine Pelmelay   Paesi Bassi
16. 39 Conquistador Da Vinci   Portogallo
17. 30 Venners nærhet Britt Synnøve   Norvegia
18. 21 The Real Me Kiev Connoly & The Missing Passengers   Irlanda
19. 13 Door de wind Ingerborg   Belgio
20. 8 Monsieur Park Café   Lussemburgo
21. 5 Bana bana Grup Pan   Turchia
22. 0 Það sem enginn sér Daníel Ágúst   Islanda

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica