Apri il menu principale

Eusebio Di Francesco

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Eusebio Di Francesco
CSKA-Roma18 (7).jpg
Di Francesco nel 2018 da tecnico della Roma.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
1985-1987 Empoli
Squadre di club1
1987-1991 Empoli102 (3)
1991-1995 Lucchese139 (12)
1995-1997 Piacenza67 (5)[1]
1997-2001 Roma101 (14)
2001-2003 Piacenza61 (12)
2003-2004 Ancona10 (0)
2004-2005 Perugia35 (2)[2]
Nazionale
1998-2000 Italia Italia13 (1)
Carriera da allenatore
2008-2009Virtus Lanciano
2010-2011Pescara
2011Lecce
2012-2014Sassuolo
2014-2017Sassuolo
2017-2019Roma
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 marzo 2019

Eusebio Luca Di Francesco (Pescara, 8 settembre 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Indice

BiografiaModifica

Chiamato Eusebio in onore del grande calciatore portoghese,[3] Di Francesco è originario di Pescara.

È padre di Federico Di Francesco, giocatore del Sassuolo.[4]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

 
Un giovane Di Francesco all'Empoli tra gli anni 1980 e 1990

A 15 anni entra nelle giovanili dell'Empoli, insieme a Nicola Caccia[5]. Esordisce in Serie A a 18 anni con la maglia della formazione toscana nella stagione 1987-1988, collezionando una sola presenza. La stagione termina con la retrocessione della squadra empolese e l'anno successivo Di Francesco gioca 34 partite. Un'altra retrocessione porta l'Empoli e Di Francesco in Serie C1, dove disputa 33 partite la prima stagione e altrettante la seconda mettendo a segno rispettivamente 1 e 2 reti.

L'annata successiva passa alla Lucchese, in Serie B, disputando 4 stagioni da titolare e realizzando 12 reti, di cui 7 nel campionato cadetto 1994-1995.

 
Di Francesco con la maglia del Piacenza nell'estate 1996

Viene acquistato dal Piacenza in massima serie: gioca con la maglia biancorossa due stagioni con 5 reti in 67 partite[6][7], conquistando altrettante salvezze.

All'inizio della stagione 1997-1998 passa alla Roma[8], squadra con cui raggiunge il massimo risultato della propria carriera con la vittoria del campionato 2000-2001 e collezionando 168 presenze e 14 reti. Durante la sua permanenza a Roma gioca anche in Coppa UEFA e viene convocato in nazionale[9].

 
Di Francesco in azione alla Roma nel campionato 1998-1999

Torna al Piacenza nell'estate 2001[10] per rimanerci altre 2 stagioni fino al 2003 con 61 presenze e 12 reti. La stagione successiva passa all'Ancona e nel gennaio 2004 al Perugia, squadra in cui chiude la sua carriera da calciatore nel 2005.

NazionaleModifica

Nell'estate 1997 è inizialmente convocato in nazionale da Cesare Maldini per il Torneo di Francia, a cui rinuncia per disputare lo spareggio-salvezza del Piacenza contro il Cagliari.[11]

Esordisce in azzurro l'anno successivo, il 5 settembre 1998, durante la gestione di Dino Zoff, in occasione della partita di qualificazione all'Europeo 2000 contro il Galles.[12] Il 16 dicembre dello stesso anno realizza il suo unico gol in maglia azzurra contro una selezione di All Stars, in una partita amichevole celebrativa dei 100 anni della Federazione.[13]

In nazionale conta 16 convocazioni tra il 1997 e il 2000, con 13 presenze.

DirigenteModifica

Il 29 luglio 2005 diventa team manager della Roma[14], lasciando l'incarico il 31 luglio 2006. Il 1º agosto 2007 va a ricoprire il ruolo di direttore sportivo della Val di Sangro[15]; il 15 dicembre seguente, dopo l'esonero dell'allenatore Danilo Pierini, lascia l'incarico[16].

Il 18 settembre 2009 viene nominato direttore tecnico nel settore giovanile del Pescara subentrando a Cetteo Di Mascio[17].

AllenatoreModifica

LancianoModifica

Il 23 giugno 2008 è diventato l'allenatore del Lanciano[18]; il 27 gennaio 2009 viene esonerato e sostituito da Dino Pagliari[19].

PescaraModifica

Dal 12 gennaio 2010, subentra all'esonerato Antonello Cuccureddu ed è il nuovo allenatore della prima squadra del Pescara[20] ottenendo la promozione in serie B dopo i play-off[21]. Nel campionato successivo conduce la squadra al 13º posto, dopo aver a lungo conteso ad altre pretendenti i play-off; il 22 giugno 2011 risolve il contratto coi biancazzurri con un anno di anticipo, per aver accettato la proposta del Lecce che lo ha voluto alla guida tecnica della squadra. A Pescara viene sostituito da Zdeněk Zeman[22].

LecceModifica

Il 24 giugno 2011 diventa l'allenatore del Lecce[23]. Il 4 dicembre seguente, dopo la sconfitta per 4-2 contro il Napoli, con la squadra ultima in classifica con 8 punti e 9 sconfitte in 13 partite, viene esonerato dal Lecce e sostituito da Serse Cosmi[24][25]. A fine stagione il Lecce, pur autore di una notevole rimonta, retrocederà in Serie B arrivando al 18º posto.

SassuoloModifica

 
Di Francesco in veste di tecnico del Sassuolo nel 2014

Il 19 giugno 2012 diventa l'allenatore del Sassuolo[26]. Alla fine del girone d'andata, la squadra, con 48 punti conquistati, si laurea campione d'inverno[27]. Il 18 maggio 2013, a seguito della vittoria interna contro il Livorno per 1-0, il Sassuolo vince il campionato di Serie B conquistando la prima storica promozione nella massima serie italiana[28]. Il 28 gennaio 2014 viene esonerato dopo la sconfitta (3-1) sul campo del Livorno[29], per poi essere richiamato il 3 marzo successivo al posto del suo successore Alberto Malesani, con il quale il Sassuolo aveva perso 5 partite su 5[30]. Con una giornata d'anticipo, il Sassuolo riesce a salvarsi matematicamente dalla retrocessione con 34 punti fatti in 33 gare. Nella stagione 2015-2016 riesce a portare il Sassuolo in sesta posizione, conquistando la qualificazione ai preliminari della UEFA Europa League 2016-2017 (prima volta per la società). Nella stagione successiva guida la squadra al superamento dei preliminari di Europa League, accedendo così alla fase a gironi della competizione. In campionato nonostante tanti infortuni riesce a portare la squadra emiliana al dodicesimo posto.

RomaModifica

Il 12 giugno 2017, dopo aver rescisso consensualmente il contratto che lo legava al Sassuolo fino al 2019, diventa l'allenatore della Roma, firmando un biennale.[31] Chiude il suo primo campionato alla guida della squadra capitolina al terzo posto[32] e raggiunge, a 34 anni di distanza dall'ultima volta, la semifinale di Champions League, dopo una storica rimonta nei quarti di finale contro il Barcellona; i giallorossi verranno poi eliminati dal Liverpool nonostante la vittoria per 4-2 nella semifinale di ritorno, insufficiente a ribaltare il 2-5 dell'andata.[33] Il 18 giugno 2018 prolunga con il club capitolino fino al 2020.[34] Il 7 marzo 2019, dopo la sconfitta nel derby capitolino per 3-0 e l'eliminazione negli ottavi di finale di Champions League per mano del Porto, viene esonerato.[35]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1986-1987   Empoli A 0 0 CI 1 0 - - - - - - 1 0
1987-1988 A 1 0 CI 4 0 - - - - - - 5 0
1988-1989 B 34 0 CI ? ? - - - - - - 34+ 0+
1989-1990 C1 33 1 CI+CI-C ? ? - - - - - - 33+ 1+
1990-1991 C1 34 2 CI+CI-C ? ? - - - - - - 34+ 2+
Totale Empoli 102 3 5+ 0+ - - - - 107+ 3+
1991-1992   Lucchese B 33 2 CI ? ? - - - - - - 33+ 2+
1992-1993 B 34 3 CI 1 0 - - - - - - 35 0
1993-1994 B 36 0 CI ? ? - - - - - - 36+ 0+
1994-1995 B 36 7 CI ? ? - - - - - - 36+ 7+
Totale Lucchese 139 12 1+ 0+ - - - - 140+ 12+
1995-1996   Piacenza A 33 2 CI 1 0 - - - - - - 34 2
1996-1997 A 34+1 3+0 CI 1 0 - - - - - - 36 3
1997-1998   Roma A 33 4 CI 5 1 - - - - - - 38 5
1998-1999 A 33 8 CI 4 0 CU 7 0 - - - 44 8
1999-2000 A 30 2 CI 4 1 CU 7 0 - - - 41 3
2000-2001 A 5 0 CI 0 0 CU 1 0 - - - 6 0
Totale Roma 101 14 13 2 15 0 - - 129 16
2001-2002   Piacenza A 31 6 CI 3 1 - - - - - - 34 7
2002-2003 A 30 6 CI 1 0 - - - - - - 31 6
Totale Piacenza 128+1 17 6 1 - - - - 136 18
2003-gen. 2004   Ancona A 10 0 CI 1 0 - - - - - - 11 0
gen.-giu. 2004   Perugia A 12+2 1+0 CI 0 0 CU 2 0 - - - 16 1
2004-2005 B 23+3 1+0 CI 3 1 - - - - - - 29 2
Totale Perugia 35+5 2 3 1 2 0 - - 45 3
Totale carriera 515+6 48 29+ 4+ 17 0 - - 567 52+

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-9-1998 Liverpool Galles   0 – 2   Italia Qual. Euro 2000 -   85’
10-10-1998 Udine Italia   2 – 0   Svizzera Qual. Euro 2000 -   61’
18-11-1998 Salerno Italia   2 – 2   Spagna Amichevole -
16-12-1998 Roma Italia   6 – 2   World Stars Amichevole 1   46’
10-2-1999 Pisa Italia   0 – 0   Norvegia Amichevole -
27-3-1999 Copenaghen Danimarca   1 – 2   Italia Qual. Euro 2000 -
31-3-1999 Ancona Italia   1 – 1   Bielorussia Qual. Euro 2000 -   46’
28-4-1999 Zagabria Croazia   0 – 0   Italia Amichevole -   57’
5-6-1999 Bologna Italia   4 – 0   Galles Qual. Euro 2000 -
9-6-1999 Losanna Svizzera   0 – 0   Italia Qual. Euro 2000 -
8-9-1999 Napoli Italia   2 – 3   Danimarca Qual. Euro 2000 -   70’
23-2-2000 Palermo Italia   1 – 0   Svezia Amichevole -   46’
26-4-2000 Reggio Calabria Italia   2 – 0   Portogallo Amichevole -   76’
Totale Presenze 13 Reti 1

Statistiche da allenatoreModifica

Statistiche aggiornate al 7 marzo 2019. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazz.
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2008-2009   Lanciano 1D 20 6 3 11 CI-LP 4 1 3 0 - - - - - - - - - - 24 7 6 11 29,17 Eson.
gen.-giu. 2010   Pescara 1D 13+4[36] 7+2 3+2 3 CI-LP 5 4 1 0 - - - - - - - - - - 22 13 6 3 59,09 Suben., 2º (prom.)
2010-2011 B 42 14 11 17 CI 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 43 14 11 18 32,56 13º
Totale Pescara 55+4 21+2 14+2 20 6 4 1 1 - - - - - - - - 65 27 17 21 41,54
ago.-dic. 2011   Lecce A 13 2 2 9 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 15 3 2 10 20,00 Eson.
2012-2013   Sassuolo B 42 25 10 7 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 44 26 10 8 59,09 (prom.)
2013-2014 A 33 9 7 17 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 35 10 7 18 28,57 Eson., suben., 17º
2014-2015 A 38 12 13 13 CI 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 41 14 13 14 34,15 12º
2015-2016 A 38 16 13 9 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 40 17 13 10 42,50
2016-2017 A 38 13 7 18[37] CI 1 0 0 1 UEL 10 3 4 3 - - - - - 49 17 11 21 34,69 12º
Totale Sassuolo 189 75 50 64 10 5 0 5 10 3 4 3 - - - - 209 84 54 71 40,19
2017-2018   Roma A 38 23 8 7 CI 1 0 0 1 UCL 12 6 2 4 - - - - - 51 29 10 12 56,86
2018-mar. 2019 A 26 12 8 6 CI 2 1 0 1 UCL 8 4 0 4 - - - - - 36 17 8 11 47,22 Eson.
Totale Roma 64 35 16 13 3 1 0 2 20 10 2 8 - - - - 87 46 18 23 52,87
Totale carriera 340+4 141+2 85+2 114 25 12 4 9 30 13 6 11 - - - - 399 168 97 134 42,11

PalmarèsModifica

CalciatoreModifica

Roma: 2000-2001

AllenatoreModifica

ClubModifica

Sassuolo: 2012-2013

IndividualeModifica

2012-2013[38]
  • Football Leader: 1
2013 (The First Serie B)[39]
2015
2018

NoteModifica

  1. ^ 68 (5) comprendente lo spareggio salvezza contro il Cagliari nella stagione 1996-1997.
  2. ^ 40 (2) comprendenti lo spareggio salvezza-promozione contro la Fiorentina nella stagione 2003-2004 e i play-off di Serie B nella stagione 2004-2005.
  3. ^ Francesco Saverio Intorcia, Il viaggio di Di Francesco: "Dalla spiaggia al Sassuolo l'isola felice degli italiani", su repubblica.it, 23 ottobre 2015.
  4. ^ A Pescara sboccia un talento: Di Francesco sogna di seguire le orme di papà Eusebio, su goal.com, 9 maggio 2013.
  5. ^ Di Francesco e i suoi fratelli: Walter e Maurizio raccontano il piccolo Eusebio: "Ha iniziato da ciclista e ci piacerebbe se allenasse Federico", su gianlucadimarzio.com, 14 giugno 2017. URL consultato il 16 giugno 2017.
  6. ^ Rosa 1995-1996 storiapiacenza1919.it
  7. ^ Rosa 1996-1997 storiapiacenza1919.it
  8. ^ Marco Sicari, Sensi, tutto in 48 ore, in la Repubblica, 19 giugno 1997, p. 7, sez. Sport Roma. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  9. ^ Andrea Galdi, Andrea Sorrentino, Giallorossi tinti d'azzurro 'Felici a Zemanlandia', in la Repubblica, 5 ottobre 1997, p. 9, sez. Cronaca Roma. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  10. ^ Paolo Gentilotti, Hubner e Di Francesco: Piacenza spera, in La Gazzetta dello Sport, 11 luglio 2001, p. 11. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  11. ^ Italia in trappola. Maldini ha i nervi, in la Repubblica, 3 giugno 1997, p. 47.
  12. ^ Fabio Vergnano, Due jolly per l'Italia di Zoff, in La Stampa, 6 settembre 1998, p. 25.
  13. ^ Giancarlo Padovan, L' Italia fa la festa al resto del mondo, in Corriere della Sera, 17 dicembre 1998, p. 43. URL consultato il 14 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2015).
  14. ^ Stefano Boldrini, Spalletti-Roma: è già amore, in La Gazzetta dello Sport, 10 settembre 2005, p. 13. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  15. ^ Stefano De Cristofaro, Di Francesco: «Ho trovato programmi seri», in Il Centro, 8 agosto 2007, p. 25. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  16. ^ Terremoto Val di Sangro: via il tecnico Pierini, in Il Centro, 13 dicembre 2007, p. 29. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  17. ^ Luigi Di Marzio, Il Pescara ammaina la bandiera Di Mascio [collegamento interrotto], su ilcentro.gelocal.it, 19 settembre 2009. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  18. ^ Lanciano, ecco Di Francesco [collegamento interrotto], su corrieredellosport.it, 23 giugno =2008. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  19. ^ Di Francesco lascia il posto a Dino Pagliari, in Il Centro, 28 gennaio 2009. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  20. ^ Luigi Di Marzio, Il Pescara gioca la carta Di Francesco, in Il Centro, 13 gennaio 2010. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  21. ^ Varese e Pescara promosse in B, su repubblica.it, 13 giugno 2010. URL consultato il 13 giugno 2010.
  22. ^ L'ennesima ripartenza di Zeman Lo spettacolo ora è a Pescara, su gazzetta.it, 22 giugno 2011. URL consultato il 22 giugno 2011.
  23. ^ Di Francesco è il nuovo allenatore Archiviato il 20 marzo 2012 in Internet Archive. Uslecce.it
  24. ^ Serse Cosmi nuovo allenatore Archiviato il 5 dicembre 2011 in Internet Archive. uslecce.it, 4 dicembre 2011
  25. ^ Lecce, Cosmi nuovo allenatore - Via Di Francesco dopo il ko col Napoli sportmediaset.it, 4 dicembre 2011
  26. ^ Di Francesco erede di Pea per l'assalto Sassuolo alla A Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. corrieredellosport.it, 19 giugno 2012
  27. ^ SERIE B: SASSUOLO CAMPIONE D'INVERNO Sportmediaset.it
  28. ^ Serie B, Sassuolo e Verona promosse in A. Ascoli e Vicenza retrocesse Gazzetta.it
  29. ^ Comunicato ufficiale Archiviato il 1º febbraio 2014 in Internet Archive. Sassuolocalcio.it
  30. ^ Comunicato Ufficiale Archiviato il 4 marzo 2014 in Archive.is. Sassuolocalcio.it
  31. ^ Eusebio Di Francesco è il nuovo allenatore della Roma, 12 giugno 2017. URL consultato il 14 giugno 2017.
  32. ^ Sassuolo-Roma 0-1: autogol di Pegolo, giallorossi terzi, 20 maggio 2018. URL consultato il 21 maggio 2018.
  33. ^ Stefano Cantalupi, Champions, Roma-Liverpool 4-2: i Reds staccano il biglietto per la finale di Kiev, su gazzetta.it, 2 maggio 2018.
  34. ^ Eusebio Di Francesco prolunga il suo contratto fino al 2020 asroma.com
  35. ^ EUSEBIO DI FRANCESCO NON È PIÙ IL RESPONSABILE TECNICO DELL'AS ROMA asroma.com
  36. ^ Play-off
  37. ^ 1 sconfitta a tavolino nella gara interna contro il Pescara alla 2ª giornata di campionato
  38. ^ Panchina d'Oro, vince Conte, poi Montella e Mazzarri. Panchina d'argento a Di Francesco, su gazzetta.it, 3 marzo 2014.
  39. ^ Football Leader 2013: premiato Di Francesco, tecnico Sassuolo, su calciomercato.com. URL consultato il 30 marzo 2016.

BibliografiaModifica

  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Corriere dello Sport, 1999, p. 49.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica