Apri il menu principale
Every Where Is Some Where
ArtistaK.Flay
Tipo albumStudio
Pubblicazione2017
Durata44:36
GenereIndie rock
Pop rock
Alternative hip hop
EtichettaInterscope Records, Night Street Records
K.Flay - cronologia
Album precedente
Crush Me
Album successivo

Every Where Is Some Where è il secondo album in studio, ed il suo album di debutto per una etichetta major, dell'artista cantautrice statunitense K.Flay. L'album è stato pubblicato il 4 aprile 2017 con la Interscope Records e la Night Street Records di Dan Reynolds,[1] di cui è il primo album pubblicato e K.Flay è la prima artista sotto contratto.[2] Every Where Is Some Where è stato preceduto dai singoli "Blood In the Cut", "Black Wave" e "High Enough".

AccoglienzaModifica

Da parte di Metacritic, che assegna un giudizio normalizzato in centesimi sulla base di recensioni di pubblicazioni mainstream, l'album ha ricevuto un punteggio medio di 67 basato su 5 recensioni.[3]

BraniModifica

Informazioni reperite su Qobuz.[4]

  1. Dreamers – 3:34 (Template:Hlist) – Simon Says
  2. Giver – 3:34 (Template:Hlist) – Tommy English
  3. Blood In the Cut – 3:09 (Template:Hlist)JT Daly
  4. Champagne – 2:12 (Template:Hlist) – Daly
  5. High Enough – 3:51 (Flaherty)Mike Elizondo
  6. Black Wave – 3:38 (Template:Hlist) – English
  7. Mean It – 3:25 (Flaherty) – Elizondo
  8. Hollywood Forever – 3:04 (Template:Hlist) – Daly
  9. The President Has a Sex Tape – 2:51 (Flaherty) – English
  10. It's Just a Lot – 3:24 (Flaherty) – English
  11. You Felt Right – 3:21 (Template:Hlist) – Daly
  12. Slow March – 3:44 (Template:Hlist) – Daly

NoteModifica