Apri il menu principale
Expo 1986
Logo
Esposizione specializzata
StatoCanada Canada
CittàVancouver
TemaMondo in movimento - Mondo in contatto
Periododa 2 maggio
a 13 ottobre
Partecipanti54 Paesi
Visitatori22 milioni
Area70 ha
Cronologia
Precedente
Expo 1985
Giappone Tsukuba
Successiva
Expo 1988
Australia Brisbane
 

L'Esposizione internazionale del 1986 si è svolta a Vancouver, Canada, dal 2 maggio al 13 ottobre con il tema Mondo in movimento - Mondo in contatto e ha superato i 22 milioni di visitatori[1].

Indice

TemaModifica

L'esposizione del 1986 trattò l'argomento dei trasporti sotto il tema Mondo in movimento - Mondo in contatto. Tutti i padiglioni della Expo erano quindi incentrati sul movimento, delle persone come delle idee.

SitoModifica

La Expo 1986 venne organizzata sulla riva nota come False Creek, un tempo sede ferroviaria della Canadian Pacific Railway e di industrie. La zona venne scelta per la sua centralità e per il fatto che di lì a poco sarebbe stata attraversata dallo SkyTrain, una linea di monorotaia che si stava studiando in quegli anni e che avrebbe costituito il fiore all'occhiello del masterplan dell'esposizione, affidato all'architetto Bruno Freschi.

Per le esposizioni specializzate (o internazionali) i Paesi organizzatori avevano fino ad allora messo a disposizione degli espositori un grande spazio al coperto, condiviso quindi fra più Paesi. Grazie al grande sito scelto per la Expo 1986 gli architetti poterono proporre l'utilizzo di padiglioni modulari che avrebbero permesso ai partecipanti di scegliere ed occupare padiglioni individuali, di dimensioni e forme differenti a seconda delle necessità. Ad esempio il padiglione più ampio (14 moduli) venne condiviso tra gli stati americani di California, Oregon e Washington, l'URSS scelse un padiglione da 11 moduli, la Cina da 9 mentre l'Italia da 6.

PartecipantiModifica

Alla Expo 1984 presero parte 54 Paesi espositori.

Paesi partecipanti
Asia
  Brunei   Cina   Hong Kong   Indonesia
  Giappone   Corea del Sud   Malaysia   Pakistan
  Filippine   Arabia Saudita   Singapore   Sri Lanka
  Thailandia
Africa
  Costa d'Avorio   Egitto   Kenya   Senegal
Europa
  Belgio   Regno Unito   Cecoslovacchia   Francia
  Germania Ovest   Ungheria   Italia   Norvegia
  Romania   Spagna   Svizzera   URSS
  Jugoslavia
Americhe
  Antigua e Barbuda   Barbados   Canada   Costa Rica
  Cuba   Dominica   Grenada   Messico
  Montserrat   Perù   Saint Kitts e Nevis   Saint Lucia
  Stati Uniti   Saint Vincent e Grenadine
Oceania
  Australia   Papua Nuova Guinea   Tonga   Samoa
  Figi   Vanuatu   Nauru   Isole Salomone
  Isole Cook

Parteciparono ufficialmente anche i seguenti stati degli Stati Uniti:

Anche varie provincie e territori canadesi costruirono un padiglione proprio:

Tra le organizzazioni internazionali parteciparono:

Padiglioni NazionaliModifica

I Paesi dell'Organizzazione degli Stati dei Caraibi Orientali si unirono in un unico padiglione collettivo.
  • Pacifico del Sud
Tutte le nazioni oceaniche, meno l'Australia, organizzarono un padiglione comune.

Modifica

Il logo dell'esposizione internazionale di Vancouver riportava semplicemente la dicitura Expo 86. Nella sua semplicità però racchiudeva un significato ben preciso: le due cifre erano infatti formate da tre cerchi che rappresentavano i tre elementi in cui è possibile viaggiare e muoversi, terra, aria ed acqua, mentre la linea dritta simboleggiava la ricerca continua dell'eccellenza da parte dell'Uomo.

Selezione della città organizzatriceModifica

L'Ufficio Internazionale delle Esposizioni scelse la città canadese di Vancouver per l'organizzazione della Expo 1986 nel mese di novembre del 1980.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn86053101