Apri il menu principale
Eyalet di Niš
Eyalet di Niš – Bandiera
Nis Eyalet, Ottoman Balkans 1850s.png
Dati amministrativi
Nome completoEyalet-i Niş
Lingue ufficialiturco ottomano
Lingue parlateturco ottomano, serbo, bulgaro
CapitaleNiš
Dipendente daImpero ottomano
Politica
Forma di StatoEyalet
Forma di governoEyalet elettivo dell'Impero ottomano
Capo di StatoSultani ottomani
Nascita1846
Fine1864
Territorio e popolazione
Bacino geograficoSerbia, Bulgaria
Economia
Commerci conImpero ottomano
Religione e società
Religioni preminentiIslam, Cristianesimo ortodosso greco
Religione di StatoIslam
Religioni minoritarieCristianesimo ortodosso greco, Ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto daFictitious Ottoman flag 2.svg Eyalet di Monastir
Succeduto daImpero ottomano Vilayet del Danubio

L'eyalet di Niš (in turco: Eyalet-i Niş) o pascialato di Niš fu un eyalet dell'Impero ottomano, nell'area attuale della Serbia meridionale e della Bulgaria occidentale. Esso venne costituito nel 1846 ed il suo centro amministrativo era a Niš. Il pascialato di Niš venne incorporato nel Vilayet di Danubio nel 1864.

StoriaModifica

Nel 1861, Midhat Pasha venne posto a capo dell'Eyalet di Niš. Egli fu un riformatore influenzato da idee occidentali e pertanto il suo eyalet divenne capo di un movimento riformista all'interno dell'Impero ottomano, risolvendo velocemente problemi di comunicazioni e sicurezza, riuscendo a bloccare le incursioni di bande armate provenienti dalla Serbia. Secondo la sua biografia lodatoria stesa da suo figlio, "egli organizzò la gendarmeria locale, assicurò la raccolta pacifica delle tasse e mise fine a tutte le persecuzioni religiose."

Egli fondò scuole ed ospedali per i membri di tutti i gruppi religiosi presenti senza discriminazioni. Le riforme di Midhat ispirarono un vero e proprio rinnovamento del sistema ottomano, al punto che nel 1864 il consiglio del sultano decise che gli eyalet dovessero sostituiti da più grandi vilayet.

Il primo dei vilayet ad entrare in vigore fu proprio quello retto da Midhat Pasha e includeva l'ex eyalet di Niš oltre a gran parte dell'attuale Bulgaria e venne chiamato "vilayet del Danubio". Nei successivi tre anni, egli portò avanti una serie di lavori pubblici e fondò un giornale provinciale.[1]

Geografia antropicaModifica

Suddivisioni amministrativeModifica

I sanjak dell'Eyalet di Nis a metà Ottocento erano:[2]

  1. sanjak di Niš
  2. sanjak di Sofia
  3. sanjak di Samokov
  4. sanjak di Kyustendil

NoteModifica

  1. ^ Noel Malcolm, Kosovo: A short history, Washington Square, New York, New York University Press, 1998, p. 191, ISBN 0-8147-5598-4.
  2. ^ (EN) James Henry Skene, The three eras of Ottoman history, a political essay on the late reforms of Turkey, considered principally as affecting her position in the event of a war taking place, Chapman and Hall, 1851, p. 75.