Fábio Júnior

calciatore brasiliano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il cantante e attore brasiliano, vedi Fábio Jr..
Fábio Júnior
Fábio Júnior Pereira - AS Roma 1998-99.jpg
Fábio Júnior in azione alla Roma nel 1999
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 186 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Termine carriera 2017
Carriera
Giovanili
1994-1996Democrata-GV
Squadre di club1
1997-1999Cruzeiro40 (18)
1999-2000Roma16 (4)
2000Cruzeiro22 (9)
2001Palmeiras20 (3)
2002Cruzeiro25 (12)
2002-2003Vitória Guimarães4 (0)
2003-2004Atlético Mineiro34 (14)
2004Kashima Antlers13 (1)
2005Atlético Mineiro15 (3)
2005-2006Al-Wahda52 (15)
2005-2007Bochum31 (3)
2007-2008Hapoel Tel Aviv15 (5)
2008-2009Bahia17 (7)
2009Santo André14 (6)
2009-2010Brasiliense23 (10)
2010-2014América-MG122 (36)
2014non conosciuta Minas Boca11 (3)
2014Boa Esporte6 (1)
2015Guarani11 (0)
2016-2017Villa Nova9 (4)
Nazionale
1998-2000Brasile Brasile3 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 giugno 2016

Fábio Júnior Pereira, noto come Fábio Júnior (Manhuaçu, 20 novembre 1977), è un ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

Inizia la sua carriera nelle giovanili del Democrata, trasferendosi poi in quelle del Cruzeiro. Qui fa anche l'esordio in prima squadra, dove gioca su buoni livelli e riesce a guadagnarsi l'interesse dei grandi club d'Europa: nel gennaio del 1999 se lo aggiudicano gli italiani della Roma per 30 miliardi di lire,[1] nonostante il tecnico capitolino Zeman preferisse Andrij Ševčenko.[2] Il brasiliano sbarca a Roma con la fama del «nuovo Ronaldo»,[1] ma chiarisce subito di avere caratteristiche ben diverse dal più noto connazionale.[2]

Dopo una stagione e mezza globalmente deludente in maglia giallorossa, l'attaccante torna in Brasile nelle file del club che lo aveva lanciato, il Cruzeiro. Negli anni successivi gioca anche con Palmeiras, nuovamente col Cruzeiro, poi con il Vitória Guimarães e con l'Atlético Mineiro. Alla fine di questa esperienza tenta una nuova avventura all'estero firmando un contratto con i giapponesi del Kashima Antlers, dove segna un solo gol. Ritorna quindi per qualche mese all'Atlético Mineiro prima di trasferirsi negli Emirati Arabi Uniti, nelle file dell'Al-Wahda, dove resta per un anno.

Dopo la parentesi in Arabia il giocatore prova nuovamente ad affermarsi nel calcio europeo: ricomincia quindi dalla seconda divisione tedesca, nel Bochum, dove al primo anno gioca 15 partite e segna un gol. La squadra viene promosso e nella sua seconda stagione gioca 16 partite con 2 gol. Dopo questo biennio europeo cambia nuovamente squadra: nel 2007 si trasferisce in Israele, all'Hapoel Tel Aviv. Successivamente inizia una militanza in varie squadre brasiliane delle serie inferiore, stabilizzandosi nel 2010 all'América Mineiro di cui diventa capitano.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Cruzeiro: 2000

IndividualeModifica

1998

NoteModifica

  1. ^ a b Ernesto Menicucci, Fabio Junior torna a casa, in Corriere della Sera, 29 marzo 2003, p. 50 (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2009).
  2. ^ a b Vitali.

BibliografiaModifica

  • Cristian Vitali, Calciobidoni - Non comprate quello straniero, Piano B Edizioni, 2010.

Collegamenti esterniModifica