FA Premier League 1996-1997

edizione del torneo calcistico
FA Premier League 1996-1997
FA Carling Premiership 1996-1997
Competizione Premier League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 98ª (5ª di Premier League)
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 17 agosto 1996
all'11 maggio 1997
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Manchester Utd
(11º titolo)
Retrocessioni Sunderland
Middlesbrough
Nottingham Forest
Statistiche
Miglior giocatore Inghilterra Alan Shearer[1]
Miglior marcatore Inghilterra Alan Shearer (25)
Incontri disputati 380
Gol segnati 970 (2,55 per incontro)
Manchester United Football Club 1996-97.jpg
Una formazione del Manchester Utd vincitore dell'edizione.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1995-1996 1997-1998 Right arrow.svg

La FA Premier League 1996-1997 è stata la 98ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputato tra il 17 agosto 1996 e l'11 maggio 1997 e concluso con la vittoria del Manchester Utd, al suo undicesimo titolo, il secondo consecutivo.

Capocannoniere del torneo è stato Alan Shearer (Newcastle Utd) con 25 reti[2].

StagioneModifica

NovitàModifica

Al posto delle retrocesse Manchester City, QPR, Bolton sono saliti dalla First Division il Sunderland, il Derby County e, dopo i play-off, il Leicester City.

AvvenimentiModifica

Il campionato successivo ai fallimentari Europei ospitati vedeva come favorite le due rivali della scorsa stagione, i detentori del Manchester Utd e i rivali del Newcastle Utd, questi ultimi rinforzatisi con l'acquisto-record di Alan Shearer dal Blackburn. Fece notizia inoltre il mercato del rampante Chelsea che, affidata la panchina a Ruud Gullit, acquistò il campione d'Europa in carica Gianluca Vialli dalla Juventus e Gianfranco Zola dal Parma.

A comandare la classifica però per la prima parte di stagione fu il Liverpool che riuscìanche a piazzare una mini-fuga sulle rivali più accreditate. Faticarono i campioni in carica che vennero sconfitti 5-0 nello scontro diretto con i Magpies e addirittura per 6-3 dal modesto Southampton. Intanto arrivò uno scossone in casa Arsenal con l'ingaggio del nuovo allenatore, il francese Arsène Wenger, il quale riuscìrà a riportare il club a lottare per le posizioni di vertice.

All'inizio del 1997, a sorpresa Kevin Keegan si dimise dal ruolo di manager del Newcastle, dicendo di aver fatto il massimo per portare al successo il club; il suo successore fu Kenny Dalglish che di conseguenza lasciò il ruolo di direttore tecnico in un Blackburn per il quale i giorni migliori erano ormai alle spalle. Ma l'anno nuovo portò anche la rimonta dei ragazzi di Sir Alex Ferguson che presero la vetta del torneo non lasciandola più. Se un infortunio a Shearer precluse ogni speranza per i bianconeri, l'assenza finale di Robbie Fowler tagliò le gambe ai Reds che non riuscirono più a contendere la prima posizione ai mancuniani, che si aggiudicarono così il loro quarto titolo in cinque anni.

All'ultima giornata il Liverpool venne addirittura raggiunto e scavalcato per differenza reti dai Magpies, che riuscirono così a qualificarsi per la nuova Champions League. Il Chelsea rimediò a un campionato tutt'altro che esaltante con la vittoria della FA Cup, mentre il Leeds Utd, che chiuse l'era Wilkinson affidandosi a George Graham, concluse il campionato a metà classifica ma con il record negativo di appena 28 reti realizzate.

In coda cadde il Nottingham Forest cui non giovarono due avvicendamenti in panchina, e il neopromosso Sunderland che disputava l'ultima stagione nell'impianto di Roker Park. La terza squadra retrocessa fu a sorpresa il Middlesbrough che nonostante l'ingente mercato estivo e le reti di Fabrizio Ravanelli venne condannato da 3 punti di penalizzazione, inflitti dalla federazione per una richiesta tardiva di rinvio della gara contro i Rovers causa problemi fisici dei calciatori. Esultarono così Southampton e Coventry City, ancora una volta appena fuori dalla zona retrocessione.

Squadre partecipantiModifica

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Arsenal Stadium 5º posto in FA Premier League
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 4º posto in FA Premier League
Blackburn dettagli Blackburn Ewood Park 7º posto in FA Premier League
Chelsea dettagli Londra Stamford Bridge 11º posto in FA Premier League
Coventry City dettagli Coventry Highfield Road 16º posto in FA Premier League
Derby County dettagli Derby Baseball Ground 2º posto in First Division, promosso
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 6º posto in FA Premier League
Leeds Utd dettagli Leeds Elland Road 13º posto in FA Premier League
Leicester City dettagli Leicester Filbert Street 5º posto in First Division, promosso dopo i play-off
Liverpool dettagli Liverpool Anfield 3º posto in FA Premier League
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 1º posto in FA Premier League
Middlesbrough dettagli Middlesbrough Riverside Stadium 12º posto in FA Premier League
Newcastle Utd dettagli Newcastle upon Tyne St James' Park 2º posto in FA Premier League
Nottingham Forest dettagli Nottingham City Ground 9º posto in FA Premier League
Sheffield Weds dettagli Sheffield Hillsborough Stadium 15º posto in FA Premier League
Southampton dettagli Southampton The Dell 17º posto in FA Premier League
Sunderland dettagli Sunderland Roker Park 1º posto in First Division, promosso
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 8º posto in FA Premier League
West Ham Utd dettagli Londra Boleyn Ground 10º posto in FA Premier League
Wimbledon FC dettagli Londra Selhurst Park 14º posto in FA Premier League

AllenatoriModifica

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere[3]
Arsenal   Arsène Wenger   Ian Wright (23)
Aston Villa   Brian Little   Dwight Yorke (17)
Blackburn   Tony Parkes   Kevin Gallacher (10)
Chelsea   Ruud Gullit   Gianluca Vialli (9)
Coventry City   Ron Atkinson (1ª-12ª)
  Gordon Strachan (13ª-38ª)
  Dion Dublin (14)
Derby County   Jim Smith   Dean Sturridge (11)
Everton   Howard Kendall   Duncan Ferguson (10)
Leeds Utd   Howard Wilkinson (1ª-6ª)
  George Graham (6ª-38ª)
  Brian Deane (5)
Leicester City   Martin O'Neill   Steve Claridge (12)
Liverpool   Roy Evans   Robbie Fowler (18)
Manchester Utd   Alex Ferguson   Ole Gunnar Solskjær (18)
Middlesbrough   Bryan Robson   Fabrizio Ravanelli (16)
Newcastle Utd   Kenny Dalglish   Alan Shearer (25)
Nottingham Forest   Frank Clark (1ª-17ª)
  Stuart Pearce[4] (18ª-37ª)
  Dave Bassett (38ª)
  Kevin Campbell (6)
Sheffield Weds   David Pleat   Andy Booth (10)
Southampton   Graeme Souness   Matt Le Tissier (13)
Sunderland   Peter Reid   Craig Russell,
  Paul Stewart (4)
Tottenham   Gerry Francis   Teddy Sheringham (7)
West Ham Utd   Harry Redknapp   Paul Kitson (8)
Wimbledon FC   Joe Kinnear   Efan Ekoku (11)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Manchester Utd 75 38 21 12 5 76 44 +32
2. Newcastle Utd 68 38 19 11 8 73 40 +33
3. Arsenal 68 38 19 11 8 62 32 +30
4. Liverpool 68 38 19 11 8 62 37 +25
[5] 5. Aston Villa 61 38 17 10 11 47 34 +13
[6] 6. Chelsea 59 38 16 11 11 58 55 +3
7. Sheffield Weds 57 38 14 15 9 50 51 -1
8. Wimbledon FC 56 38 15 11 12 49 46 +3
[7] 9. Leicester City 47 38 12 11 15 46 54 -8
10. Tottenham 46 38 13 7 18 44 51 -7
11. Leeds Utd 46 38 11 13 14 28 38 -10
12. Derby County 46 38 11 13 14 45 58 -13
13. Blackburn 42 38 9 15 14 42 43 -1
14. West Ham Utd 42 38 10 12 16 39 48 -9
15. Everton 42 38 10 12 16 44 57 -13
16. Southampton 41 38 10 11 17 50 56 -6
17. Coventry City 41 38 9 14 15 38 54 -16
  18. Sunderland 40 38 10 10 18 35 53 -18
  19. Middlesbrough (-3) 39 38 10 12 16 51 60 -9
  20. Nottingham Forest 34 38 6 16 16 31 59 -28

Legenda:

      Campione d'Inghilterra e ammessa alla UEFA Champions League 1997-1998
      Qualificato al secondo turno di qualificazione della UEFA Champions League 1997-1998
      Ammesse alla Coppa delle Coppe 1997-1998
      Ammesse alla Coppa UEFA 1997-1998
      Retrocesse in First Division 1997-1998

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre vengono classificate secondo la differenza reti.

Note:

Il Middlesbrough ha scontato 3 punti di penalizzazione[8].

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Manchester United Football Club 1996-1997.

StatisticheModifica

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Fonte:[3]

Gol Rigori Giocatore Squadra
25 3   Alan Shearer Newcastle Utd
23 4   Ian Wright Arsenal
18   Robbie Fowler Liverpool
18   Ole Gunnar Solskjær Manchester Utd
17 1   Dwight Yorke Aston Villa
16   Les Ferdinand Newcastle Utd
16 3   Fabrizio Ravanelli Middlesbrough
14   Dion Dublin Coventry City
13 4   Matt Le Tissier Southampton
12   Steve Claridge Leicester City
12   Stan Collymore Liverpool
12   Juninho Paulista Middlesbrough
12 3   Dennis Bergkamp Arsenal
11   Efan Ekoku Wimbledon
11   Dean Sturridge Derby County
11 1   Christopher Roy Sutton Blackburn
11 3   Éric Cantona Manchester Utd

NoteModifica

  1. ^ (EN) England Player Honours - Professional Footballers' Association Players' Players of the Year, englandfootballonline.com. URL consultato il 31 agosto 2014.
  2. ^ Premier League & Football League Div 1 Leading Goalscorers 1993-2004, su rsssf.com.
  3. ^ a b (EN) Premier League 1996/1997 .:. Top scorers, worldfootball.net. URL consultato il 17 marzo 2020.
  4. ^ Allenatore-giocatore
  5. ^ Qualificata in Coppa UEFA 1997-1998 grazie al UEFA Fair Play ranking.
  6. ^ Vince la FA Cup
  7. ^ Vince la Football League Cup
  8. ^ Nel mese di dicembre la squadra fu penalizzata di tre punti per aver rifiutato di disputare un incontro con il Blackburn a causa di diversi giocatori infortunati.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio