Apri il menu principale

Fabio Marchese Ragona (Milano, 23 dicembre 1982) è un giornalista italiano.

È vaticanista di Mediaset e conduttore della rubrica Stanze Vaticane in onda sul canale all news di Mediaset TGcom24.[1]

BiografiaModifica

Nato a Milano ma cresciuto a Canicattì, in provincia di Agrigento, Fabio Marchese Ragona inizia la sua carriera come collaboratore di alcune tv locali siciliane. Si è iscritto alla facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università "La Sapienza" di Roma, seguendo il corso di laurea in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo, e si è laureato con una tesi su "La comunicazione della Guardia svizzera pontificia in occasione dei 500 anni del corpo". Dopo la laurea ha frequentato il Master in Giornalismo del "Campus Multimedia" dell'Università IULM di Milano.

Attività giornalistica (televisione)Modifica

Nel 2005 muove i primi passi in Rai, dove segue i funerali di Giovanni Paolo II e l'elezione di Papa Benedetto XVI per la trasmissione di Raidue, "Sulla Via di Damasco". Successivamente, a partire dal 2007, inizia a collaborare con la redazione milanese del Tg5.

Nel dicembre 2008 viene chiamato a Studio Aperto dal direttore Giorgio Mulé. Nel maggio successivo realizza un'intervista esclusiva al comandante della Guardia svizzera pontificia Daniel Rudolf Anrig, durante la quale il colonnello ha aperto alla possibilità di ammettere anche le donne nel corpo pontificio, possibilità che ha conosciuto opposizioni e critiche, venendo infine abbandonata.[2]

Nel 2010, chiamato da Mario Giordano, passa a NewsMediaset, testata Mediaset che fornisce servizi giornalistici ai telegiornali del gruppo. Segue per i tg del biscione il primo scandalo Vatileaks, le dimissioni di Papa Benedetto XVI e il conclave del marzo 2013 che ha eletto Papa Francesco. Con Giordano collabora anche alla stesura dei volumi editi da Mondadori Sanguisughe (nel 2011), Spudorati (nel 2012) e Tutti a casa (nel 2013).

Nel 2014, per volontà del direttore Alessandro Banfi, diventa curatore e conduttore della rubrica di TGcom24 Stanze Vaticane e realizza per Mediaset, il documentario "Il Sorriso di Karol"", in occasione della canonizzazione di Giovanni Paolo II[3]

Nel 2015, realizza la prima intervista televisiva in Italia a monsignor Krzysztof Charamsa, alcuni giorni dopo il coming-out del prelato gay dipendente del Vaticano. L'intervista è stata trasmessa dai tg delle reti Mediaset e dal programma di Retequattro, La strada dei miracoli[4]

Nel luglio 2016 per il programma di Canale 5, "Top Secret" curato e condotto da Claudio Brachino, realizza un'intervista esclusiva all'attentatore turco Mehmet Ali Ağca, durante la quale l'ex lupo grigio annuncia di voler diventare sacerdote.[5]

Nell'ottobre 2017 viene chiamato dal direttore Paolo Liguori nell'ufficio centrale di Tgcom24 con il ruolo di coordinatore centrale del canale.

Nominato caposervizio nell'aprile 2019 torna a NewsMediaset con il ruolo di vaticanista per Tg5, Tg4, Studio Aperto e Tgcom24.

Attività giornalistica (riviste e quotidiani)Modifica

È stato collaboratore del settimanale Panorama (dal 2009 al 2017) occupandosi principalmente di Vaticano, del settimanale L'Espresso e della rivista "Magazine" del Corriere della Sera.

Dal 2007 collabora con il mensile di cinema Ciak, curando la rubrica "Storie di locandine".

Dal marzo 2013, ha avviato una collaborazione, sempre per i temi vaticani, con il quotidiano Il Giornale.[6]

Per Il Giornale e per il settimanale Panorama nell'agosto 2013 si occupa della nomina pontificia della pr Francesca Immacolata Chaouqui, rendendo pubblici alcuni tweet compromettenti apparsi sul profilo della donna.[7][8] Articoli che finiranno al centro delle polemiche, fino all'arresto e alla condanna del tribunale vaticano, nel 2016, della giovane pr calabrese, nell'ambito del processo sul secondo scandalo Vatileaks.[9] Lo stesso Marchese Ragona, per quegli articoli, finirà al centro delle cronache, dopo l'inchiesta a carico di Chaouqui della Procura di Roma (inchiesta successivamente archiviata) per presunta induzione alla concussione.[10]

Nel dicembre 2017 ha realizzato per il settimanale Panorama un'intervista esclusiva in carcere a Gaetano Puzzangaro, uno dei quattro killer mafiosi del magistrato canicattinese Rosario Livatino. Nel colloquio, Puzzangaro ha dichiarato: "Oggi mi farei ammazzare piuttosto che rifare ciò che ho fatto, ho testimoniato per la causa di beatificazione di Livatino perché era doveroso, ma il mio più grande rammarico è non aver avuto il coraggio di chiedere scusa ai suoi genitori quando erano vivi. Oggi lo prego ogni domenica a Messa, la mia è una seconda conversione, un pentimento interiore".[11]

OpereModifica

PremiModifica

  • Premio San Giovanni Paolo II - Diocesi di Teggiano Policastro nel 2016[12]
  • Riconoscimento Giovanni Paolo II - Città di Bisceglie nel 2016[13]
  • Menzione speciale Premio cardinale Michele Giordano - Napoli nel 2017[14]
  • Premio Prestigio Professionale Iunior - Letizia Isaia nel 2017[15]
  • Premio Torre d'argento XXIX edizione - Città di Santa Maria di Licodia nel 2018[16]
  • Premio cardinale Michele Giordano VII edizione - Napoli nel 2019[17]

NoteModifica

  1. ^ http://www.video.mediaset.it/programma/stanze_vaticane/stanze-vaticane.html
  2. ^ Swiss Guard considers female recruits - Telegraph
  3. ^ http://www.video.mediaset.it/video/stanze_vaticane/full/458129/-il-sorriso-di-karol-….html
  4. ^ http://www.ilsussidiario.net/News/Cinema-Televisione-e-Media/2015/10/13/LA-STRADA-DEI-MIRACOLI-Anticipazioni-puntata-13-ottobre-2015-Medjugorje-e-l-intervista-a-Monsignor-Charamsa/646074/
  5. ^ Alì Ağca: "Caro Papa Francesco, fammi diventare prete"
  6. ^ http://www.ilgiornale.it/autore/fabio-marchese-ragona-53221.html
  7. ^ http://www.ilgiornale.it/news/interni/bertone-corrotto-tremonti-omo-frasi-choc-pr-papa-942436.html
  8. ^ http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/corvi-che-cinguettano-due-anni-fa-vaticanista-giornale-pubblic-114486.htm
  9. ^ http://www.corriere.it/cronache/16_luglio_07/vatileaks-assolti-giornalisti-nuzzi-fittipaldi-condannati-chaoqui-balda-211cb048-4457-11e6-a4dc-8aa8f57c2afd.shtml
  10. ^ http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_dicembre_01/vatileaks-2-cosi-francesca-chaouqui-ricattava-berlusconi-660e2856-97f2-11e5-b53f-3b91fd579b33.shtml
  11. ^ http://stanzevaticane.tgcom24.it/2017/12/21/ho-ucciso-il-giudice-livatino-oggi-lo-prego-e-non-mi-do-pace/
  12. ^ http://www.lacittadisalerno.it/cronaca/il-premio-san-giovanni-paolo-ii-a-padre-benedettini-e-vaticanisti-1.83370
  13. ^ http://www.bisceglielive.it/news/attualita/424883/news
  14. ^ http://www.ansa.it/campania/notizie/2017/03/29/ad-albanese-premio-card.-giordano-2017_19050f91-4919-4ea1-8503-f4101b63d8d3.html
  15. ^ http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/10/02/news/premio_isaia_letizia_tra_i_vincitori-177191525/
  16. ^ http://www.yvii24.it/santa-maria-di-licodia-successo-per-la-xxix-edizione-della-torre-dargento/
  17. ^ https://www.ilmattino.it/cultura/libri/premio_michele_giordano_2019_vince_marchese_ragona-4400824.html

Collegamenti esterniModifica