Apri il menu principale

Fabio Tricarico

calciatore italiano
Fabio Tricarico
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2010
Carriera
Squadre di club1
1988-1989 Trapani 20 (2)
1989 Inter 0 (0)
1989-1990 Castel di Sangro 6 (0)
1990-1991 Breno 15 (0)
1991-1993 Centese 58 (2)
1993-1994 Mantova 5 (0)
1994-1995 Spezia 32 (4)
1995-1997 Empoli 64 (2)
1996-2000 Torino 144 (3)
2001-2003 Sampdoria 21 (1)
2003-2005 Spezia 59 (0)
2005-2007 Monza 48 (3)
2007-2009 Renate ? (?)
2009-2010 Rhodense ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Fabio Tricarico (Milano, 27 novembre 1969) è un ex calciatore italiano.

CarrieraModifica

Giocava nel ruolo di centrocampista incontrista.

Dopo una iniziale esperienza di alcune stagioni sui campi della Serie C (Spezia, Mantova ed Empoli), raggiunge le Serie superiori proprio con gli azzurri toscani, allenati da Luciano Spalletti, con i quali esordisce in Serie B nel 1996-1997.

A La Spezia si mette in mostra con 4 reti nella stagione 1994/1995, una delle quali di testa segnata alla Pistoiese ed una con tiro dalla distanza nella gara casalinga contro la SPAL, conclusasi 2-1.

Nel dicembre 1994 segna anche nel 3-2 interno contro l'Alessandria. Gioca con continuità, mettendosi in mostra e raccogliendo in totale 32 presenze ed una rete pesante nella vittoria esterna per 0-1 contro l'Ospitaletto[1].

La sua carriera è molto lunga e gli ha consentito di giocare su tutti i campi dalla Serie A, dove ha militato con la maglia del Torino. Esordisce in Serie A con i granata nel 1999-2000, collezionando 27 presenze[2].

Tornerà a vestire la maglia dello Spezia nel biennio 2003-2005, sempre in Serie C1, raccogliendo 59 presenze in due stagioni[3]. Conquista con la maglia bianca dei liguri la Coppa Italia Serie C nella stagione 2004-2005.

Gioca altre 2 stagioni con il Monza in Serie C1, prosegue con un biennio al Renate in Serie D per poi disputare l'ultima stagione della sua carriera con la Rhodense in Promozione.

Dopo il ritiro ricopre il ruolo di osservatore per Torino e Catania; nel 2013 ricopre la carica di vicepresidente dell'Associazione "Free Players", che raccoglie ed allena calciatori svincolati[4]; dal 12 luglio 2013 diventa direttore sportivo (diploma conseguito il 20 aprile 2009 a Coverciano) del Seregno[5] in Serie D. Il 1º ottobre 2014 assume la medesima funzione alla Pro Patria di Busto Arsizio, firmando un contratto valido fino al 30 giugno 2015[6]. Il 22 maggio 2015, in seguito al coinvolgimento del dirigente della squadra lombarda nella nuova inchiesta sul calcioscommesse Dirty Soccer, viene esonerato[7].

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Empoli: 1995-1996
Spezia: 2004-2005

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica