Fabriano Basket

S.S. Fabriano Basket
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body thinsidesonwhite.png
Kit body basketball.png
Kit shorts blanksidesandhems.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body thinwhitesides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts whitesidesandhems.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Azzurro e Bianco.svg Bianco-azzurro
Dati societari
Città Fabriano
Nazione Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie A
Fondazione 1966
Rifondazione 2008
Denominazione Fabriano Basket (1966-2008)

Janus Basket Fabriano (2008-)

Impianto PalaGuerrieri
(4 050 posti)

La Società Sportiva Fabriano Basket è la principale società di pallacanestro maschile di Fabriano, in provincia di Ancona.

La società ha un passato in Serie A, in cui ha militato per sette campionati. Nel 2008 ha rinunciato alla Legadue, cedendo il titolo sportivo a Roseto.

Nel 2008 la società viene rifondata come ASd Blues Fabriano ed iscritta in Prima Divisione. Nel 2011 nasce il progetto "Janus Basket Fabriano".

Nel 2020-21 la squadra milita in serie B

StoriaModifica

le originiModifica

 
La squadra del debutto in A2, stagione 1979-80.

Fondato nel 1966, è approdato in Serie A2 nel 1979-80. Con Alberto Bucci in panchina ha atteso appena tre stagioni per la promozione in Serie A1, giunta al termine della stagione 1981-82.

Da allora ha disputato sette campionati nella massima serie, salvandosi nel 1982-83, nel 1983-84 e nel 2001-02.

Dal 2003-04 disputa la LegADue. Nel 2006-07 ha terminato al decimo posto, sfiorando i play-off.

Nella Legadue FIP 2007-2008 si salva, classificandosi al 13º posto al termine della regular season. Il 10 giugno 2008, il presidente Federico Mellone annuncia la cessione del titolo sportivo a Roseto, in quanto non vi erano le condizioni economiche per affrontare un nuovo campionato[1].

la rinascitaModifica

Nell'estate del 2008 la Società viene rifondata come Asd Blues Fabriano ed iscritta in Prima Divisione, dove nel 2008-09 vince i playoff e viene promossa in Promozione, dove nel 2009-2010 sfiora l'accesso ai Playoff, e poi successivamente viene ripescata in serie D dove nel 2010-2011 raggiunge i playoff ma viene sconfitta dalla favorita Cermignano (che poi sarà promossa in serie C regionale).

Il progetto Janus Basket FabrianoModifica

Nell’estate del 2011 nasce il progetto chiamato “Janus Basket Fabriano“. Il presidente Mario Di Salvo, decide di dar vita ad un’organizzazione oculata e strutturata, grazie all’arrivo in società delle fondamentali figure di Simone Lupacchini, Massimiliano Gasparrini ed Andrea Silvestrini, già da anni attivi ad ottimi livelli regionali con le società Olimpia Basket Fabriano e Honky Fabriano.

Per la stagione 2011/2012 la nuova compagine, ancora con la denominazione Blues, decide di ripartire dalla Promozione, campionato che vedrà la squadra classificarsi al vertice, conquistando la Serie D in maniera tanto netta quanto meritata.

Nella stagione successiva (2012/2013), viene inaugurato il nome “Janus Basket Fabriano” e il team si presenta ai nastri di partenza della Serie D come neopromossa, ma anche come squadra da battere, ampliando il CDA con l’arrivo di Paolo Fantini, proveniente dalle esperienze targate “53rd Fabriano” e “Basket School Fabriano”. Con coach Lupacchini in panchina, la squadra raggiunge 30 vittorie in altrettante partite ed il successo nella finale di Senigallia contro il Campetto Ancona, che sancisce l’ascesa nella serie C2.

Nel 2013-14 vi è il ritorno al PalaGuerrieri (a seguito della rinuncia della Spider) e la stagione si conclude ai vertici della classifica, ma la Janus perderà la finale playoff contro Pedaso. Gli oltre 1000 spettatori al Palais testimonieranno la crescente simbiosi con la squadra.

Il 2014/2015 segna un’altra importante svolta con Simone Lupacchini che decide di abbandonare la panchina per dedicarsi a tempo pieno al ruolo di Direttore Sportivo. La conduzione tecnica viene assegnata ai coach Luciano Bolzonetti e Christian Rapanotti nel torneo di C Regionale. Per quanto la formula del campionato possa offrire pochi stimoli (con ben dieci posti assicurati nella nuova C Unica), viene a crearsi un gruppo forte e coeso che raggiungerà la vittoria finale del torneo classificandosi al primo posto, dopo la vittoria nella gara del 24 maggio contro Fossombrone, il rivale per eccellenza di quella stagione.

la serie CModifica

Nella stagione 2015/2016, con la guida tecnica confermata, si affronta la prima avventura nella nuova Serie C Silver unificata, con l’arrivo di giocatori di esperienza come Luca Usberti e Sergio Quercia e i due americani Bo Franklin e Stevie Taylor. Ancora una volta l’annata è positiva, con la Janus che termina la propria fase regionale al secondo posto in classifica, piazzamento che consegna il pass alla Fase Nazionale per la promozione in Serie B. Non saranno molto fortunati gli scontri successivi, con tante sconfitte al fotofinish contro le compagini di Firenze, Sestu e Sarzana.

Nel 2016/2017 arriva la svolta: la dirigenza decide di cambiare, dando vita ad un progetto che possa maggiormente coinvolgere ed aggregare anche le altre importanti realtà cestistiche cittadine. Avviene così la sinergia con la Basket School Fabriano, nata per consolidare ed incrementare il movimento fabrianese, a partire dalla base del settore giovanile. Viene chiamato alla guida coach Daniele Aniello, proveniente dall’Ascoli Basket. Insieme a lui il fido portoghese Nuno Tavares ed il fabrianese Fabio Panzini. La squadra allestita è costruita per far bene in campionato ma in un’ottica di graduale crescita che possa portare alla salita al piano superiore nel giro di diversi anni. Quello che si crea è però un gruppo granitico che non viene minimamente scalfito da nessuna difficoltà o infortunio. Il 18 giugno 2017 al Palaterme di Montecatini, con oltre 250 persone unite nei colori biancoblu, Fabriano festeggia una promozione in Serie B che ridà fiato alla passione di una città e di un amore mai dimenticato.

la serie BModifica

Nella stagione 2017/2018 avviene il debutto nel campionato nazionale di Serie B, sofferta da un punto di vista dei risultati ma in cui viene raggiunto l’obiettivo fissato ad inizio stagione, quello del mantenimento della categoria tramite la serie play-out contro l’UDAS Cerignola, con la decisiva Gara2 di Recanati (Janus costretta ad emigrare, vista la squalifica del PalaGuerrieri) con un PalaCingolani tinto di blu a spingere i ragazzi di coach Fantozzi alla vittoria finale. Il successo più grande è stato rivedere il PalaGuerrieri pieno e traboccante di passione per la squadra della propria città.

Nel successivo campionato di Serie B (2018/19), la conferma in panchina di Coach Fantozzi e l’arrivo di Orazio Cutugno come vice, oltre alle firme di colossi della categoria come Emiliano Paparella e Nicolò Gatti. La compagine biancoblu disputa un campionato eccellente, chiudendo al terzo posto ma finisce la sua cavalcata al primo turno di play-off contro Napoli.

Nella stagione 2019/20 l’arrivo di coach Lorenzo Pansa. Con l’allenatore piemontese avviene una vera e propria rivoluzione: del roster dell’anno prima non rimane nessuno, ma firmano giocatori del calibro di Luca Garri e Daniele Merletto. Alla vigilia dell’inizio del campionato il pubblico è in fibrillazione, poiché gli storici rivali dell’Aurora Jesi tornano in Serie B e il profumo di Derby è già nell’aria, oltre alla vista di una squadra e uno staff tecnico di alto livello. La squadra disputa un campionato quasi perfetto, battagliando per il primo posto con la corazzata Tramec Cento, arrivando a perdere solamente quattro partite. La favola, però, viene interrotta dall’epidemia di Coronavirus, che interrompe forzatamente le attività sportive e non, lasciando l’amaro in bocca a tutto il popolo biancoblu, che già assaporava un bel finale di stagione.

Nella stagione 2020-2021 nella prima fase si classifica prima con 11 vittorie e 3 sconfitte, nella seconda fase deve subire uno stop di un mese a causa del coronavirus e recuperare le 4 partite mancanti in un "tour de force" nella prima metà di maggio. Dopo il recupero di mercoledì 5 maggio, è matematicamente prima in classifica, e non ha alcun interesse a vincere la partita di recupero a Monfalcone contro la Pontoni Falconstar, dove perde (schierando le "seconde linee" per non rischiare i migliori in vista dei playoff), facendo salvare proprio la squadra Monfalconese ai danni di Mestre che deve quindi svolgere i playout (si salverà). Ai playoff la squadra fabrianese si scontra con il Partenope Sant' Antimo PSA e perde in casa (72-80) la prima partita della serie. Stravince poi la seconda partita (99-70) e si reca in Campania per le altre due partite. Il 21 maggio vince la prima espugnando il PalaPuca (86-78) portandosi sul 2-1 nella serie, il 23 maggio vince ancora (76-67) e si qualifica per le semifinali contro la Rucker San Vendemiano. In casa perde malamente la prima partita (50-64) e poi di poco la seconda (81-84). Poi vince la terza e quarta partita a San Vendemiano (80-70 e 69-63) e si porta alla quinta partita del 9 giugno al PalaCarifac, partita che vince (68-62) qualificandosi per la finale con il Gesteco Cividale. La serie finale comincia il 13 giugno con una sonora vittoria (81-58) della Ristopro, che si ripete il 15 giugno (86-57).

CestistiModifica

CronistoriaModifica

Cronistoria del Fabriano Basket
  • 1966 · Fondazione del Fabriano Basket con sede a Fabriano.


Ottavi di finale di Coppa Italia.
Ottavi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
  • 1987-1988 · 3ª in Serie A2, 2ª nel girone verde dei play-out di Serie A1,   promossa in Serie A1.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Ottavi di finale di Coppa Italia.
Fase a gironi di Coppa Italia.

Ottavi di finale di Coppa Italia.
  • 1991-1992 · 8ª in Serie A2, 1ª nel girone giallo dei play-out di Serie A1,   promossa in Serie A1.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Ottavi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
  • 1998-1999 · 14ª in Serie A2, retrocesso,   poi ripescato tramite acquisto del titolo sportivo dell'Olimpia Basket Pistoia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

Fase a gironi della Supercoppa italiana.
  • 2001-2002 · 11ª in Serie A, ottavi di finale dei play-off promozione.
  • 2002-2003 · 18ª in Serie A,   retrocesso in Legadue.
  • 2003-2004 · 9ª in Legadue, quarti di finale dei play-off promozione.
  • 2004-2005 · 15ª in Legadue, retrocesso,   poi ripescato a seguito dell'esclusione della Scavolini Pesaro.
  • 2005-2006 · 13ª in Legadue.
  • 2006-2007 · 10ª in Legadue.
  • 2007-2008 · 13ª in Legadue.
  • 2008 · Cede il titolo sportivo al Roseto Basket.
  • 2008 · Società rifondata come Asd Blues Fabriano ed iscritta in Prima Divisione.
  • 2008-2009 in Prima Divisione vince i playoff ed è   promossa in Promozione.
  • 2009-2010 In Promozione - sfiora i playoff -   ripescata in serie D.
  • 2010-2011 in serie D viene sconfitta ai playoff dalla favorita Fermignano (poi promossa in serie C regionale).
  • estate 2011 nasce il progetto Janus Basket Fabriano
  • 2011-2012 la squadra riparte dalla Promozione e si classifica al vertice,   promossa in serie D.
  • 2012-2013 debutta il nome Janus Basket Fabriano, vince il campionato (30-30) ed i playoff   promossa in serie C2.
  • 2013-2014 ritorno al PalaGuerrieri, campionato ai vertici, sconfitta nella finale playoff dal Pedaso.
  • 2014-2015 prima in serie C2   promossa in serie C Silver.
  • 2015-2016 seconda in classifica, sconfitta alla fase nazionale da Firenze, Sestu e Sarzana.
  • 2016-2017 vince i Playoff al PalaTerme di Montecatini   promossa in serie B.
  • 2017-2018 in serie B si salva nei playout contro l'UDAS Cerignola.
  • 2018-2019 in serie B terzo posto in campionato, eliminata nei playoff da Napoli.
  • 2019-2020 in serie B primo posto in classifica, stagione interrotta dall'epidemia del coronavirus
  • 2020-2021 gioca in serie B. Primo in campionato. In finale dei playoff con il Gesteco Cividale (2-0)

NoteModifica

  1. ^ Ufficio stampa. Fabriano trasloca a Roseto[collegamento interrotto]. RealSports.it, 11 giugno 2008.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro