Apri il menu principale

BiografiaModifica

Luchini nasce nel nono arrondissement di Parigi il 1º novembre del 1951, ultimogenito dei tre figli di Adelmo Luchini (1910-2008), un fruttivendolo, nato e cresciuto a Villerupt (nel dipartimento di Meurthe e Mosella, nella regione del Grand Est) da un immigrato italiano originario di Assisi (in provincia di Perugia) e da una donna francese[1], e di Hélène Raulhac (1919-2008), una casalinga originaria del decimo arrondissement della capitale[2][3]. A 14 anni viene assunto come apprendista da un coiffeur pour dames di lusso nei pressi degli Champs-Elysées, che lo convince ad adottare il nome d'arte di Fabrice. Inizia a frequentare dei corsi di recitazione, e a 17 anni gli sono affidati dei piccoli ruoli in alcuni film. Da allora inizia la sua fortunata carriera di attore cinematografico e teatrale.

A teatro è stato interprete di una pièce su Viaggio al termine della notte di Louis-Ferdinand Céline. Motivato da una grande passione per la letteratura, ha inoltre recitato versi e prose di Flaubert, Nietzsche, Balzac, La Fontaine, Proust e Philippe Muray. Al cinema ha lavorato, tra gli altri, con registi del calibro di Éric Rohmer, Claude Berri, Claude Lelouch, Patrice Leconte e François Ozon.

Nel 1991 ha vinto il Premio Jean Gabin e nel 1994 il premio César per il migliore attore non protagonista per il suo ruolo nel film L'amante del tuo amante è la mia amante. Nel 2015 vince la Coppa Volpi alla 72ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia per l'interpretazione in La corte di Christian Vincent.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • La Chaine, Film TV (1979)
  • Fantômas, miniserie tv (1980)
  • Le beau monde, Film tv (1981)
  • Tous en boîte, miniserie tv (1986)
  • L'argent du mur, film tv (1988)
  • Série noire, serie tv (1986-1988)
  • Les nuits révolutionnaires, miniserie tv (1989)
  • Six crimes sans assassins, film tv (1990)
  • Ne m'appelez pas ma petite, film tv (1994)
  • Knock ou Le triomphe de la médecine, film tv (2004)

TeatroModifica

RiconoscimentiModifica

Doppiatori italianiModifica

  • Marco Mete ne Il cavaliere di Lagardère, Le avventure galanti del giovane Molière, Asterix & Obelix al servizio di Sua Maestà, Nella casa, Molière in bicicletta, Gemma Bovery, La corte, Ma Loute, Parlami di te
  • Stefano Onofri ne Il ginocchio di Claire
  • Roberto Chevalier in Racconti immorali
  • Tonino Accolla ne Il ritorno di Casanova
  • Luca Biagini in Confidenze troppo intime
  • Carlo Valli in Potiche - La bella statuina

NoteModifica

  1. ^ L'énigme Luchini, su lexpress.fr. URL consultato il 27 maggio 2015.
  2. ^ Template:Sfn
  3. ^ Robert Belleret, Luchini l'incandescent, su lemonde.fr, 8 giugno 2005. URL consultato il 10 settembre 2018..

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80998378 · ISNI (EN0000 0003 6864 4892 · LCCN (ENnr97036449 · GND (DE136697186 · BNF (FRcb13896845f (data) · WorldCat Identities (ENnr97-036449