Apri il menu principale

Fabrizio Carcano

scrittore e giornalista italiano

Fabrizio Carcano (Milano, 1º novembre 1973) è uno scrittore e giornalista italiano.

Indice

BiografiaModifica

Milanese, ha iniziato la carriera giornalistica nel 1992 sulle colonne de Il Giorno, collaborando poi con altre testate quali La Notte, La Prealpina, TgCom, Affari Italiani, prima di approdare al quotidiano leghista La Padania dove per dieci anni si è occupato di politica-parlamentare.

Dal 2004 è stato uno dei conduttori più popolari dell'emittente radiofonica Radio Padania Libera.La Stampa

Dal 2004, fino al 2013, è stato portavoce del politico leghista Roberto Calderoli e poi del triumvirato che ha retto la segreteria[1], prima di approdare all'ufficio stampa di Roberto Maroni.

Ha inoltre sempre collaborato con testate sportive seguendo principalmente la pallacanestro, in particolare modo la squadra dell'Olimpia Milano: attualmente è una delle firme della rivista specializzata Superbasket e del portale online Basketnet.it e segue la squadra di calcio dell'Atalanta per il quotidiano Il Giorno[2]

L'attivita' di scrittoreModifica

Nel 2011 ha debuttato come scrittore di gialli e noir dal taglio esoterico-storico, ambientati a Milano, con il romanzo Gli Angeli di Lucifero edito da Mursia, incentrato sul mondo delle sette esoteriche milanesi e sulla figura controversa del marchese seicentesco Ludovico Acerbi, passato alla storia come il Diavolo di Porta Romana.[3][4] In una recensione pubblicata dal quotidiano Libero il romanzo, che ha avuto 7 ristampe nel giro di poche settimane, è stato ribattezzato il Codice da Vinci milanese, e Carcano indicato come il Dan Brown di Milano.[5]
[6]
Sei anni dopo la sua pubblicazione Gli Angeli di Lucifero, selezionato dal Comune di Milano tra i 10 gialli milanesi scaricabili gratuitamente in metropolitana in formato ebook nell'ambito dell'iniziativa 'Milano da leggere', è risultato il romanzo più scaricato dai milanesi, facendo registrare 6.855 download nelle prime 4 settimane[7] e 16.883 download al termine dell'iniziativa[8]
In questo romanzo appare per la prima volta la figura del commissario Bruno Ardigò che sarà poi protagonista dei successivi romanzi dello scrittore milanese, conquistando un crescente seguito tra i lettori e diventando uno dei personaggi più apprezzati dai lettori italiani di noir.

Nel 2012 Carcano ha pubblicato La Tela dell'Eretico, romanzo giallo di taglio artistico, incentrato sulla figura di Leonardo da Vinci e sull'idea che costui abbia preliminarmente dipinto su tela l'Ultima Cena prima di affrescarla nel cenacolo di Santa Maria delle Grazie, lasciando in eredità la tela al suo allievo prediletto, il Salaino.
Nel marzo 2014 Carcano pubblica un romanzo noir sempre ambientato a Milano 'Mala tempora', un giallo di taglio occulto con un assassino che decapita le sue vittime ispirandosi all' ottocentesco omicida seriale milanese Antonio Boggia, il 'Mostro della Bagnera', che tra il 1849 e il 1859 uccise e smembrò quattro vittime nella sua cantina a pochi passi dal Duomo.
Quattro anni dopo la sua uscita Mala Tempora ha riscontrato un inatteso successo nella sua versione ebook tanto da raggiungere il primo posto nelle vendite su Amazon il 14 novembre 2018 [9]

In contemporanea è stato pubblicato 'Ultimo grado' un romanzo breve, noir scritto come 'instant book', con una variazione di stile narrativo da storico-esoterico di Dan Brown a quello più metropolitano tendente al noir di Massimo Carlotto.
Il 10 settembre 2015 è uscito 'L'erba cattiva', un giallo ambientato nella Milano dell'Expo, senza riferimenti a misteri legati all'esoterismo e alla storia cittadina, ma con un taglio metropolitano e un'ambientazione periferica.
Nel luglio 2016 ha pubblicato un altro romanzo breve dal titolo 'Una brutta storia', rimanendo sempre nel solco del noir metropolitano milanese.
Il primo luglio 2017 è uscita la settima fatica letteraria di Carcano, un noir dal titolo 'Il mostro di Milano', ambientato tra il 1969 e il 1971, dove si racconta la storia del serial killer ([10]) sospettato di aver ucciso 11 donne (e di essere il responsabile del massacro di Simonetta Ferrero, l'omicidio passato alla storia criminale come il Delitto della Cattolica.
L'11 giugno 2018 è uscito il suo ottavo romanzo, intitolato In nome del Male[11], un noir ambientato tra Milano e le valli bergamasche che racconta un'indagine su un serial killer legato al mondo sommerso del satanismo lombardo. Il romanzo, nella parte bergamasca, contiene riferimenti all'Omicidio di Yara Gambirasio.
Il 30 ottobre 2018 è stato pubblicato da Mursia il suo nono romanzo noir, dal titolo Il Codice di Giuda [12], un giallo di taglio religioso che racconta la caccia ad un assassino che colpisce a Milano ispirandosi al controverso testo del Vangelo di Giuda. Nel romanzo sono contenuti anche evidenti riferimenti all'omicidio di Lidia Macchi avvenuto nel 1987 a Varese [13]. Il romanzo ha subito ottenuto un immediato successo del pubblico, balzando nelle primissime posizioni nelle vendite nelle librerie milanesi e lombarde. [14]
Il 7 giugno 2019, sempre con Mursia Editore, è uscito il decimo noir dello scrittore milanese, intitolato 'Milano Assassina'[15], un giallo in cui l'autore ha spiegato in un'intervista a Il Giornale [16], di aver volutamente lasciato il filone esoterico/religioso per raccontare una trama legata alla cronaca nera e al ritorno di segnale di eversione terroristica a Milano.

OpereModifica

NoteModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2012033091
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie