Apri il menu principale

Fabrizio Silei (Firenze, 1º luglio 1967) è uno scrittore italiano.

Foto fabrizio silei.jpg

Tra le sue opere più famose vi sono Se il diavolo porta il cappello, La doppia vita del Signor Rosemberg, Il bambino di vetro, Bernardo e l'angelo nero, Alice e i Nibelunghi, Il pugnale di Kriminal, L'Autobus di Rosa, ispirato alla storia dell'americana Rosa Parks, è stato tradotto in quindici lingue e portato in scena in diversi teatri italiani, con il patrocinio di Amnesty International[1].

Nel 2012 con Il bambino di vetro vince il Premio Andersen per il miglior libro nella categoria 9-12 anni[2].

Nel 2014 vince il premio Andersen come miglior scrittore con la seguente motivazione "Per essere la voce più alta e interessante della narrativa italiana per l'infanzia di questi ultimi anni. Per una produzione ampia e capace di muoversi con disinvoltura e ricchezza fra registri narrativi diversi: dall'umorismo alla misura breve del racconto per i più piccoli, dall'albo illustrato al romanzo per adolescenti, dal progetto creativo ad un forte impegno civile. Per una costante e limpida qualità della scrittura."

Silei è anche artista, grafico, designer. Nel 2014 ha fondato a Pescia vicino Collodi L'Ornitorinco Atelier.

Fra i suoi libri e cofanetti creativi per i più piccoli ricordiamo: L'inventastorie, L'inventamostri, L'inventcittà, C'era una volta, L'invenzione dell'ornitorinco.

OpereModifica

Romanzi e raccontiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN48972700 · ISNI (EN0000 0001 0898 2051 · SBN IT\ICCU\TO0V\358950 · LCCN (ENno2005118849 · GND (DE1016566565 · BNF (FRcb16543706d (data) · WorldCat Identities (ENno2005-118849