Fadrique Álvarez de Toledo Osorio

politico spagnolo

Fadrique Álvarez de Toledo Osorio Marchese di Villanueva de Valdueza (Napoli, 30 maggio 1580Madrid, 11 dicembre 1634) è stato un militare e politico spagnolo, capitano generale della flotta dell'Oceano (Armada del Mar Océano o Armada de Barlovento) e della marina da guerra del Regno del Portogallo e Cavaliere dell'Ordine di Santiago.

Fadrique Álvarez de Toledo Osorio
Portrait de Don Fadrique de Toledo.jpg
Fadrique Álvarez de Toledo Osorio
NascitaNapoli, 30 maggio 1580
MorteMadrid, 11 dicembre 1634
Dati militari
Paese servitoImpero spagnolo
BattaglieRiconquista di Bahia
Battaglia di Saint Kitts (1629)
voci di militari presenti su Wikipedia

BiografiaModifica

Figlio di Pedro Álvarez de Toledo y Colonna, V Marchese di Villafranca del Bierzo, Fadrique Álvarez de Toledo Osorio prestò servizio nella flotta spagnola sotto il comando di suo padre e scalò rapidamente i ranghi, come il fratello maggiore García de Toledo Osorio, sesto marchese di Villafranca. Nel 1617 divenne Capitán General de la Armada del Mar Océano o Armada de Barlovento.

Conseguì diverse vittorie contro gli olandesi, nel 1621 vicino a Gibilterra e nel 1623 nel Canale della Manica, bloccando la costa olandese. Nello stesso anno sconfisse un'incursione moresca nei pressi di Gibilterra.

Nel 1625, durante l'Unione Iberica, fu nominato Capitano Generale dell'Armada do Brasil e comandò la potente armata Luso-Spagnola, inviata dalla Corte di Spagna a riconquistare Salvador de Bahia, catturata dagli olandesi nel corso della Guerra olandese-portoghese. La spedizione di 52 navi[1][2][3], che trasportava 12.566 uomini, era la più grande flotta mai inviata nei mari del Sud. La spedizione, nota come Jornada dos Vassalos, bloccò il porto di Salvador, ottenendo la resa olandese e espellendo gli invasori il 1º maggio di quell'anno.

La vittoria si rivelò decisiva nella guerra tra Olanda e Portogallo estromettendo gli olandesi dal Brasile per i successivi due decenni.

Nel 1629 comandò una spedizione spagnola che espulse i coloni inglesi e francesi dalle isole di Saint Kitts e Nevis.[4]

Per le sue vittorie fu insignito del titolo di Marques de Villanueva y Valdueza il 17 gennaio 1634.

NoteModifica

  1. ^ Fernández Duro, Cesáreo (1898). Armada española desde la Unión de los Reinos de Castilla y de León. Madrid: Est. tipográfico "Sucesores de Rivadeneyra", p.49.
  2. ^ Boris Fausto, A concise history of Brazil, Cambridge University Press, 1999, p. 41, ISBN 978-0-521-56526-4.
  3. ^ Herman G. James, Brazil After a Century of Independence, READ BOOKS, 2007, p. 91, ISBN 978-1-4067-5586-2.
  4. ^ Vincent Hubbard, A History of St. Kitts, Macmillan Caribbean, 2002, pp. 19–23, ISBN 9780333747605.

BibliografiaModifica

  • Bartolomeu Guerreiro, Jornada dos vassalos da coroa de Portugal, (1625)
  • Charles Ralph Boxer, Salvador de Sá e a luta pelo Brasil e Angola, 1602-1686, Companhia Editora Nacional, Editora da Universidade de São Paulo, 1973
  • Charles Ralph Boxer, Salvador de Sá and the struggle for Brazil and Angola, 1602-1686, Greenwood Press, 1975, ISBN 0-8371-7411-2
  • JAQUES, TONY, Dictionary of Battles And Sieges, Greenwood Publishing Group, 2006, ISBN 0-313-33536-2

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN40680223 · ISNI (EN0000 0000 2489 6017 · BAV 495/264499 · LCCN (ENn80122790 · WorldCat Identities (ENlccn-n80122790