Fanny Marchiò

attrice italiana

Fanny Marchiò, all'anagrafe Francesca Marchiò (Corfù, 1º giugno 1904Bologna, 7 ottobre 1980[1][2]), è stata un'attrice italiana.

Fanny Marchiò negli anni Quaranta

BiografiaModifica

Nata in una famiglia di attori, inizia sin da bambina a frequentare i palcoscenici; una delle prime rappresentazioni in cui lavora è nel Carnevale dei fanciulli insieme ad Emma Gramatica.

Ancora adolescente viene scritturata nella Compagnia di Virgilio Talli e Maria Melato, sino a tornare insieme a Emma Gramatica come attrice giovane.

Nel 1922 sposa un compagno di lavoro, l'attore Renato Navarrini e lascia le scene temporaneamente per occuparsi della famiglia; torna sul palcoscenico all'inizio degli anni trenta come prima attrice accanto a Ruggero Ruggeri.

Nel 1935 la troviamo nella compagnia di Giulio Stival, con la quale otterrà i maggiori successi di pubblico e di critica.

Nel cinema debutta ai tempi del muto, ma soltanto verso la fine degli anni trenta si dedicherà con una certa continuità alla carriera di attrice cinematografica. Sarà Mattoli a lanciarla nella pellicola La dama bianca del 1938.

Dal 1954 lavora alla RAI nel primo periodo televisivo, diretta da Anton Giulio Majano, Silverio Blasi e Claudio Fino.

Nel 1974, dopo aver interpretato la serie televisiva Il commissario De Vincenzi, si ritira dalle scene. Sarà ospite della casa di riposo di Bologna, dove muore nel 1980.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

 
Fanny Marchiò nel film Quartieri alti

TelevisioneModifica

Prosa radiofonica RaiModifica

DoppiatriciModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica