Apri il menu principale

Faro di Punta Tagliamento

Faro Punta Tagliamento
Faro di Punta Tagliamento
Faro di Punta Tagliamento.
StatoItalia Italia
LocalitàBibione
Coordinate45°38′10.27″N 13°05′51.18″E / 45.636187°N 13.097551°E45.636187; 13.097551Coordinate: 45°38′10.27″N 13°05′51.18″E / 45.636187°N 13.097551°E45.636187; 13.097551
Mappa di localizzazione: Italia
Faro di Punta Tagliamento
Costruzione1913
Altezza25 m
Portata15 miglia nautiche
Elenco fari4288
Visitabilesi
Automatizzatosi
Segnale
periodo 10 secondi
Periodo10 s
1 1 1 1 1 5

Il faro di Punta Tagliamento è ubicato a Bibione, sulla riva destra della foce del fiume Tagliamento, nel comune di San Michele al Tagliamento, nella città metropolitana di Venezia.

Immerso nell'area naturalistica di Punta Tagliamento, il faro è raggiungibile a piedi o in bicicletta. A ridosso della lanterna tronco conica alta 25 metri, sorge un edificio su due piani a pianta rettangolare.

StoriaModifica

Il faro fu costruito nel 1913 sul lato veneziano della foce del fiume Tagliamento, che a quel tempo costituiva il confine settentrionale del Regno d'Italia. Nel 1917 il faro venne distrutto da un bombardamento durante la prima guerra mondiale, ma fu subito ricostruito; nel 1952 l'impianto venne elettrificato e nel 1973 è stato completamente automatizzato[1].

StrutturaModifica

Il faro è costituito da una torre di cemento bianco alta 25 metri adiacente ad una casa bianca a due piani per il custode, completamente restaurata nel giugno 2015 per essere utilizzata in parte per ospitare un museo, eventi culturali e per celebrare matrimoni[2].

Il faro è attivo, completamente automatizzato e gestito dalla Marina Militare, identificato dal numero di codice "4288 E.F."[3][4].

NoteModifica

  1. ^ Il Faro di Punta Tagliamento, Comune di San Michele al Tagliamento.
  2. ^ Rosario Padovano, Restaurato il Faro, sarà anche una location per i matrimoni, in La Nuova Venezia, 20 giugno 2015.
  3. ^ Faro di Punta Tagliamento Marina Militare
  4. ^ (EN) Russ Rowlett, Lighthouses of Italy: Venice and Trieste, in The Lighthouse Directory, University of North Carolina at Chapel Hill. URL consultato il 13 giugno 2016.

Altri progettiModifica