Apri il menu principale

Fausto Cornelio Silla (console 31)

politico romano

Fausto Cornelio Silla[1] (latino: Faustus Cornelius Sulla; ... – 40 ca.) è stato un politico romano, figlio di Lucio Cornelio Silla, console nel 5 a.C..

Era un pronipote del dittatore romano Lucio Cornelio Silla. Fausto e il fratello Lucio Cornelio Silla Felice erano senatori che vivevano sotto il regno dell'imperatore Tiberio. Fausto diventò console suffetto nel maggio del 31, succedendo a Seiano.[1]

Nel 21, Fausto sposò Domizia Lepida[2][3], figlia di Antonia maggiore e del console Lucio Domizio Enobarbo, pronipote dell'imperatore Augusto e una nipote di Ottavia minore e del triumviro Marco Antonio. Lepida aveva avuto due figli dal suo precedente matrimonio con Marco Valerio Messalla Barbato: Marco Valerio Messala Corvino e Valeria Messalina, terza moglie dell'imperatore Claudio.

Domizia Lepida diede a Fausto un figlio di nome Fausto Cornelio Silla Felice (22-62)[4], che in seguito sposò Claudia Antonia, figlia di Claudio. Fausto è morto per cause incerte circa nel 40.

NoteModifica

  1. ^ a b Ronald Syme, The Augustan Aristocracy
  2. ^ E. Groag, A. Stein, L. Petersen - e.a. (edd.), Prosopographia Imperii Romani saeculi I, II et III, Berlin, 1933 -. (PIR2) D 180
  3. ^ PIR2 C 1459
  4. ^ Tacito, Annales, XIV 57