Apri il menu principale

Fausto Tommei

attore teatrale e doppiatore italiano

BiografiaModifica

Negli anni trenta inizia l'attività nello spettacolo come cantante e attore comico, (avendo avuto come maestro il famoso Antonio Gandusio) sia all'EIAR, che nei teatri di rivista e avanspettacolo, riuscendo ad avere una certa notorietà; debutta anche nel cinema in piccole parti brillanti.

 
Nel programma domenicale Tira, mola e meseda presso la Radio Rai di Milano con da sinistra a destra : Evelina Sironi, Elena Borgo, Liliana Feldmann, Fausto Tommei, Mario Consiglio, Franco Parenti 1951

Giacomo Gentilomo lo scrittura per il film Ecco la radio!, dove i più famosi artisti della radiofonia interpretano, scenette e canzoni, che li avevano resi famosi davanti al microfono, permettendo agli spettatori delle sale di poter vedere i propri beniamini.

Alla fine degli anni '50 ha una propria compagnia teatrale al teatro Alle Maschere a Milano e recita nella compagnia di Lida Ferro al teatro Sant'Erasmo con fra gli altri Lucio Rama, Leo Gavero, Umberto Ceriani, Ruggero de Daninos, Miriam Crotti.

Successivamente si trasferisce a Varese, diventando una presenza fissa alla Radio della Svizzera Italiana.

Ha presentato il Festival di Sanremo 1956.

A metà degli anni 60 si trasferisce a Roma, per svolgere una intensa e apprezzata attività di doppiatore.

I primi sintomi della grave malattia che lo porterà alla morte lo colgono a Venezia, sua città natale, durante la ripresa di uno sceneggiato televisivo, sulla scalinata di Palazzo Ducale. Morirà poco dopo all'Ospedale di Padova.

Il doppiaggioModifica

Negli anni quaranta inizia a lavorare nel doppiaggio, attività che proseguirà sino a poco prima della morte. Doppierà soprattutto per le compagnie SAS (anni '60) e CVD (anni '70 e '80).

Alcuni attori che ha doppiato nel corso degli anni:

La radioModifica

Negli anni quaranta entra a far parte della Compagnia di rivista di Milano della RAI, insieme ad attori come Liliana Feldmann, Evelina Sironi, Gianni Bortolotto, Franco Parenti, Febo Conti.

Fu l'ideatore e il conduttore della trasmissione dialettale milanese Ciciarem on cicinin[1], che andò in onda su Radio Milano negli anni '40 - fine '50.

Fra i varietà radiofonici RAI cui partecipò ci sono:

FilmografiaModifica

Prosa televisiva RAIModifica

NoteModifica

  1. ^ Regia di Enzo Convalli. Massimo Emanuelli, "50 anni, storia della televisione attraverso la stampa settimanale", Greco & Greco ed. Milano, da Google libri

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\DDSV\032492