Fazio Novello della Gherardesca

aristocratico e politico

Bonifazio Novello della Gherardesca detto Fazio Novello (Pisa, 1305 circa – Pisa, marzo 1340) figlio di Gherardo, conte di Donoratico, fu capitano della masnada, capitano generale, capitano di Guerra e di Guardia di Pisa, promotore dello Studium Pisano.

Il padre Gherardo, undicesimo del suo nome, era figlio di Bonifazio (detto anch'egli Fazio), a sua volta figlio di Gherardo (1198-1268).[1]

Stemma della famiglia Della Gherardesca

BiografiaModifica

Figlio di Gherardo, conte di Donoratico, fu per due anni, fino al 1329, vicario imperiale a Pisa. Fu nominato capitano della masnada, capitano generale, capitano di Guerra e di Guardia di Pisa. Amministrò il potere riuscendo a restituire un periodo di libertà e di pace.

Nel gennaio del 1332, Fazio dovette affrontare il colpo di stato guidato dalla famiglia Orlandi con a capo il vescovo Gherardo Orlandi; tale attacco non fece altro che rinforzare la famiglia dei Della Gherardesca che riuscirono a reprimerli.[2]

Il 10 novembre 1335 riuscì a reprimere con fermezza una ribellione organizzata dai membri di alcune delle più potenti famiglie pisane, della nobiltà (Gualandi, Lanfranchi, Casalei Galli, Sismondi, Upezzinghi, Gaddubbi Gaetani) e di Popolo (Buonconti, Da Vico).

Fu promotore dello Studium Pisano, che fu elevato a Studium Generale nel 1343 con la bolla papale In supremae dignitatis[3], siglata da Papa Clemente VI ad Avignone.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie