Febo Gonzaga

nobile e condottiero italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il condottiero del XIV secolo, vedi Febo Gonzaga (XIV secolo).
Febo Gonzaga
Nascita1462
Morte1504
Cause della mortemorte naturale
Dati militari
Paese servito
Armacavalleria
Anni di servizio1494-1520
Gradomaresciallo di campo
Battaglie
voci di militari presenti su Wikipedia

Febo Gonzaga (1462 circa – Rivarolo Mantovano, 12 maggio 1504[1]) è stato un nobile e condottiero italiano.

Stemma dei Gonzaga

BiografiaModifica

Era figlio naturale di Gianfrancesco Gonzaga, della linea Gonzaga di Sabbioneta e Bozzolo.

Entrò giovanissimo al servizio del marchese di Mantova Francesco II Gonzaga in qualità di ambasciatore e quindi, nel 1495, alle dipendenze della Repubblica di Venezia dimostrando le sue doti di abile condottiero. Nel 1498 entrò in disaccordo col marchese Federico, avvicinandosi a Ludovico Sforza, ducato di Milano di Milano e si riappacificò con lui solo alcuni anni dopo. Nel 1517 passò alle dipendenze del duca di Urbino Francesco Maria Della Rovere.

Dal 1497 risiedette a Corte Stella (o "Corte Grande") di Cividale, frazione del comune di Rivarolo Mantovano con la consorte Margherita d'Este, figlia naturale di Alberto d'Este (1415-1502),[2] figlio illegittimo di Niccolò III, legata alla marchesa di Mantova Isabella da vincoli di parentela e profonda amicizia. L'edificio venne successivamente utilizzato dal duca di Sabbioneta Vespasiano Gonzaga quale luogo di svago.[3]

Morì nel 1504 e venne sepolto, come da sue volontà, nella chiesa di Santa Maria di Loreto a Bozzolo.[4]

DiscendenzaModifica

Febo e Margherita ebbero diversi figli:

  • Gianfrancesco Ercole, soprannominato "El Gonzaga";
  • Ippolito (?-1560), ereditò i beni del padre;
  • Isabella, sposa nel 1507 del nobile Andrea Zobolli di Reggio;
  • Altre due figlie nate nel 1499 e nel 1502.

NoteModifica

  1. ^ Secondo Condottieri di ventura. Febo Gonzaga. morì nel 1520.
  2. ^ Treccani.it. Alberto d'Este.
  3. ^ Comune di Rivarolo Mantovano. Rivarolo e Cividale.
  4. ^ Clifford M. Brown;Paola Tosetti Grandi (a cura di), I Gonzaga di Bozzolo, Mantova, 2011.

BibliografiaModifica

  • Clifford M. Brown;Paola Tosetti Grandi (a cura di), I Gonzaga di Bozzolo, Mantova, pp.186-187, 2011. ISBN 978-88-95490-11-3.

Collegamenti esterniModifica