Federico Carlo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck

nobile danese

Duca Federico Carlo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck[1][2] (Königsberg, 20 agosto 1757[1][2]Wellingsbuttel, 24 aprile 1816[1][2]) è stato un nobile danese, quinto e penultimo duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck.[1][2]

Federico Carlo
Friedrich Karl Ludwig Schleswig-Holstein.jpg
Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
In carica24 febbraio 1775 –
25 marzo 1816
PredecessorePietro Augusto
SuccessoreFederico Guglielmo
NascitaKönigsberg, 20 agosto 1757
MorteWellingsbüttel, 24 aprile 1816 (58 anni)
DinastiaSchleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
PadreCarlo Antonio di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
MadreFederica di Dohna-Schlobitten e Leistenau
ConsorteFederica di Schlieben
FigliFederica
Luisa
Federico Guglielmo

BiografiaModifica

Figlio del duca Carlo Antonio di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck e di sua moglie la contessa Federica di Dohna-Schlobitten e Leistenau[1][2]. Dopo la morte prematura del padre, è stato cresciuto dalla nonna.

Nel 1776, fece un viaggio di studio in Italia, dove si ammalò. Nel 1777 è stato promosso a maggiore, ed raggiunse il 27º Reggimento di Fanteria prussiana sotto Alexander von Knobelsdorff a Stendal. Con lui ha preso parte alla guerra di successione bavarese. Dopo la pace di Teschen, divenne il più giovane ufficiale nel reggimento di Schlieben.

Nel 1780 sposò la contessa Federica di Schlieben (28 febbraio 1757 - 17 dicembre 1827)[1][2] il 9 marzo 1780 a Königsberg[1][2]. Le nozze furono considerate in maniera non positiva poiché gli Schlieben erano una famiglia di non antica civiltà; ebbero tre figli:

Nel 1781 lasciò l'esercito. Il nuovo re di Prussia Federico Guglielmo lo riportò indietro e lo nominò generale nel 1789. Nel 1795 è diventato comandante di Cracovia e tenente generale. Nel marzo del 1798, fu prima a Berlino e poi di nuovo a Lipsia, dove la sua famiglia lo stava aspettando. Rimase nel 1798 e nel 1799 a Lipsia, dove ha studiato fisica, matematica e chimica. Dal 1800 è tornato nella sua tenuta nella Prussia orientale Lindenau. Nel 1808 è stato un deputato degli stand prussiane orientali. Nel 1810 il re di Danimarca lo nominò luogotenente generale. Lì, ha trascorso i suoi ultimi anni.

A Federico succedette il figlio Federico Guglielmo[1][2].

Titoli e trattamentoModifica

  • 20 agosto 1757 - 12 settembre 1759: Sua Altezza Serenissima Principe Federico Carlo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
  • 12 settembre 1759 - 24 febbraio 1775: Sua Altezza Serenissima il Principe Ereditario di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
  • 24 febbraio 1775 - 24 aprile 1816: Sua Altezza Serenissima il Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Federico Luigi di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck Augusto Filippo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
 
Maria Sibilla di Nassau-Saarbrücken  
Pietro Augusto di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
Luisa Carlotta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg Ernest Günther di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
 
Augusta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg  
Carlo Antonio di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
Filippo d'Assia-Philippsthal Guglielmo V d'Assia-Kassel  
 
Edvige Sofia di Brandeburgo  
Sofia d'Assia-Philippsthal  
Caterina Amalia di Solms-Laubach Carlo Ottone di Solms-Laubach  
 
 
Federico Carlo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
Alessandro di Dohna-Schlobitten  
 
 
Alberto Cristoforo di Dohna-Leistenau  
Emilia Luisa di Dohna-Carwinden  
 
 
Carlotta di Dohna-Leistenau  
Federico Luigi di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck Augusto Filippo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
 
Maria Sibilla di Nassau-Saarbrücken  
Sofia Enrichetta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
Luisa Carlotta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg Ernest Günther di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
 
Augusta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg  
 

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k Darryl Lundy, Friedrich Karl Herzog von Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck, su thepeerage.com, thePeerage.com, 1º maggio 2005. URL consultato il 2 settembre 2008.
  2. ^ a b c d e f g h i j k Paul Theroff, SCHLESWIG-HOLSTEIN, su angelfire.com, Paul Theroff's Royal Genealogy Site. URL consultato il 2 settembre 2008.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN169266644 · ISNI (EN0000 0001 1824 0713 · CERL cnp00107659 · LCCN (ENn87869189 · GND (DE100127495 · WorldCat Identities (ENlccn-n87869189