Apri il menu principale
Federico Contarini
Contarini.png
novembre 1479 – 19 febbraio 1512
Nato aVenezia
Morto aBrescia
Cause della morteferite in battaglia
Luogo di sepolturaBrescia, Chiesa di Santa Maria della Mansione
Dati militari
Paese servitoFlag of Most Serene Republic of Venice.svg Repubblica di Venezia
BattaglieSacco di Brescia
voci di militari presenti su Wikipedia

Federico Contarini (Venezia, novembre 1479Brescia, 19 febbraio 1512) è stato un militare e politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Era figlio di Girolamo Contarini, dell'omonima nobile famiglia veneziana. A soli 29 anni (giugno 1508) venne nominato provveditore della fortezza di Asola,[1] avamposto strategico della Repubblica di Venezia, in sostituzione di Nicolò Querini.

La prima vittoria in campo militare la ottenne nella battaglia di Casaloldo il 10 maggio 1509, quando respinse l'assalto delle truppe gonzaghesche, comandate da Alessio Beccaguto inviato dal marchese di Mantova Francesco II Gonzaga desideroso di ampliare il territori di confine del suo Stato. Asola venne però attaccata dai mantovani ma il Contarini riuscì a fuggire, riparando a Venezia.

Venne quindi nominato provveditore a Cividale del Friuli e combatté in Friuli e nel bellunese. Fu inviato a Bergamo nel tentativo di recuperare la città alla Serenissima. Colpito da una archibugiata sparata da un soldato francese durante il sacco di Brescia nel 1512, Federico Contarini morì e venne sepolto dai suoi soldati nella Chiesa di Santa Maria della Mansione.[2]

NoteModifica

  1. ^ Castelli, guerre, assedi. Fortificazioni mantovane, bresciane e cremonesi alla prova del fuoco (XIII-XVIII secolo), Mantova, 2008.
  2. ^ Marina Braga, Roberta Simonetto (a cura di), Verso porta San Nazaro in Brescia Città Museo, Sant'Eustacchio, Brescia, 2004.

BibliografiaModifica

  • Mariano Vignoli (a cura di), Castelli, guerre, assedi. Fortificazioni mantovane, bresciane e cremonesi alla prova del fuoco (XIII-XVIII secolo), Mantova, 2008. ISBN non esistente.
  • Giuseppe Gullino, CONTARINI, Federico, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 28, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1983.

Collegamenti esterniModifica