Apri il menu principale
Federico Guglielmo
di Nassau-Weilburg
Fuerst-friedrich-wilhelm.gif
Federico Guglielmo di Nassau-Weilburg in un ritratto d'epoca.
Duca coreggente di Nassau
Stemma
In carica 30 agosto 1806 – 9 gennaio 1816
Predecessore Titolo inesistente
Successore Federico Augusto di Nassau-Usingen
Principe di Nassau-Weilburg
In carica 17881816
Predecessore Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Successore Guglielmo di Nassau
Nascita L'Aia, 25 ottobre 1768
Morte Weilburg, 9 gennaio 1816
Dinastia Nassau-Weilburg
Padre Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Madre Carolina d'Orange-Nassau
Consorte Luisa Isabella di Kirchberg
Religione Protestantesimo

Federico Guglielmo di Nassau-Weilburg (L'Aia, 25 ottobre 1768Weilburg, 9 gennaio 1816) fu Principe di Nassau-Weilburg. All'estinzione della linea di Nassau, il Ducato di Nassau venne riunito sotto il suo controllo nel 1806. Egli rimase Duca di Nassau sino alla sua morte.

Indice

BiografiaModifica

Federico Guglielmo era il figlio maggiore di quelli sopravvissuti del principe Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg, e di sua moglie, la principessa Carolina d'Orange-Nassau.

Carolina era figlia del principe Guglielmo IV d'Orange-Nassau e della principessa Anna di Hannover. Anna era a sua volta figlia del Re Giorgio II d'Inghilterra e di Carolina di Brandeburgo-Ansbach.

DiscendenzaModifica

Il 31 luglio 1788, Federico Guglielmo sposò Luisa Isabella di Kirchberg (1772 - 1827). Guglielmo aveva vent'anni e la moglie appena sedici. Suo padre morì il 28 novembre dello stesso anno e Federico Guglielmo gli succedette come Principe di Nassau-Weilburg.

Ebbero quattro figli:

  • Guglielmo (14 giugno 1792 – 20 agosto 1839);
  • Augusta Luisa Guglielmina (5 gennaio 1794 – 11 aprile 1796);
  • Enrichetta (30 ottobre 1797 – 29 dicembre 1829), sposò l'arciduca Carlo d'Asburgo-Teschen;
  • Federico Guglielmo (15 dicembre 1799 – 6 gennaio 1845), sposò Anna Ritter Edle von Vallyemare, contessa di Tiefenbach.

AscendenzaModifica

Onorificenze estereModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore
«Almanacco Imperiale dell'anno 1811»

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN56414990 · ISNI (EN0000 0000 5558 4147 · LCCN (ENno2008038295 · GND (DE136968503 · CERL cnp01159832 · WorldCat Identities (ENno2008-038295