Federico Luigi di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck

nobile e ufficiale tedesco
Federico Luigi
FriedrichLudwigvonHolsteinBeck.JPG
Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
In carica 1719-1728
Nascita Vlotho, 6 aprile 1653
Morte Königsberg, Prussia orientale, 7 marzo 1728
Luogo di sepoltura Cattedrale di Königsberg
Casa reale Casato degli Oldenburg
Padre Augusto Filippo, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
Madre Maria Sibilla di Nassau-Saarbrücken
Consorte Luisa Carlotta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg

Federico Luigi di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (tedesco: Friedrich Ludwig von Holstein-Sonderburg-Beck; Vlotho, 6 aprile 1653Königsberg, 7 marzo 1728) fu un duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck e maresciallo di campo dell'esercito prussiano. Era figlio di Augusto Filippo, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck e della contessa Maria Sibilla di Nassau-Saarbrücken.

BiografiaModifica

VitaModifica

Federico Luigi nacque vicino a Beck (ora parte di Löhne) nell'allora principato di Minden nel Brandeburgo-Prussia. Fu soltanto duca titolare, poiché non ereditò i domini di Beck, ereditati invece dal duca Federico Guglielmo I, figlio di duo fratello maggiore, il duca Augusto, nel 1689.[1] Il duca Federico Guglielmo I rimase ucciso nella battaglia di Francavilla in Sicilia nel 1719, lasciando una vedova, Maria Antonia Isnardi di castello, contessa di Sanfré (1692–1762), e due figlie femmine ancora minori.[1] Maria Antonia condivideva l'amministrazione di Beck con sua suocera, la duchessa Edvige Luisa di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (per nascita contessa di Lippe-Alverdissen).[1]

Nel 1671 divenne una cornetta nel reggimento di cavalleria von Eller dell'esercito del Brandeburgo-Prussia.[2] Nel 1675 partecipò alla battaglia di Fehrbellin come Rittmeister. L'anno successivo fu nominato colonnello dei dragoni. Federico Luigi fu nominato luogotenente generale e governatore di Wesel nel 1690. Tre anni più tardi è stato nominato comandante generale del ducato di Prussia.

Il 17 gennaio 1701 Federico Luigi ricevette l'ordine dell'Aquila nera dal nuovo re Federico I di Prussia e poco dopo fu nominato statolder della Prussia orientale e governatore di Königsberg.[3] Durante la guerra di successione spagnola, partecipò alla battaglia di Oudenaarde nel 1708, alla battaglia di Malplaquet nel 1709, e gli assedi di Lilla, Mons e Tournai.[3] Nel 1713 fu promosso a feldmaresciallo.[2] Il duca inoltre assicurò la neutralità della Prussia orientale durante la grande guerra del Nord.[2] Morì a Königsberg e fu sepolto accanto a sua moglie nella Cattedrale di Königsberg.[3]

MatrimonioModifica

Il 1 gennaio 1685 ad Augustenburg, Federico Luigi sposò Luisa Carlotta, figlia di Ernest Günther, duca di Augustenburg e Augusta of Glücksburg. Ebbero diversi figli:

  • Principessa Dorotea di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (24 novembre 1685-25 dicembre 1761), sposò il margravio Giorgio Federico Carlo di Brandeburgo-Bayreuth, ebbero cinque figli;
  • Federico Guglielmo II di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (18 giugno 1687-11 novembre 1749)
  • Principe Federico Luigi di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (25 agosto 1688-5 novembre 1688);
  • Principessa Sofia Carlotta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (15 agosto 1689-8 ottobre 1693);
  • Principe Carlo Ludovico di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (18 settembre 1690-22 settembre 1774), sposò la contessa Anna Orzelsk, ebbero un figlio;
  • Principessa Amalia Augusta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (22 settembre 1691-11 agosto 1693);
  • Principe Filippo Guglielmo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (10 giugno 1693-novembre 1729);
  • Principessa Luisa Albertina di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (27 agosto 1694-10 gennaio 1773), sposò Alberto Sigismondo von Seeguth-Stan, non ebbero figli;
  • Pietro Augusto di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (7 dicembre 1697-22 maggio 1775);
  • Principessa Sofia Enrichetta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (18 dicembre 1698-9 gennaio 1768), sposò Alberto di Dohna-Schlobitten-Leistenau, ebbero una figlia;
  • Principessa Carlotta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck (15 marzo 1700-19 luglio 1785).

Federico Luigi fu succeduto come duca da suo figlio maggiore, Federico Guglielmo II (1687–1749) (il cui unico figlio maschio, il duca Federico Guglielmo III, morì nella battaglia di Praga nel 1757), ed infine, dai suoi figli più giovani, Carlo Luigi (1690–1774), e Pietro Augusto (1697–1775).[1]

Nel 1732, Federico Guglielmo II avrebbe acquistato Beck da Maria Antonia, riunendo il titolo e le terre ducali. Ma quest'ultimo rimase solo nella famiglia fino a che non fu di nuovo venduto nel 1745.[1]

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giovanni, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg Cristiano III di Danimarca  
 
Dorotea di Sassonia-Lauenburg  
Alessandro, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg  
Elisabetta di Brunswick-Grubenhagen Ernesto III, duca di Brunswick-Grubenhagen  
 
Margherita di Pomerania-Wolgast  
Augusto Filippo, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
Giovanni Günther I, conte di Schwarzburg-Sondershausen Günther XL di Schwarzburg  
 
Elisabetta di Isenburg-Büdingen-Ronneburg  
contessa Dorotea di Schwarzburg-Sondershausen  
Anna di Oldenburg-Delmenhorst Antonio I di Oldenburg  
 
Sofia di Sassonia-Lauenburg  
Federico Luigi,
duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
 
Luigi II, conte di Nassau-Weilburg Alberto, conte di Nassau-Weilburg  
 
Anna di Nassau-Dillenburg  
Guglielmo Luigi, conte di Nassau-Saarbrücken  
Anna Maria d'Assia-Kassel Guglielmo IV, langravio d'Assia-Kassel  
 
Sabina di Württemberg  
Maria Sibilla di Nassau-Saarbrücken  
Giorgio Federico, margravio di Baden-Durlach Carlo II, margravio di Baden-Durlach  
 
Anna del Palatinato-Veldenz  
Anna Amalia di Baden-Durlach  
Giuliana Ursula di Salm-Neufville Federico, wild- e renegravio di Salm-Neufville  
 
Francesca di Salm  
 

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Huberty
  2. ^ a b c Albinus, p. 131
  3. ^ a b c ADB

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80997531 · GND (DE136696236 · CERL cnp01157180 · WorldCat Identities (ENviaf-80997531
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie