Federico Pereyra (pallavolista)

Federico Pereyra (San Juan, 19 giugno 1988) è un pallavolista argentino, opposto dell'Emma Villas.

Federico Pereyra
Federico Pereyra - Volleyball at the 2020 Summer Olympics - Argentina (men) (cropped).jpg
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 200 cm
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Opposto
Squadra Emma Villas
Carriera
Squadre di club
2006-2007Boca Juniors
2007-2008Kīfisia
2008-2009Río Duero Soria
2009-2011Bolívar
2011-2012Funadem
2012Al-Ahli
2013Brolo
2013-2014Maaseik
2014-2015Mizan Mashhad
2015-2016Maaseik
2016-2017Obras Sanitarias
2017-2018Lomas
2018-2019Monteros
2019-2020Al-Hilal
2020-2021Al-Ahly Tripoli
2021-2022Shahdab Yazd
2022UPCN San Juan
2022-Emma Villas
Nazionale
2004-2005Argentina Argentina U-19
2006-2007Argentina Argentina U-21
2009-Argentina Argentina
Palmarès
Transparent.png Giochi olimpici
Bronzo Tokyo 2020
Transparent.png Campionato sudamericano
Argento Colombia 2009
Argento Brasile 2011
Argento Brasile 2013
Statistiche aggiornate al 2 novembre 2022

CarrieraModifica

ClubModifica

La carriera di Federico Pereyra inizia nella stagione 2006-07 nel Boca Juniors, militante nella Liga A1 de Vóley argentina. Per il campionato 2007-08 si trasferisce in Grecia, ingaggiato dal Kīfisia, nella A1 Ethnikī, mentre in quello successivo gioca per gli spagnoli del Río Duero Soria, in Superliga de Voleibol Masculina.

Nell'annata 2009-10 ritorna in patria, al Bolívar, sempre nella massima divisione, con cui, in due stagioni di permanenza, vince la Coppa ACLAV 2009, lo scudetto 2009-10 e il campionato sudamericano per club 2010, dove vince anche il premio come miglior realizzatore. Nel campionato 2011-12 veste la maglia del Funadem, nella Superliga Série A brasiliana, per poi trasferirsi, nel 2012, all'Shabab Al-Ahli: tuttavia l'esperienza negli Emirati Arabi Uniti si conclude a metà campionato, venendo ceduto al Brolo, nella Serie A2 italiana.

Nell'annata 2013-14 si accorda con il club belga del Maaseik, in Liga A, per poi giocare, in quella 2014-15, nella Super League iraniana con il Mizan Mashhad; per il campionato 2015-16 è nuovamente al Maaseik.

Nella stagione 2016-17 ritorna in Argentina, all'Obras Sanitarias, per poi disputare quella 2017-18 con il Lomas e quella 2018-19 con il Monteros, sempre in Liga Argentina de Voleibol.

Per il campionato 2019-20 viene ingaggiato dall'Al-Hilal, militante nella Saudi Arabia Super League, mentre in quello successivo è all'Al-Ahly Tripoli. Nella stagione 2021-22 difende i colori dello Shahdab Yazd[1], in Super League, ma a metà annata viene ceduto all'UPCN San Juan[2], con cui conquista lo scudetto. Nella stagione 2022-23 firma per l'Emma Villas[3], neopromossa nella Superlega italiana.

NazionaleModifica

Nel biennio 2004-2005 è convocato nella nazionale argentina Under-19 con cui vince la medaglia d'argento al campionato continentale 2004 e arriva quarto al campionato mondiale 2005, mentre nel biennio 2006-2007 è in quella Under-21, conquistando l'argento al campionato sudamericano 2006 e giungendo quinto al campionato mondiale 2007.

Nel 2009 ottiene le prime convocazioni nella nazionale maggiore, con cui si aggiudica, nello stesso anno, la medaglia d'argento al campionato sudamericano. Nel 2010 conquista l'argento alla Coppa Panamericana, mentre nel 2011 il bronzo al campionato continentale e ai XVI Giochi panamericani. Nell'edizione 2013 del campionato sudamericano vince la sua terza medaglia d'argento consecutiva. Nel 2021, ai Giochi della XXXII Olimpiade, ottiene la medaglia di bronzo[4].

PalmarèsModifica

ClubModifica

2009-10, 2021-22
2009
2010

Nazionale (competizioni minori)Modifica

Premi individualiModifica

NoteModifica

  1. ^ L’argentino Federico Pereyra torna in Iran con lo Shahdab, su volleynews.it, 11 luglio 2021. URL consultato il 3 novembre 2022.
  2. ^ L'UPCN fa il colpaccio e riporta in Argentina Federico Pereyra, su volleynews.it, 2 gennaio 2022. URL consultato il 3 novembre 2022.
  3. ^ L'opposto argentino Federico Pereyra è il primo acquisto della Emma Villas, su emmavillasvolley.com, 25 maggio 2022. URL consultato il 3 novembre 2022.
  4. ^ Bronze medal - Final Round - Men (PDF), su fivb.org. URL consultato il 2 novembre 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica