Federico Tuta

aristocratico tedesco
Federico Tuta
Margravio di Lusazia
In carica 1288 –
16 agosto 1291
Predecessore Enrico IV
Successore Teodorico IV di Lusazia
Margravio di Landsberg
In carica 1285 –
16 agosto 1291
Predecessore Teodorico di Landsberg
Successore Alberto II di Meissen
vendette la marca alla marca di Brandeburgo
Nascita 1269
Morte Hirschstein, 16 agosto 1291
Luogo di sepoltura Weißenfels
Dinastia Wettin
Padre Teodorico di Landsberg
Madre Elena
Coniuge Caterina
Figli Elisabetta

Federico Tuta (1269Hirschstein, 16 agosto 1291) fu margravio di Landsberg dal 1285 alla morte e margravio di Lusazia dal 1288 alla morte. Fu anche reggente del margraviato di Meissen.

L'origine e il significato del suo soprannome Tuta non sono chiari e le fonti non rispondono ai quesiti. Probabilmente significa "il balbuziente".

BiografiaModifica

Federico era il figlio unico del marchese della dinastia Wettin, Teodorico di Landsberg, e di Elena, figlia del margravio Giovanni I di Brandeburgo; era quindi un nipote del margravio Enrico III di Meissen. Apparteneva dunque alla dinastia Wettin.

Alla morte prematura di suo padre, avvenuta nel 1285, gli successe nel margraviato di Landsberg, marca comprendente la maggior parte del territorio Osterland con Lipsia, Grimma e la residenza margraviale di Weißenfels.

Quando suo nonno, il margravio Enrico III, morì nel 1288, Federico Tuta combatté per l'eredità del nonno contro lo zio Alberto il Degenerato per i margraviati di Meissen e Lusazia. Infine i due si accordarono e Alberto succedette al padre nel margraviato di Meissen mentre Federico ereditò la marca di Lusazia del nonno. Tuttavia i figli di Alberto, Federico il Morsicato e Teodorico IV, contestarono questo accordo e il dominio di Federico in Lusazia in breve tempo fu contestato da suo cugino Teodorico IV.

A sua volta, Federico Tuta si concentrò sull'espansione del suo potere nelle terre di Meissen, dove il dominio del margravio e zio Alberto fu scosso da una feroce disputa con i suoi figli. Temporaneamente arrestato dal figlio Federico il Morsicato, Alberto dovette rinunciare a gran parte delle sue terre e nel 1289 Federico Tuta, con il sostegno di numerosi nobili locali, fu in grado di acquisire un significativo territorio nel margraviato di Meissen. Acquisì anche numerose terre nei dintorni di Dresda da suo zio Federico Clem, il figlio più giovane del defunto margravio Enrico III.

Federico morì improvvisamente il 16 agosto 1291, a 22 anni, nel castello di Hirschstein, presumibilmente a causa di ciliegie avvelenate offertegli dal vescovo Withego di Meissen. Poiché non aveva nessun erede maschio, le sue terre furono divisi dopo la sua morte. I suoi cugini Federico il Morsicato e Teodorico IV presero Meissen e Lusazia; mentre il margraviato di Landsberg fu venduto ai margravi ascaniadi della marca di Brandeburgo. Fu sepolto a Weißenfels.

Matrimonio e figliModifica

Federico sposò Caterina († 1310), figlia del duca Enrico XIII di Baviera della dinastia Wittelsbach. Ebbero una figlia, Elisabetta.

BibliografiaModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81710050 · GND (DE137531389 · CERL cnp01167816