Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il principe del XVIII secolo, vedi Federico di Danimarca (1753-1805).
Federico, Conte di Monpezat il Principe Ereditario di Danimarca
Frederik, Crown Prince of Denmark 2016.jpg
Principe Ereditario di Danimarca
Stemma
In carica dal 14 gennaio 1972
Predecessore Margherita
Erede Cristiano
Successore in carica
Nome completo Frederik André Henrik Christian
Nascita Copenaghen, 26 maggio 1968 (51 anni)
Dinastia Casato di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Padre Henri de Laborde de Monpezat
Madre Margherita II
Consorte Mary Donaldson
Figli Principe Cristiano
Principessa Isabella
Principe Vincent
Principessa Josephine
Religione Chiesa di Danimarca

Federico di Danimarca, Principe ereditario di Danimarca, Conte di Monpezat (in danese: Frederik André Henrik Christian, Kronprins til Danmark, Greve af Monpezat; Copenaghen, 26 maggio 1968), è il figlio maggiore della regina Margherita II di Danimarca e del marito, il principe consorte Henrik.

Indice

BiografiaModifica

Istruzione e servizio militareModifica

Il principe ha frequentato la scuola elementare alla Krebs' Skole dal 1974 al 1981, dal 1974 al 1976 come studente privato al Palazzo di Amalienborg e dalla classe terza alla Krebs' Skole. Nel periodo 19821983 ha frequentato l'École des Roches in Normandia, Francia. Nel 1986 si è diplomato alla Scuola Superiore Øregaard Gymnasium.

Ha studiato all'Università di Harvard dal 19921993 sotto il nome di Frederik Henriksen, frequentando i corsi di scienze politiche. In seguito gli fu assegnata una posizione per tre mesi nella missione ONU danese a New York nel 1994. Ha conseguito la laurea di Scienze Politiche all'Università di Aarhus nel febbraio 1995. Federico fu in seguito nominato Primo segretario all'Ambasciata Danese a Parigi dall'ottobre 1998 all'ottobre 1999.

Ha completato gli studi militari, principalmente come sommozzatore (danese: Frømand, "uomo rana") nelle forze speciali navali danesi.

Nel periodo dal 2001 al 2002 ha terminato l'addestramento al Collegio Reale di Difesa Danese. È rimasto attivo nel campo della difesa, e nel periodo 2002-2003 è stato ufficiale al Comando di Difesa della Danimarca, e dal 2003 professore nell'Istituto di Strategia al Collegio Reale di Difesa Danese. Nell'aprile 2004 è stato nominato comandante della marina, colonnello luogotenente nell'esercito e colonnello luogotenente nelle forze aeree.

Matrimonio e figliModifica

 
Il principe ereditario e la principessa ereditaria di Danimarca

Nella seduta del Consiglio di Stato dell'8 ottobre 2003 la regina Margherita II ha dato il suo consenso al matrimonio dell'erede al trono con Mary Donaldson, consulente di marketing australiana, che Federico aveva incontrato alle Olimpiadi estive del 2000 a Sydney. Il matrimonio si è tenuto il 14 maggio 2004 alla Cattedrale di Copenaghen, nella capitale danese.

Il 25 aprile 2005 la corte reale danese ha annunciato che la Principessa era incinta del primo figlio, e il 15 ottobre 2005 è nato il bambino: come tradizione della Casa Reale, in cui gli eredi al trono si chiamano Federico o Cristiano, il neonato è stato battezzato Christian Valdemar Henri John il 21 gennaio 2006.

Il 26 ottobre 2006 la corte reale ha annunciato che la principessa era di nuovo incinta del secondo figlio. Il 21 aprile 2007 è nata una bambina, la prima principessa danese dal 1946. È stata battezzata il 1º luglio 2007 con il nome di Isabella Henrietta Ingrid Margrethe.

Il 6 agosto 2010 la corte reale ha annunciato che la principessa era di nuovo incinta e attendeva due gemelli.

L'8 gennaio 2011 sono nati Vincent Frederik Minik Alexander e 26 minuti dopo Josephine Sophia Ivalo Mathilde; i neonati sono stati battezzati il 14 aprile.

Albero genealogicoModifica

Regno di Danimarca
Casato degli Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg

Cristiano IX
Federico VIII
Cristiano X
Federico IX
Margherita II
Modifica
Federico di Danimarca Padre:
Henrik di Danimarca
Nonno paterno:
Conte André de Laborde de Monpezat
Bisnonno paterno:
Conte Henri de Laborde de Monpezat
Trisnonno paterno:
Conte Aristide de Laborde de Monpezat
Trisnonna paterna:
Jeanne-Emilie Borde
Bisnonna paterna:
Henriette Hallberg
Trisnonno paterno:
Eugene Hallberg
Trisnonna paterna:
Clara Vernhes
Nonna paterna:
Renée Yvonne Doursenot
Bisnonno paterno:
Maurice Yvonne Doursenot
Trisnonno paterno:
Jean-Alfred Yvonne Doursenot
Trisnonna paterna:
Marie-Louise Barriere
Bisnonna paterna:
Marthe Gay
Trisnonno paterno:
Leonard Gay
Trisnonna paterna:
Margherite Laforest
Madre:
Margherita II di Danimarca
Nonno materno:
Federico IX di Danimarca
Bisnonno materno:
Cristiano X di Danimarca
Trisnonno materno:
Federico VIII di Danimarca
Trisnonna materna:
Luisa di Svezia
Bisnonna materna:
Alessandrina di Meclemburgo
Trisnonno materno:
Federico III di Meclemburgo
Trisnonna materna:
Anastasija Michajlovna Romanova
Nonna materna:
Ingrid di Svezia
Bisnonno materno:
Gustavo VI Adolfo di Svezia
Trisnonno materno:
Gustavo V di Svezia
Trisnonna materna:
Vittoria di Baden
Bisnonna materna:
Margherita di Connaught
Trisnonno materno:
Arturo di Connaught
Trisnonna materna:
Luisa Margherita di Prussia

OnorificenzeModifica

Stemma di Federico, principe della corona

Onorificenze danesiModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante
— 14 gennaio 1972
  Gran Commendatore dell'Ordine del Dannebrog
— 1º gennaio 2004
  Medaglia commemorativa delle nozze d'argento di Sua Maestà la Regina Margherita II e di Sua Altezza Reale il Principe Consorte Enrico
— 10 giugno 1992
  Medaglia commemorativa del 25º anno del Giubileo del regno di S. M. la Regina
— 14 gennaio 1997
  Medaglia commemorativa per i 75 anni del Principe Enrico
— 11 giugno 2009
  Medaglia commemorativa del 70º compleanno di S. M. la Regina
— 16 aprile 2010
  Medaglia commemorativa del 40º anno del Giubileo del regno di S. M. la Regina
— 14 gennaio 2012
  Medaglia commemorativa dei 75 anni di S. M. la Regina
— 16 aprile 2015[1]
  Medaglia commemorativa delle Nozze d'oro di Sua Maestà la Regina Margherita e di Sua Altezza Reale il Principe Enrico
— 10 giugno 2017
  Medaglia commemorativa del Principe Enrico
— 11 giugno 2018
  Medaglia per servizi meritevoli d'oro (Groenlandia)

Onorificenze straniereModifica

  Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud (Brasile)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Rio Branco (Brasile)
  Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Stara Planina (Bulgaria)
— 2006[2]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito (Cile)
— 2013
  Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Croce della Terra Mariana (Estonia)
  Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale al Merito (Francia)
— 28 agosto 2018
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania (Repubblica Federale di Germania)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine d'Onore (Grecia)
— 19 maggio 2009
  Gran Cordone dell'Ordine del Crisantemo (Giappone)
— 2 giugno 1998
  Gran Cordone dell'Ordine Supremo del Rinascimento (Giordania)
— 27 aprile 1998
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda)
— 1996
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— 19 ottobre 1993[3]
  Grand'Ufficiale dell'Ordine delle Tre Stelle (Lettonia)
  Commendatore di Gran Croce dell'Ordine delle Tre Stelle (Lettonia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo)
— 20 ottobre 2003[4]
  Fascia Speciale dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico)
— 13 aprile 2016[5][6]
  Membro dell'Ordine di Ojaswi Rajanya (Nepal)
— 17 ottobre 1989
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
— 1990
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi (Paesi Bassi)
— 17 marzo 2015[7]
  Medaglia dell'Investitura di Re Guglielmo Alessandro (Paesi Bassi)
— 30 aprile 2013
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella di Romania (Romania)
— 16 marzo 2004
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 2 giugno 1993
  III Medaglia commemorativa del Giubileo di re Carlo XVI Gustavo (Svezia)
— 30 aprile 2016[8]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Chula Chom Klao (Thailandia)
— 2001

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN59149106005568490566 · LCCN (ENnb2002051941 · GND (DE122550676 · NLA (EN47753330