Apri il menu principale

Felice Cardente

politico italiano
Felice Cardente
Felice Cardente.jpg

Deputato del Regno d'Italia
Legislature VIII

Dati generali
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato

Felice Cardente (Marzano Appio, 1816Marzano Appio, 27 dicembre 1865) è stato un avvocato, politico e patriota italiano.

BiografiaModifica

Figlio di Cesare e Giuseppina Della Rossa Figlia di Antonio Della Rossa noto avvocato del tempo e Capo della Polizia Borbonica al tempo della Repubblica Partenopea[non chiaro]. Felice Cardente nacque a Marzano Appio da famiglia nobile e ricca, si laureò in giurisprudenza come avvocato e seguì subito tendenze liberali. Nel 1842 fu nominato Socio Corrispondente della Società Economica di Terra di Lavoro. Nel 1848 presiedette il collegio elettorale del proprio circondario e fu capitano della guardia civica. Entrò a far parte della Carboneria sin da giovane insieme al fratello Domenico. Durante i moti del 1848 il fratello Domenico, compromesso, dovette andare in esilio a Genova ove morì nel 1852. Nel 1860 fu arrestato insieme al fratello Cesare dai gendarmi di Francesco II e trascinato a Gaeta, da qui venne trasferito nelle carceri a Teano. Il 26 ottobre dello stesso anno, Giuseppe Garibaldi dopo lo storico incontro a Teano con Vittorio Emanuele II liberò personalmente Felice e suo fratello. Nel 1861 fu eletto deputato del collegio di Teano al Parlamento italiano. Alla Camera sedette al centro sinistro e votò spesso con la maggioranza. Morì a Marzano Appio (Caserta) il 27 dicembre 1865.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica