Apri il menu principale
Ferdinand Ries

Ferdinand Ries (Bonn, 28 novembre 1784Francoforte sul Meno, 13 gennaio 1838) è stato un compositore e pianista tedesco.

Membro più famoso di una famiglia di compositori, fin da piccolo studiò il violino con suo padre Franz Anton, che era stato maestro e amico di Ludwig van Beethoven,[1] e il violoncello con Bernhard Romberg. Trasferitosi a Vienna nel 1801, studiò poi il pianoforte con Johann Georg Albrechtsberger per tre anni, e con lo stesso Beethoven, del quale divenne a sua volta amico e assistente.[2][3]

Brillante pianista[1] e membro dell'Accademia di Svezia,[4] è autore[2] di otto sinfonie, diverse ouverture, nove concerti per pianoforte e orchestra, ventotto sonate per violino e pianoforte, ventisei quartetti d'archi, quintetti, sestetti, canzoni, oratori (tra i quali Der Sieg des Glaubens op. 157) e opere liriche, oltre a un esteso catalogo pianistico di quattordici sonate, variazioni, rondò, fantasia, valzer, marce e composizioni per pianoforte a quattro mani.

Il suo lavoro più prezioso per la storia della musica è però la redazione, in collaborazione con il medico Franz Gerhard Wegeler, delle Biographische Notizen über L. van Beethoven, fonti primarie di informazioni negli studi sul grande compositore bonnese.[2]

Indice

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Music and musicians, Hansom Books, 1984, p. 6. URL consultato il 13 giugno 2015.
  2. ^ a b c Ferdinand Ries, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 13 giugno 2015.
  3. ^ Ferdinand Ries: “Quando Beethoven mi dava lezione…”, su beethovenautentico.com.
  4. ^ (EN) John Nicols, The gentleman's magazine, vol. 85, Library of the University of Michigan, 1815, p. 442. URL consultato il 13 giugno 2015.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN22334988 · ISNI (EN0000 0001 0878 5816 · LCCN (ENn81063154 · GND (DE118600966 · BNF (FRcb13964314v (data) · BAV ADV11159183 · CERL cnp01259959 · NDL (ENJA01091756 · WorldCat Identities (ENn81-063154