Apri il menu principale

Ferdinando I di Romania

BiografiaModifica

Principe di Hohenzollern-Sigmaringen e Principe della Corona di RomaniaModifica

Nato a Sigmaringen, nella Germania sud-occidentale, il Principe Ferdinando di Hohenzollern-Sigmaringen era figlio del Principe Leopoldo di Hohenzollern-Sigmaringen e dell'infanta di Portogallo Antonia di Braganza, figlia della Regina Maria II e del consorte Ferdinando II di Kohary, di origine slovacca[1].

A seguito della rinuncia del padre e del fratello maggiore Guglielmo di Hohenzollern-Sigmaringen, il giovane Ferdinando divenne erede al trono dello zio Carlo I nel novembre 1888. Il governo della Romania non richiese la sua conversione all'ortodossismo dal cattolicesimo, permettendogli di continuare a coltivare la sua religione natia; fu però richiesto che i figli fossero educati alla religione ortodossa, l'allora religione di Stato della Romania. Per aver accettato questo, Ferdinando fu scomunicato dalla Chiesa cattolica, anche se tale atto fu successivamente revocato.

Il cugino primo della madre di Ferdinando, Ferdinando I di Bulgaria, originariamente principe di Kohary, sedeva sul trono della vicina Bulgaria dal 1889, e stava per divenire il più grande avversario del regno dei suoi cugini rumeni. L'Imperatore Francesco Giuseppe e, pertanto, sovrano anche della Transilvania, provincia di maggioranza etnica rumena, era cugino primo della nonna di Ferdinando.

MatrimonioModifica

Ferdinando, un perfetto estraneo nella sua nuova terra, iniziò ad avvicinarsi a una delle dame della regina Elisabetta, Elena Văcărescu. Elisabetta, molto vicina alla stessa Elena, incoraggiò la storia d'amore, sebbene fosse perfettamente consapevole del fatto che un matrimonio tra i due era proibito dalla costituzione rumena.

La vicenda causò una sorta di crisi dinastica nel 1891. Il risultato di ciò fu l'esilio sia di Elisabetta (a Neuwied) che di Elena (a Parigi), così come un viaggio di Ferdinando attraverso l'Europa alla ricerca di una sposa adatta.

A Sigmaringen, il 10 gennaio 1893, Ferdinando sposò la sua lontana cugina, la principessa Maria di Edimburgo, figlia del principe Alfredo, duca di Edimburgo e della granduchessa Maria Alexandrovna di Russia. Ebbero sei figli:

Re di RomaniaModifica

Ferdinando successe allo zio come Re di Romania il 10 ottobre 1914[2], regnando fino alla sua morte avvenuta il 20 luglio 1927.

Prima guerra mondialeModifica

 
Guglielmo II e Ferdinando (poster inglese della prima guerra mondiale)

Anche se membro del ramo cadetto del casato di Hohenzollern, Ferdinando fu per l'entrata nella prima guerra mondiale (avvenuta il 27 agosto 1916) a fianco della Triplice intesa, contro gli Imperi centrali. Per questo motivo, si conquistò il soprannome di Leale, rispettando il giuramento che aveva prestato di fronte al Parlamento della Romania nel 1914:

«Regnerò da buon rumeno.»

Anche come conseguenza del "tradimento" verso le sue radici tedesche, l'Imperatore Guglielmo II fece cancellare il suo nome dal registro della Casata Hohenzollern.

Nonostante ciò che avvenne dopo l'entrata in guerra, quando la Dobrugia e la Valacchia furono occupate dagli Imperi Centrali, la Romania combatté contro di loro nel 1917 e riuscì a fermare l'avanzata tedesca in Moldavia. Quando i bolscevichi cercarono di ottenere la pace nel 1918, la Romania era circondata dagli Imperi Centrali e fu obbligata a giungere al Trattato di Bucarest, che Ferdinando rifiutò comunque di firmare. Quando l'avanzata alleata verso il fronte di Tessalonica spinse la Bulgaria fuori dalla guerra, Ferdinando ordinò la rimobilitazione dell'esercito rumeno e la Romania rientrò in guerra a fianco della Triplice Intesa.

Il risultato dello sforzo bellico rumeno fu l'unione della Bessarabia, della Bucovina e della Transilvania all'interno del Regno di Romania nel 1918. Ferdinando divenne il sovrano di uno stato rumeno fortemente allargato, in seguito alla vittoria della Triplice Intesa sulle Potenze Centrali, dopo una guerra tra la Romania e la Repubblica sovietica ungherese e dopo la guerra civile in Russia; fu incoronato Re di Romania con una cerimonia spettacolare il 15 ottobre 1922 nella storica sede principesca di Alba Iulia in Transilvania.

Dopo la guerraModifica

La politica interna durante il regno fu dominata dal Partito Nazionale Liberale, capeggiato dal fratello Ion e da Vintilă Brătianu. L'acquisizione della Transilvania ironicamente allargò la base elettorale dell'opposizione, i cui principali partiti si unirono nel periodo gennaio 1925 - ottobre 1926 per formare il Partito Nazionale Contadino.

MorteModifica

Ferdinando morì nel 1927 di cancro all'intestino e fu succeduto dal nipote Michele I, sottoposto a reggenza; questa reggenza constava di tre membri, uno dei quali era il secondo figlio di Ferdinando, Nicola.

Albero genealogicoModifica

Ferdinando I di Romania Padre:
Leopoldo di Hohenzollern-Sigmaringen
Nonno paterno:
Carlo Antonio di Hohenzollern-Sigmaringen
Bisnonno paterno:
Carlo di Hohenzollern-Sigmaringen
Trisnonno paterno:
Antonio Luigi di Hohenzollern-Sigmaringen
Trisnonna paterna:
Amalia Zefirina di Salm-Kyrburg
Bisnonna paterna:
Maria Antonietta Murat
Trisnonno paterno:
Pierre Murat
Trisnonna paterna:
Louise d'Astorg
Nonna paterna:
Giuseppina di Baden
Bisnonno paterno:
Carlo II di Baden
Trisnonno paterno:
Carlo Luigi di Baden
Trisnonna paterna:
Amalia d'Assia-Darmstadt
Bisnonna paterna:
Stefania di Beauharnais
Trisnonno paterno:
Claude de Beauharnais
Trisnonna paterna:
Claude Françoise de Lezay
Madre:
Antonia di Braganza
Nonno materno:
Ferdinando II del Portogallo
Bisnonno materno:
Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Kohary
Trisnonno materno:
Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Trisnonna materna:
Augusta di Reuss-Ebersdorf
Bisnonna materna:
Maria Antonia di Koháry
Trisnonno materno:
Federico Giuseppe di Koháry
Trisnonna materna:
Maria Antonietta di Waldstein-Wartenberg
Nonna materna:
Maria II del Portogallo
Bisnonno materno:
Pietro I del Brasile
Trisnonno materno:
Giovanni VI del Portogallo
Trisnonna materna:
Carlotta Gioacchina di Borbone-Spagna
Bisnonna materna:
Maria Leopoldina d'Asburgo-Lorena
Trisnonno materno:
Francesco II d'Asburgo-Lorena
Trisnonna materna:
Maria Teresa di Borbone-Napoli

Esistono voci riguardo a storie di adulterio avvenute in famiglia, pertanto si ritiene che Ileana e Mircea siano figli del principe Barbu Ştirbey e Maria sia figlia del granduca Boris Vladimirovič di Russia. Ferdinando volle però evitare scandali, così non ripudiò la paternità legale.

OnorificenzeModifica

Onorificenze rumene[3]Modifica

  Gran Maestro dell'Ordine di Carol I[4]
— 10 ottobre 1914
  Gran Maestro dell'Ordine della Stella di Romania[5]
— 10 ottobre 1914
  Gran Maestro dell'Ordine della Corona[6]
— 10 ottobre 1914
  Gran Maestro (e fondatore) dell'Ordine di Michele il Coraggioso[7]
— 26 settembre 1916
  Medaglia del giubileo di rubino di Carol I
— 22 maggio 1906

Onorificenze straniere[3]Modifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
— 1890[8]
  Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi
  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
— [9]
  Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij
  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca
  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Anna
  Cavaliere dell'Ordine di San Giorgio
  Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao
  Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1893[9]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 1893
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 1893
  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto
— [9]
  Cavaliere dell'Ordine della corona fiorata
— [9]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Alberto l'Orso
  Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
— 1924[10][11]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
— 21 dicembre 1892[12][13]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano[14]
— [15]
  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (Casa d'Asburgo-Lorena)
— 1909[9][16][17]
  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
— [9][18]
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Rossa
  Cavaliere dell'Ordine di Hohenzollern
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Virtuti Militari (Polonia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella dei Karađorđević (classe militare)
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 18 dicembre 1907
  Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante
— 1908[9][19]

NoteModifica

  1. ^ Ferdinand I, su britannica.com. URL consultato il 28 marzo 2013.
  2. ^ The Royals: King Ferdinand I, su visit.peles.ro. URL consultato il 28 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2013).
  3. ^ a b Hof- und Staats-Handbuch des Königreich Preußen (1908), Genealogy p.6
  4. ^ Flickr, m.flickr.com. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  5. ^ wp-content/uploads/2012/05/After-the-death-of-King-Charles-2 (JPG), only-romania.com. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  6. ^ crown-prince-ferdinand-of-romania-bprince-og-hohenzollern | Diana Mandache's Weblog, royalromania.wordpress.com. URL consultato il 7 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2014).
  7. ^ Pin by Sandbeard on Beards & Moustaches | Pinterest, pinterest.com. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  8. ^ "A Szent István Rend tagjai" Archiviato il 22 December 2010 Data nell'URL non combaciante: 22 dicembre 2010 in Internet Archive.
  9. ^ a b c d e f g Justus Perthes, Almanach de Gotha 1913 (1913) page 78
  10. ^ National Portrait Gallery - Large Image - NPG x129715; King Ferdinand of Romania, npg.org.uk. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  11. ^ "Knights of the Garter created during the reign of King George V (1910-1936)" Archiviato il 7 August 2018 Data nell'URL non combaciante: 7 agosto 2018 in Internet Archive., Cracroft's Peerage: The Complete Guide to the British Peerage & Baronetage. Retrieved 2018-11-30.
  12. ^ Crown Prince Ferdinand of Romania. | Romania | Pinterest, pinterest.com. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  13. ^ Shaw, Wm. A. (1906) The Knights of England, I, London, p. 214
  14. ^ - Person Page 10096, thepeerage.com. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  15. ^ Ferdinand I was King of the Romanians from 10 October 1914 until his... News Photo 481655603 | Getty Images, gettyimages.co.uk. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  16. ^ https://www.flickr.com/photos/mrsfujita/5277723122/?rb=1
  17. ^ "Toison Autrichienne (Austrian Fleece) - 20th century" (in French), Chevaliers de la Toison D'or. Retrieved 2018-11-30.
  18. ^ wikipedia/commons/9/9c/Ferdinand_Crown_Prince_of_Roumenia_1895_Uhlenhuth (JPG), upload.wikimedia.org. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  19. ^ (DA) Jørgen Pedersen, Riddere af Elefantordenen, 1559–2009, Syddansk Universitetsforlag, 2009, p. 468, ISBN 978-87-7674-434-2.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN15062733 · ISNI (EN0000 0000 5522 8126 · LCCN (ENn95080821 · GND (DE119346397 · BNF (FRcb15080154q (data) · WorldCat Identities (ENn95-080821