Ferdinando Rossi

allenatore di calcio e calciatore italiano
Ferdinando Rossi
Ternana Calcio 1973-1974.jpg
Rossi (accosciato, primo da destra) nella Ternana della stagione 1973-1974.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 66 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1982 - giocatore
2005 - allenatore
Carriera
Giovanili
19??-1966 non conosciuta Oratorio Don Bosco
1966-1970 Torino
Squadre di club1
1970-1972 Torino 2 (1)
1972-1973 Piacenza 34 (6)
1973-1974 Ternana 17 (3)
1974-1975 Torino 6 (0)
1975-1976 Avellino 30 (3)
1976-1978 Parma 43 (5)
1978-1979 Savona 26 (2)
1979-1980 Viareggio 21 (3)
1980-1981 Alessandria 29 (4)
1981-1982 Albese ? (?)
Nazionale
1971 Italia Italia U-21 1 (0)
Carriera da allenatore
1986-1987 Bianco e Celeste.svg Fivizzanese
1987-1988 Rosso e Nero (Strisce).png Ceparana
1989-1992 Ospitaletto Vice
1992-1994 Licata
1996 Nissa
1996-1998 Baracca Lugo
1998-1999 Turris
2000 Pontedera
2000-2001 Latina
2002 Castel di Sangro
2004-2005 Aglianese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ferdinando Rossi (Avenza, 10 gennaio 1952) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Dopo gli esordi nell'Oratorio Don Bosco[1], crebbe nel vivaio del Torino, con cui esordì in prima squadra nella stagione 1970-1971, giocando la partita di Coppa Mitropa contro l'MTK Budapest del 10 dicembre 1970[2]. Nella stagione successiva debuttò in Serie A il 31 ottobre 1971, realizzando il gol decisivo nel successo interno contro il Cagliari[3]; collezionò anche un'altra presenza contro l'Inter, 3 presenze in Coppa delle Coppe[4][5][6] e una in Coppa Italia[7].

 
Rossi (accosciato, primo da sinistra) nel Parma del 1977-1978

Nel 1972 venne ceduto in prestito al Piacenza, in Serie C[8], per fare esperienza. L'allenatore Giancarlo Cella lo schierò come titolare nel ruolo di ala destra, e Rossi disputò 34 partite con 6 reti, secondo miglior marcatore della squadra[9]. Rientrato al Torino, venne girato nuovamente in prestito, questa volta in Serie B, alla Ternana[10] con cui disputa 17 partite segnando 3 reti[11]. Nel 1974 ritornò definitivamente al Torino, ma non trovò spazio (6 presenze in campionato), e a fine stagione venne ceduto in B all'Avellino[10], squadra in cui disputò un campionato da titolare.

Nel 1976 scese in Serie C, acquistato dal Parma: vi rimase per due stagioni, mancando l'obiettivo della promozione nella serie cadetta[12][13]; successivamente giocò con Savona[14], Viareggio[15], Alessandria[16] ed Albese[17]; coi grigi ottenne una promozione in Serie C1 nella stagione 1980-1981.

NazionaliModifica

Conta una presenza con la Nazionale italiana Under-21, nella gara disputata a Bergamo il 10 novembre 1971 contro i pari età della Francia[18].

AllenatoreModifica

Dopo gli esordi tra i dilettanti[19], sedette su diverse panchine di Serie C2 e C1[20], e su quella del Nissa, nel CND[21]; nel marzo 2000 fu chiamato sulla panchina del Pontedera[20], con cui retrocesse dopo i playout. Nella stagione successiva subentrò a Guido Attardi sulla panchina del Latina, venendo esonerato in gennaio[22], e in seguito allenò Castel di Sangro[23] ed Aglianese[24], entrambe in C2.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Torino: 1970-1971
Alessandria: 1980-1981

NoteModifica

  1. ^ Il Don Bosco festeggia anche con un libro, Il Tirreno, 24 dicembre 2008, pag.13
  2. ^ Torino-MTK 1-1 - Stagione 1970-1971 Archiviotoro.it
  3. ^ Torino-Cagliari 1-0 - Stagione 1971-1972 Archiviotoro.it
  4. ^ Torino-Austria Vienna 1-0 - Coppa delle Coppe 1971-1972 Archiviotoro.it
  5. ^ Austria Vienna-Torino 0-0 - Coppa delle Coppe 1971-1972 Archiviotoro.it
  6. ^ Glasgow Rangers-Torino 1-0 - Coppa delle Coppe 1971-1972 Archiviotoro.it
  7. ^ Inter-Torino 3-0 - Coppa Italia 1971-1972 Archiviotoro.it
  8. ^ Il Piacenza nuova edizione nutre grosse ambizioni, La Provincia, 2 agosto 1972, pag.9
  9. ^ Rosa 1972-1973 Storiapiacenza1919.it
  10. ^ a b Calciomercato Torino: dal 1970-1971 al 1979-1980 Faccedatoro.altervista.org
  11. ^ Statistiche su Databaserossoverde.it
  12. ^ Stagione 1976-1977 Storiadelparmacalcio.it
  13. ^ Stagione 1977-1978 Storiadelparmacalcio.it
  14. ^ Beltrami, 1979, 289
  15. ^ Sulla panchina romagnola siede l'ex Ferdinando Rossi, Il Tirreno, 9 novembre 1997
  16. ^ Roberto Gelato. Nando Rossi conquista simpatie ad Alessandria, da Stampa Sera, 6 ottobre 1980, p. 17.
  17. ^ Aldo Scavino. L'Albese pensa a Ferdinando Rossi per costruire la squadra del futuro, da Stampa Sera, 11 gennaio 1982, p. 22.
  18. ^ Beltrami, 1979, 446, 460
  19. ^ Statistiche su Calciodieccellenza.eu Archiviato il 19 gennaio 2012 in Internet Archive.
  20. ^ a b Rossi si affiderà a due punte. Il neo mister, al lavoro da ieri, ha seguito molte gare, Il Tirreno, 22 marzo 2000
  21. ^ Giovanni Pluchino. I biancoscudati incassano un gol per tempo e piombano al penultimo posto in classifica, da «La Sicilia», 14 gennaio 1996
  22. ^ Latina: Di Chiara si dimette mezz'ora prima della partita Quotidiano.net
  23. ^ Sora-Castel di Sangro 1-0 Soraweb.com
  24. ^ Sarà Ferdinando Rossi ad allenare l'Aglianese, Il Tirreno, 21 luglio 2008, pag.8

BibliografiaModifica

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1980. Modena, Panini, 1979.

Collegamenti esterniModifica